Microspie digitali, per intercettazioni chiarissime e criptate

febbraio 21, 2011 Sorveglianza Nessun Commento
2102 Micro

L’era descritta nei film di spionaggio degli anni ‘60 e ‘70 è trascorsa ormai da tempo immemore, e se da un lato ci fa piacere vedere vecchie scene in cui un agente segreto si apposta in uno scantinato buio armato di cuffia ed apparecchio radio per ascoltare la sua vittima tramite microspie, dall’altro lato sappiamo benissimo che, al giorno d’oggi, tali soluzioni sarebbero decisamente obsolete.

Infatti, le moderne operazioni di sorveglianza non richiedono appostamenti continui ed ore passate a cercare di interpretare conversazioni sottovoce coperte da rumori di fondo, ma grazie alle moderne microspie digitali, chi ascolta tali conversazioni è ora in grado di ottenere il massimo dall’operazione di ascolto nascosto.

Infatti, oltre a funzionare con tecnologia digitale che garantisce una assoluta purezza dei suoni captati, e ad essere dotate di filtri antirumore che permettono, ad esempio, di ascoltare nitidamente le voci umane anche in un ambiente rumoroso, escludendo tutti gli altri suoni e rumori, i modelli più avanzati di queste moderne attrezzature di ascolto segreto sono dotati di codifica digitale ad inversione di spettro, che permette di trasmettere i risultati delle proprie intercettazioni ambientali, senza timore che essi possano essere a loro volta intercettati.

Il segnale captato viene infatti “spezzettato” in una serie di pacchetti di dati, che vengono trasmessi ad alta velocità sotto forma di impulsi. Tali impulsi vengono quindi captati dal ricevitore appostato a distanza di sicurezza, il quale provvede a ricomporre il segnale, e rendere le conversazioni comprensibili per l’ascoltatore. Un eventuale apparecchio di intercettazione non sarebbe pertanto in grado di ricomporre i pacchetti ed ascoltare il contenuto delle conversazioni.

Endoacustica distribuisce tutte le ultime novità nel campo della sorveglianza audio a distanza, e saremo lieti di assistervi per trovare il modello di microspia digitale dalle caratteristiche più adatte alle vostre esigenze.

Per scegliere le vostre microspie digitali

Una tastiera sonar per proteggere i dati sensibili

febbraio 21, 2011 Tecnologia Nessun Commento
2102 Tastiera

Se da un lato la semplice operazione di scollegare la propria workstation dell’ufficio è un modo ovvio per proteggere i dati sensibili, come ad esempio quelli contenuti sui server di operatori sanitari, farmacie, banche e agenzie governative, è fin troppo facile che un utente dimentichi di compierla, lasciando i dati non solo visibili, ma anche modificabili da chiunque si trovi a passare di lì. La Key Source International (KSI), produttrice di tastiere speciali, ha pertanto sviluppato una tastiera sonar che compie tale operazione per voi, scollegandosi non appena l’utente si allontana.

La tastiera SonarLocID utilizza il sonar per determinare la presenza di un utente di fronte ad essa. Quando un utente connesso lascia fisicamente la postazione di lavoro, essa effettuerà immediatamente il logout dell’utente, a cui verrà richiesto di inserire nuovamente la password quando il sensore rileva che esso – o qualcun altro – è tornato. A quel punto si potrà accedere nuovamente al sistema con la password o, in alternativa, tramite un lettore di badge o di impronte digitali integrato nella tastiera stessa.

La tastiera SonarLoc ID si collega ad un PC via cavo USB, e può essere configurata tramite un’applicazione inclusa, che permette all’utente di programmare combinazioni di tasti personalizzate, nonché l’intervallo di tempo minimo da quando l’utente si allontana dalla sua postazione, trascorso il quale il computer sarà automaticamente bloccato. Sia le combinazioni di tasti impostate dall’utente, che le impostazioni di intervallo e di sensibilità, non vengono memorizzate sul client o server, ma nella memoria flash integrata nella tastiera stessa. Secondo i produttori, la tastiera SonarLoc ID può essere anche programmata per funzionare perfettamente con le più diffuse applicazioni di accesso e di protezione, anche quelle che funzionano online.

