Mantenere la propria privacy, arrivano i dispositivi autodistruggenti

Non c’è più limite alla ricerca tecnologica al fine di difendere la privacy degli utenti. Si stanno diffondendo strumenti autodistruggenti. A mali estremi, estremi rimedi. Già da tempo sono in uso dei maggiori esperti delle pen drive autodistruggenti. Si tratta di normali penne usb all’apparenza, che in caso capitino nelle …

Aggiungi/condividi

A cosa serve un cambia voce?

Si è solito pensare che un cambia voce sia un giocattolo per fare scherzi telefonici e divertirsi tra amici. In realtà lo strumento ha potenzialità di certo molto superiori e in molti casi è stato d’aiuto per uscire da situazioni di difficoltà. Pensiamo ad esempio alla storia raccontata da Elena, …

Aggiungi/condividi

Una tenda anti microspie: così Obama sfugge alle intercettazioni

Il presidente degli Stati Uniti, Barak Obama, di certo di intercettazioni se ne intende. Ogni volta che passa la notte in un albergo, il suo staff monta una tenda. No, non un gioco riservato alle sue figlie, ma una protezione per poter comunicare in sicurezza con i collaboratori. La tenda …

Aggiungi/condividi

La nuova frontiera degli accessi biometrici: l’odore

L’Universidad Politécnica di Madrid ha aggiunto agli strumenti di riconoscimento biometrico già sul mercato, un altro ingrediente: l’odore corporeo. Parametro identificativo che, secondo i ricercatori potrà essere presto sfruttato per un riconoscimento accurato attraverso caratteristiche personali e biologiche. Si potrà così filtrare le persone in base al profumo che emettono. …

Aggiungi/condividi

Articoli Recenti:

Automobile, aereo, elicottero e barca, tutto in uno

novembre 3, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Abbiamo visto automobili che, premendo un pulsante o poco più, possono trasformarsi in piccoli aerei, in elicotteri a due posti o anche in barche, ma ancora non ne avevamo vista una che fosse in grado di trasformarsi in tutti e tre.

L’idea è stata sviluppata dal progettista inglese Philip Pauley, che ha partorito il suo Halo Intersceptor, un concetto di veicolo ibrido, che di base è una normale autovettura sportiva.
L’abitacolo di tale autovettura rimane sostanzialmente invariato in ognuna delle quattro configurazioni. Quello che cambia sono i differenti accessori da agganciare all’abitacolo a seconda che si voglia usare tale mezzo per volare come un aereo o come un elicottero, o per solcare le onde come una barca.

L’automobile in sé sarebbe già molto potente, in grado di raggiungere, nelle intenzioni del suo progettista, una velocità massima addirittura di 500 chilometri orari.
Agganciando all’automobile un paio d’ali triangolari e due motori Pratt & Whitney, Halo diventerebbe un aereo in grado di raggiungere una velocità massima di Mach 2 volando a oltre 20mila metri di altezza.

Come elicottero, invece, potrebbe avere un’autonomia di 450 miglia nautiche ed una velocità di punta di 185 nodi ad un’altitudine di circa 4500 metri.
Infine, per chi volesse usarlo in acqua, Halo sarebbe in grado di trasformarsi in un motoscafo capace di un’autonomia di 1200 miglia nautiche ed una velocità di crociera di 38 nodi, con un massimo intorno ai 60 nodi.

Si tratta di prestazioni di alto profilo in ognuna delle 4 configurazioni, il che lascia pensare che molto difficilmente Halo Intersceptor vedrà mai la luce, e se un giorno dovesse esser prodotto, non si tratterebbe certamente di un veicolo con un costo alla portata di chi vorrebbe trasformare la propria auto in un elicottero per sfuggire al traffico cittadino…

Alimentatore per microspie, per intercettazioni a lunga durata

novembre 2, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Sebbene in Italia il governo Berlusconi, tra uno scandalo sessuale e l’altro, stia tentando di mettere un freno alle intercettazioni, limitandone la durata nel tempo, fortunatamente questo strumento investigativo è ancora in uso senza troppe restrizioni che farebbero soltanto il gioco dei criminali.

Quando un magistrato ordina un’operazione di intercettazione ambientale o telefonica, pertanto, attualmente si sa quando tale operazione inizierà, ma non quando terminerà. Questo fatto pone un problema da molti sottovalutato quando si parla della durata delle intercettazioni, ossia il problema di come garantire il funzionamento delle microspie.