Telefono IP criptato, e le vostre chiamate di lavoro sono sicure

1802 Crypto

Come sappiamo benissimo, la protezione delle telefonate effettuate tramite cellulare è una priorità per chi voglia mantenere un certo livello di riservatezza negli affari personali e di lavoro. Questo non vuol dire però che il rischio di intercettazioni telefoniche sia minore quando si usa il telefono fisso, tutt’altro.

Per proteggere le vostre telefonate da ascolti indiscreti, oltre a fare attenzione che non ci siano microspie per intercettazioni telefoniche sulla linea, èvivamente consigliato aggiungere un ulteriore livello di sicurezza alle proprie telefonate, dotandosi di un telefono IP criptato.

Il telefono criptato è dotato di un software, basato su due potentissimi algoritmi di criptaggio (Twofish e AES256), che trasforma la vostra voce in segnali digitali criptati, facendoli viaggiare sulla rete telefonica sotto forma di impulsi che, ad una eventuale intercettazione, apparirebero come dei rumori inintelligibili.

Se il telefono del vostro interlocutore è ugualmente criptato, e dotato della vostra stessa chiave di codifica, sarete quindi completamente al sicuro da qualsiasi tentativo di ascolto indiscreto e potrete stabilire una linea di comunicazione riservata.
Il telefono CryptoPhone, inoltre, funziona non soltanto sulla normale linea telefonica, ma anche per chiamate effettuate tramite il protocollo VoIP, come ad esempio quelle via Skype o programmi simili, ed è dotato di un sistema operativo Linux potenziato, per proteggersi da qualsiasi tipo di attacchi esterni.

Per i maniaci della sicurezza, inoltre, il CryptoPhone viene fornito completo di codice sorgente originale, in modo che chi lo acquista possa fare una verifica in prima persona (o tramite un programmatore o tecnico specializzato) per assicurarsi che non esista alcun tipo di codici segreti o di cosiddette “backdoors” che permettano l’accesso non autorizzato al produttore del software, e poter parlare liberamente e senza timore di intercettazioni.

Cliccate qui per scegliere il vostro telefono criptato

UAV: dal più grande al più piccolo

febbraio 18, 2011 Tecnologia Nessun Commento
1802 Nano

Aerovironment, produttrice del Global Observer, l’aereo senza pilota (UAV) più grande del mondo e capace di volare a 20mila metri di quota, ha messo alla prova le proprie capacità per costruire, al contrario, uno dei più piccoli sistemi di questo tipo.
Il veicolo aereo Nano Hummingbird che, come dice il nome, ha la forma e l’aspetto di un colibrì, è alimentato a batteria, e sia la velocità che la direzione vengono impostate unicamente tramite le ali.

Questopiccolissimo veicolo ha un’apertura alare di 16 cm (6,5 pollici) e pesa solo 19 grammi, ossia meno del peso di una batteria AA. Nonostante queste dimensioni, contiene tutti i sistemi necessari per il volo, comprese le batterie, i motori, i sistemi di comunicazione e anche una videocamera.

Il colibrì robot può salire e scendere in verticale, spostarsi di lato, volare avanti e indietro, ruotare in senso orario e antiorario o fare un loop di 360 gradi, il tutto tramite controllo a distanza.
Per ora si tratta solo di un concetto, in via di realizzazione per cnto della DARPA nell’ambito del suo programma NAV (Nano Air Vehicles).

Per aggiudicarsi la commessa, il Nano Hummingbird dovrà superare una serie di test, tra cui:

- Volo di precisione in una sfera del diametro di 2 metri
- Prova di stabilità in aria con vento fino a 2 metri al secondo
- Prova di fluttuazione continua a mezz’aria per 8 minuti senza fonti di energia esterna
- Prova di accelerazione e decelerazione, fermandosi a mezz’aria dalla velocità massima e ripartendo
- Prova di volo “alla cieca” senza contatto visivo diretto, basandosi solo sulle immagini della telecamera

Secondo la Aerovironment, molte di queste prove saranno non soltanto compiute con successo, ma anche con risultati migliori di quelli richiesti.

Droni senza pilota, il Pentagono taglia i fondi

febbraio 15, 2011 Tecnologia Nessun Commento
1502 Drone

I produttori di aerei spia senza pilota che riforniscono il Pentagono si aspettavano, vista la crescente domanda di mezzi di questo genere, che il bilancio della Difesa USA rispecchiasse tale tendenza, e sono rimasti di sasso nel vedere che il budget ad essi riservato e’ solo lievemente superiore all’attuale.

Ad esempio, per la classe di droni da alta quota Global Hawk, capaci di volare ad oltre 20000 metri di altezza per lunghi periodi di tempo, il Congresso ha stanziato circa 1.7 miliardi di dollari, esattamente la stessa quantità dello scorso anno.
Al contrario, si registra un significativo aumento (da 1.7 miliardi a 2.5) per i droni della classe Predator, aerei senza pilota da combattimento, capaci non solo di raccogliere immagini e video di sorveglianza aerea, ma anche e soprattutto di lanciare missili verso obiettivi di terra senza far correre rischi a piloti in carne ed ossa.

Qualsiasi mezzo più piccolo di quelli appena descritti, ad esempio i droni che volano a bassa quota e con autonomia limitata, vedrà tagli ai propri finanziamenti, da 1.2 miliardi a 600 milioni. Se il congresso approvasse i tagli alla spesa già per il 2011, tali tagli diventerebbero effettivi già dall’anno in corso.

Le richieste del Pentagono per la legge finanziaria 2012 richiedono l’acquisto di 1395 droni, un numero inferiore ai 1545 finanziati per il 2010, tale risparmio, unito ad un taglio di costi di circa 300 milioni, servirebbe a finanziare l’acquisto degli aerei spia MC-12 e per sviluppare nuovi sistemi di sorveglianza aerea non meglio specificati.

Bisdogna dire che è abbastanza sorprendente vedere che i militari non chiedono più finanziamenti per l’acquisto di droni, una tecnologia che è esplosa negli ultimi dieci anni.
Il Pentagono continua comunque la sua tendenza, dopo l’11 settembre 2001, di chiedere più soldi per i costi non direttamente collegati alle operazioni di guerra, ma rallentando il tasso di crescita, che si prevede debba raggiungere la crescita zero entro il 2015.

Chips a prova di falsificazione, grazie alle impronte digitali

febbraio 12, 2011 Tecnologia Nessun Commento
1202 Fingerprint

Come ogni lettore di romanzi gialli sa benissimo, non esistono due impronte uguali. Allo stesso modo, i microchip hanno uns truttura fisica unica, che potrebbe aiutare i produttori a proteggere i loro prodotti dalla pirateria, grazie ad una ricerca condotta dal Fraunhofer Institute for Secure Information Technology. Il team dell’istituto tedesco ha sviluppato una tecnologia che usa le infinitesimali variazioni che si verificano durante la produzione per creare delle impronte digitali uniche e a prova di clonazione.

Secondo la Federazione tedesca di Ingegneria, il settore dell’ingegneria meccanica in Germania ha avuto un costo fi oltre 6 miliardi di euro nel 2010 a causa di prodotti contraffatti, che non soltanto causano perdite nei produttori di materiali originali, ma possono mettere vite umane in pericolo.

I ricercatori del Fraunhofer Institut di Monaco di Baviera, hanno dimostrato che i componenti elettronici o microchip possono essere resi a prova di contraffazione usando le cosiddette caratteristiche fisiche non clonabili (PUF, Physical Unclonable Functions). Delle piccolissime variazioni di spessore, lunghezza o densità che si verificano durante la fabbricazione dei componenti, ma che non influiscono sulla funzionalità, possono essere usate per generare una chiave univoca di identificazione digitale.