Generalmente, le cimici per l’ascolto clandestino sono alimentate a batteria e trasmettono via radio, o via rete telefonica se si tratta di microspie GSM dotate di una scheda SIM come quella di un comune cellulare. La trasmissione via telefono è particolarmente dispendiosa dal punto di vista del consumo della batteria.
Pertanto, ove possibile è consigliato utilizzare una microspia dotata di un apposito alimentatore, da collegare direttamente ai cavi della rete elettrica, dai quali con un consumo di energia assolutamente ridottissimo sarà possibile fornire alimentazione alle vostre microspie in maniera continua, per mesi e mesi.

Grazie alle sue dimensioni minuscole, occultarlo non rappresenta un problema, ad esempio all’interno di una scatola elettrica o di un interruttore. In questo modo, i microfoni nascosti collegati all’alimentatore potranno garantire un ascolto continuo, perfetto per operazioni di sorveglianza a lunga durata, durante le quali è importante garantire una copertura continua dell’ambiente da intercettare.

Per maggiori dettagli su cimici, alimentatori per microspie e tutta una serie di apparecchiature per le intercettazioni ambientali e telefoniche, vi consigliamo di visitare il sito di Endoacustica e contattare i nostri esperti per ricevere consigli mirati per le vostre esigenze.

Grandi manovre in vista per gli UAV dell’esercito USA

novembre 2, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Secondo fonti ufficiali del Ministero della Difesa degli Stati Uniti, l’esercito americano starebbe preparando una esercitazione su larga scala, che si svolgerà nel settembre del prossimo anno nel deserto dello Utah.

L’oggetto di tale esercitazione, ribattezzata MUSIC (Manned Unmanned Systems Integration Concept) sarà la dimostrazione delle possibilità di interazione tra veicoli senza pilota (UAV, Unmanned Aerial Vehicles) e sistemi aerei e di terra comandati da personale in carne ed ossa.

Tale dimostrazione è mirata ad analizzare in dettaglio i progressi che si stanno compiendo nell’affiancamento tra le tecnologie automatizzate e quelle che per operare al meglio hanno ancora bisogno di un occhio e di una mente umana che ne gestisca i controlli ed il funzionamento.

Ad esempio, verranno effettuate delle dimostrazioni di come il pilota di un elicottero Apache possa essere in grado di comandare, dalla cabina di pilotaggio del suo mezzo, anche un drone senza pilota che voli nei paraggi, e di visualizzare sul proprio schermo i comandi del drone stesso, fino a mettere in azione eventuali armamenti che su di esso vengano montati.

In questo modo, il pilota di un veicolo aereo sarà effettivamente in grado di pilotarne due, con il secondo che svolge funzione di supporto, non solo per la ricognizione aerea, ma anche negli attacchi veri e propri.
Le esercitazioni coinvolgeranno elicotteri di vario tipo, quali ad esempio Shadow, Raven, Hunter, Grey Eagle, oltre naturalmente agli Apache AH-64 Block III.

Mentre quest’ultimo prende il comando del drone ad esso affiancato, gli altri elicotteri della pattuglia potranno visualizzare in tempo reale le immagini riprese sia dai sistemi di bordo dell’Apache che da quelli del drone, con uno scambio di informazioni, coordinato dal centro di controllo terrestre, che fornisce a chi usa questo sistema un significativo vantaggio rispetto ai nemici.

Microfoni laser, e l’ascolto a distanza diventa realtà

novembre 1, 2010 Tecnologia Nessun Commento

 

Quando un gruppo di pericolosi criminali, o una cupola mafiosa, si riunisce in segreto per prendere decisioni sulle proprie attività illegali, normalmente prende una serie di precauzioni per fare in modo che la polizia non possa catturarli.

In situazioni del genere, un’operazione di intercettazione telefonica o ambientale è pressoché impossibile, a meno di non mettere a repentaglio le vite degli agenti e rischiare anche il fallimento dell’operazione.

Pertanto, per raccogliere informazioni, le forze dell’ordine possono ricorrere a strumenti che consentono di ascoltare le conversazioni a distanza, in modo da riuscire ad ottenere informazioni nella maniera più sicura possibile. Ad esempio, è il caso del microfono laser, che mette in condizione chi lo usa di captare le conversazioni che si svolgono all’interno di una stanza chiusa, grazie per l’appunto all’uso di un raggio laser.