I ricercatori hanno sviluppato un prototipo di circuito di misurazione utilizzando un oscillatore ad anello, che genera un segnale caratteristico il quale permette di definire con precisione le proprietà dei materiali. Tali proprietà vengono poi lette da speciali circuiti elettronici che generano la specifica chiave di codifica per ogni specifico componente.

A differenza dei normali processi di crittografia, la chiave digitale non è memorizzata nel dispositivo stess, e quindi non può essere scoperta mediante l’uso di microscopi a scansione elettronica, fasci di ioni focalizzati o laser. Qualsiasi tentativo di attaccare il chip ne comporterebbe l’alterazione o distruzione della struttura fisica, rendendo impossibile la produzione di un clone funzionante.

Telefonate sicure anche online

febbraio 11, 2011 Difesa personale Nessun Commento
1102 Crypto

Come sappiamo ormai tutti, le telefonate di ciascuno di noi, specialmente quelle effettuate tramite la rete cellulare, sono a rischio di essere intercettate da orecchie indiscrete, e i contenuti delle nostre conversazioni potrebbero finire, accidentalmente o meno, nelle mani sbagliate.

Per evitare di correre questo rischio, è utile dotarsi di strumenti di difesa, ad esempio aggiungendo un ulteriore livello di protezione tramite l’uso di un telefono cellulare criptato, che invia il segnale audio in maniera codificata; se l’interlocutore è dotato di un telefono simile, e soprattutto se i due telefoni condividono la stessa chiave di codifica, chi dovesse intercettare la telefonata tra questi due apparecchi non potrebbe udire altro che un rumore.

Esistono svariati modelli di telefoni criptati sul mercato, che operano secondo questo principio. La maggior parte di essi ha bisogno di essere collegati alla rete GPRS per poter codificare la telefonata; il modello GSM Crypto 400, invece, è in grado di funzionare con le normali reti GSM e 3G, senza bisogno di essere collegato a Internet.

Se collegato alla rete, invece, può codificare anche le telefonate che viaggiano tramite il protocollo VoIP, come ad esempio quelle effettuate tramite Skype. Basta avviare il software di codifica, e qualsiasi sia la rete a cui il vostro Crypto 400 è collegato, potrà effettuare telefonate sicure senza correre il rischio di essere intercettato.

Un telefono del genere è adatto ad un uso professionale, ad esempio per diplomatici o membri dei servizi di sicurezza; per garantire l’assoluta affidabilità del software di criptaggio, il Crypto 400 viene fornito completo di codice sorgente, che può essere analizzato da esperti del settore per verificare l’assenza di “backdoor” che permetta al produttore di ascoltare le telefonate o raccogliere informazioni in segreto.

Scegliete qui il vostro cellulare criptato

Elicotteri come insetti e pesci spia nel museo della CIA

febbraio 11, 2011 Sorveglianza Nessun Commento
1102 INsect

Recentemente, la Central Intelligence Agency ha reso pubbliche alcune soluzioni tecnologiche usate in passato per compiere il proprio lavoro, che è quello di spiare avversari politici e potenze straniere.

Per farlo, si è avvalsa da sempre di soluzioni tecnologiche all’ultimo grido, ed alcune che, ai loro tempi, erano all’avanguardia, oggi potrebbero far sorridere.
Una delle loro creazioni, ad esempio, è il cosiddetto Insectothopter, le cui fotografie sono appena state pubblicate sulla pagina Flickr della CIA, insieme a quelle di pesci robot, monete o scatole da cipria che nascondono microspie, e tutta una serie di gadget tecnologici dei tempi della Guerra Fredda.

L’Insectothopter, come il nome suggerisce, è un microelicottero, delle dimensioni e delle fattezze di un insetto, in grado di volare normalmente e e di intercettare le conversazioni nel suo raggio d’azione, grazie ad una microspia montata sul suo “corpo”. Tutto questo, almeno, in linea teorica, in quanto il progetto non divenne mai effettivamente operativo, in quanto il mircoelicottero era troppo piccolo e leggero per essere anche stabile, ed il minimo alito di vento finiva per mandarlo fuori rotta, rendendone impossibile il controllo a distanza.

Pertanto, l’insetto spia è stato trasferito nel museo della CIA, e le sue foto sono finite online, insieme a quelle di altri gadgets come ad esempio Charlie, un pesce telecomandato usato come pioniere della tegnologia robotizzata subacquea, e che ai suoi tempi avrà sicuramente fatto il suo onesto lavoro per spiare sottomarini nemici.

Insomma, anche la CIA, una delle organizzazioni governative più segrete, ha scoperto il mondo dei social networks, includendo sul proprio sito non soltanto le foto dei suoi vecchi gadget, ma anche un canale YouTube dove è possibile vederli in azione, almeno sotto forma di dimostrazione.

Difendere il proprio cellulare dalle intercettazioni

0902 Phone

Negli ultimi mesi si fa un gran parlare, su giornali e siti d’informazione, del problema delle intercettazioni telefoniche. Se da un lato è palese che il capo del Governo vuole porre un freno all’uso di tale strumento investigativo esclusivamente per interessi personali, è però innegabile che, almeno in linea teorica, le conversazioni telefoniche di ciascuno di noi sono esposte al rischio di essere ascoltate da orecchie indiscrete.

Intercettare un cellulare, infatti, è più semplice di quello che si possa pensare, grazie alla debolezza strutturale del codice di codifica usato per criptare le conversazioni telefoniche sulla rete GSM; tale debolezza viene facilmente sfruttata da moderne apparecchiature di intercettazione in grado di captare tutte le conversazioni nel raggio di alcune centinaia di metri.

Per difendersi da questo genere di intrusioni, la maniera migliore è quella di aggiungere un ulteriore livello di codifica, dotandosi di un cellulare criptato. Si tratta di un normale cellulare, con installato un particolare software di criptaggio; tale software, durante una telefonata, ne codifica il segnale secondo una chiave a 256 bit (più sicura della codifcica a 128 bit usata dalla rete GSM).

Se il telefono dell’interlocutore è dotato dello stesso software, basterà inviargli la chiave di codifica, e le conversazioni tra questi due cellulari saranno completamente protette. Infatti, un eventuale ascoltatore esterno che dovesse intercettare una chiamata tra due cellulari criptati, riuscirebbe ad udire soltanto un rumore assolutamente inintelligibile.

Per chi conduce trattative riservate o per chi si muove nell’ambito della diplomazia, per avvocati, professionisti o semplicemente per chi voglia assicurarsi che le proprie telefonate private restino tali, l’uso di una adeguata protezione tecnologica è vitale.

Per scoprire questo ed altri sistemi per la difesa della privacy, Endoacustica è a vostra disposizione per consigliarvi la soluzione più adatta alle vostre esigenze.

Newsletter

Seguici su Google Plus

Endoacustica Europe blog

Il blog che ti aggiorna sulle nuove tecnologie applicate alla sorveglianza audio video, difesa personale e controsorveglianza!

Calendario

febbraio: 2011
L M M G V S D
« gen   mar »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28  

CONTATTACI:


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

ARTICOLI IN RILIEVO

Attenzione! La mosca che ti ronza intorno potrebbe spiarti!

18 giu 2012

insetto robot per sorveglianza

Scarafaggi, api, moschoni, falene… quanti di voi odiano questi minuscoli e fastidiosi esseri? Entomofobici di tutto il mondo restate calmi! Da oggi gli insetti si fanno anche cyborg, permettendo di poter arrivare in luoghi dove le tradizionali telecamere non possono, per scopi di videosorveglianza e salvataggio. I membri del DARPA (Agenzia per i progetti di ricerca avanzata per la difesa) stanno, infatti, investendo molto tempo e denaro nella ricerca e …

Un nuovo sistema di sorveglianza per le merci pone interrogativi sulla privacy.

15 giu 2012

nuovo sistema di sorveglianza

È un po’ come avere installato sui beni che si cedono in affitto una sorta di localizzatore GPS. In realtà questa nuova tecnologia si chiama RFID, che sta per Radio Frequency Identification, ossia identificazione tramite frequenza radio. In sostanza stiamo parlando di microchips lavabili che si possono inserire in capi d’abbigliamento ed oggetti di ogni genere, per monitorarne i ritorni, nel caso in cui questi vengano dati in affitto. Sono …

Stalker, un’applicazione per iPhone il cui nome dice tutto.

12 giu 2012

stalker app

Supponete che un’amica vi chieda di spiare per lei il suo compagno che la tradisce. Oltre a pedinarlo e vedere con i vostri occhi per fare da testimone, avete anche bisogno di supportare le vostre affermazioni con delle prove, magari di scattare delle foto senza che lui se ne accorga. Supponete, inoltre, di avere con voi solo il vostro iPhone. Cosa potete fare?. Da oggi c’è una nuova applicazione che …

Dagli Stati Uniti, uno scanner per effettuare perquisizioni senza contatto fisico.

11 giu 2012

body scanner

Tra le nuove tecnologie utili per la difesa personale e civile e per lo spionaggio, avevamo già sentito parlare di strumenti come la penna scanner, in grado di scannerizzare documenti ed inviarli tramite Bluetooth o per email, o strumenti per vedere attraverso i muri, utili per scovare persone sequestrate o sopravvissuti in calamità naturali, come i terremoti. Un nuovo strumento si è affacciato sul mercato e sta mostrando la sua …

Il telefono che immobilizza l’aggressore, nuova frontiera della difesa personale?

7 giu 2012

cellulare immobilizzatore antiaggressione

A chi non è mai capitato di passeggiare da soli in un luogo buio o in un parco con l’ansia che qualcuno potesse farvi del male? Chi non hai mai pensato di utilizzare oggetti contundenti presenti nella propria borsa per un eventuale scopo di difesa personale? Starete pensando sicuramente alle chiavi, che un po’ tutti portiamo dietro. Ma mai avreste pensato ad un telefono cellulare o, meglio, a qualcosa che …

Un nuovo robot per la sorveglianza in movimento.

6 giu 2012

robot per sorveglianza video

I veicoli a controllo remoto e senza pilota umano (UGV- Unmanned Ground Vehicles) si sono dimostrati davvero utili per usi militari ma diversi studi di settore dimostrano come essi possano essere applicati anche alla sicurezza civile. Un valido esempio di questi strumenti è il GroundBot, prodotto da un’azienda svedese. Capace di rotolare nel fango, nella sabbia, nella neve e persino di galleggiare sull’acqua, questo particolare robot ha una forma sferica …

L’abbigliamento anti-proiettili si fa intimo.

5 giu 2012

intimo anti-proiettili

I soldati che pattugliano le strade dell’ Afghanistan a piedi sono costretti a fronteggiare una serie di pericoli che sicuramente in un carro armato non troverebbero. Uno di questi rischi è rappresentato dai dispositivi esplosivi improvvisati (o IED), che molto spesso causano la perdita di arti o danni alle “parti basse”. A tal proposito è stato sviluppato un sistema di protezione pelvico che comprende due livelli: uno interno, chiamato “PUG” …

Agente segreto con “licenza di polsino”.

1 giu 2012

gemelli da polso wi fi

Lo 007 dei tempi moderni, oltre ad essere coraggioso, scaltro e furbo, deve essere anche high-tech, se vuole essere al passo con i tempi e non rimanere confinato in un film degli anni Sessanta. Avevamo sentito parlare di gemelli da polso che sono in realtà chiavette usb, ma non avremmo mai potuto immaginare di poter avere questi gemelli in una nuova versione, per condividere una rete wi-fi. Se un gemello, …

Microspia video 3G, un grande passo in avanti nella videosorveglianza.

28 mag 2012

sorvegliare a distanza

Fino a qualche anno fa pensare ad una microspia che fornisse accesso immediato ad un luogo dall’altra parte del globo, permettendo di vedere e ascoltare ciò che stesse succedendo, era pura fantascienza. La tecnologia, però, ha raggiunto ormai livelli prima impensabili, permettendo di controllare a distanza ed in tempo reale qualsiasi luogo, che sia esso interno o esterno. La microspia video 3G è un piccolo gioiello tecnologico che permette il …

ADS


 RILEVATORE MICROSPIE
bonifiche ambientali
Utilissimo rilevatore di segnale RF per la localizzazione di microspie e trasmettitori audio-video occultati in ambienti o automobili. Adatto per un utilizzo sia privato che professionale.
 MICROREGISTRATORI
microregistratori digitali Microregistratori digitali ad attivazione vocale, con durata di registrazione fino a 1200 ore. Sono usciti ormai da tempo dal grande schermo, per entrare di prepotenza nella vita di tutti i giorni, nelle situazioni più disparate che fino a pochi anni fa nemmeno la fervida fantasia di uno scrittore di spionaggio avrebbe potuto immaginare.
 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spyphone o cellulare spia gsm, è un normale telefonino su cui è stato installato preventivamente un software spia, che permette di monitorare la persona in possesso del telefono stesso. Lo Spyphone deve essere regalato (in ambito familiare), o concesso in dotazione (in ambito lavorativo).
 JAMMER
jammerPer proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.
 MICROAURICOLARI
spyphoneI micro auricolari permettono di comunicare con un telefono GSM discretamente, senza cioè alcun filo esterno. Adattabile a qualsiasi modello di cellulare in commercio. La piastrina induttiva, collegata al cellulare tramite un cavetto, trasmette quanto ricevuto all'auricolare celato nell'orecchio.
 MICROFONI DIREZIONALI
Microfoni direzionali completi di amplificatore, per ascoltare a debita distanza conversazioni in modo assolutamente discreto. Fornito di protezione anti-vento e un dispositivo che minimizza gli effetti negativi dovuti ad eventuali vibrazioni meccaniche.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta ed il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 MICRO TELECAMERE
Le Micro telecamere rappresentano un decisivo passo in avanti nella miniaturizzazione di elementi ottici, premiando un prodotto di rara fattezza e funzionalità. La microtelecamera, infatti, oltre ad avere ridottissime dimensioni (il suo diametro può raggiungere i 3.5mm x 8.6mm), possiede caratteristiche tecnico-funzionali ineguagliabili.
 VIDEOREGISTRATORI MINI
I Videoregistratori mini sono indicati per chi vorrebbe videoregistrare quello che vede, sia per svago che per i più svariati motivi professionali, ma non è in grado di usare una normale videocamera. Le possibilità di utilizzo di un sistema di registrazione così piccolo sono innumerevoli.
 CELLULARI CRIPTATI SAFE&TALK
cellulari criptatiI cellulari criptati Safe&Talk sono la soluzione software per una comunicazione mobile sicura. Se avete timore che qualcuno possa ascoltare le vostre conversazioni o leggere i vostri SMS sul vostro cellulare, Safe & Talk è la soluzione software efficace per effettuare chiamate criptate su rete GSM, con grado di affidabilità estremo offrendo la possibilità di criptare i vostri sms.
 KEYLOGGER
keyloggerKeylogger, è un dispositivo grande quanto il tappo di una penna, capace di registrare ogni carattere digitato sulla tastiera del PC su cui viene installato. Questo dispositivo registra tutto ciò che viene digitato sulla vostra tastiera.
 LOCALIZZATORI GPS
localizzatore satellitareLocalizzatori satellitari, è un sistema di gestione e localizzazione professionale che, grazie alle sue dimensioni ridotte e alle antenne GPS e GSM incorporate, può essere reso operativo in brevissimo tempo e può essere posizionato praticamente ovunque.
 VALIGIE DI SICUREZZA
valigie di sicurezzaLe valigie di sicurezza, sono preferiti dagli ufficiali più anziani e da uomini d'affari per il suo rivestimento in cuoio di alto valore, per lo stile alla moda, per l’ampia gamma di scopi. Ha le funzioni di impulso ad alto voltaggio, di controllo radio remoto, anti-perdita, antifurto ed altro.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.