Il laser, opportunamente puntato sul vetro di una finestra, infatti, è in grado di leggere le minime vibrazioni del vetro, causate dalle voci all’interno della stanza. Puntando il raggio sul vetro con la giusta angolazione, e raccogliendo il raggio riflesso mediante un ricevitore, sarà possibile leggere tali vibrazioni, e trasformarle in impulsi sonori e vocali, permettendo quindi di svolgere un’operazione di ascolto a distanza senza correre alcun tipo di rischio.

Infatti, il microfono laser è in grado di raccogliere informazioni ad una distanza massima di un chilometro e mezzo, sufficiente perché gli agenti impegnati nell’operazione di sorveglianza possano lavorare in tutta tranquillità, e possano rapidamente mettersi al sicuro nel caso in cui qualcosa dovesse andare storto.

Non soltanto per le forze dell’ordine, ma anche per investigatori privati impegnati un un caso di spionaggio industriale o infedeltà coniugale, i microfoni laser possono rivelarsi utilissimi; per saperne di più potete visitare il sito di Endoacustica.

BlackBerry, sospensione revocata in India

novembre 1, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Sembra essere giunta ad un lieto fine la lunga storia che vede contrapposta la RIM, produttrice dei cellulari BlackBerry, ed una serie di governi asiatici che vorrebbero imporre misure più restrittive sull’uso della piattaforma RIM, per potersi garantire l’ascolto delle telefonate in casi di minacce alla sicurezza nazionale.

Nello specifico, in India il governo ha confermato ufficialmente che le negoziazioni con la RIM hanno portato ad un accordo secondo il quale i servizi BlackBerry Messenger potranno continuare, ed il governo ne potrà intercettare legalmente i contenuti.

Inoltre, la RIM ha promesso di trovare una soluzione definitiva entro il 31 gennaio 2011, allo scopo di fornire agli enti governativi indiani un accesso regolare ai propri dati codificati. I dettagli dell’accordo non sono stati resi pubblici, ma sicuramente si tratta di un significativo passo in avanti, dopo che inizialmente, il governo indiano aveva minacciato di chiudere del tutto i servizi BlackBerry alla fine dello scorso mese di agosto.

All’approssimarsi di tale scadenza, il governo aveva invece accordato una proroga di altri 60 giorni per la ricerca di una soluzione; tale soluzione sembra pertanto essere stata trovata, come testimonia l’annuncio odierno, che segue di poche settimane un analogo compromesso che la RIM aveva trovato con il governo degli Emirati Arabi Uniti, un’altra delle nazioni (con Indonesia ed Arabia Saudita) che aveva richiesto l’accesso ai dati criptati della piattaforma BlackBerry.

Infatti, i servizi forniti da RIM negli Emirati sono stati finalmente dichiarati legali e rispettosi delle norme vigenti in quel paese. RIM ha inoltre dichiarato di seguire un analogo approccio per continuare ad operare nei paesi in questione, rispettando leggi e regole locali compatibilmente con le proprie caratteristiche e principi essenziali.

Alla guerra come nei videogiochi, grazie ad un iPad

ottobre 29, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Recentemente abbiamo visto come le applicazioni per iPhone siano sempre più utilizzate anche in campo militare, per comandare microelicotteri da ricognizione o per svolgere simulazioni che aiutano a prendere dimestichezza con sistemi antimissile.
Pertanto, è naturale che anche l’ultimo arrivato in casa Apple, l’iPad, destasse la stessa attenzione da parte delle autorità militari, che hanno già commissionato svariati progetti di ricerca per lo sviluppo di applicazioni che possano rendere meno pericolosa la vita per i soldati americani impegnati al fronte.

Una interessante applicazione è stata sviluppata dalla Textron, che grazie ad essa possono mantenere sotto controllo i movimenti delle truppe come se li vedessero in un videogioco. L’applicazione, chiamata Soldier Eyes, usa la realtà aumentata per rilevare, in collaborazione con i soldati direttamente impegnati sul territorio, la posizione delle forze amiche e nemiche, inviando il tutto ad un centro di controllo, che ricostruisce una mappa in tempo reale.

Tale mappa viene quindi inviata direttamente sull’iPad, il cui utilizzatore potrà comunicare in tempo reale con i soldati in prima linea, fornendo loro la posizione di eventuali minacce nemiche, direttamente sui loro smartphones o computer portatili. Il sistema Soldier Eyes ottiene tale risultato grazie all’utilizzo simultaneo di una serie di piccole applicazioni che gestiscono le informazioni provenienti dal campo, per rielaborarle e fornire un quadro generale della situazione.

Una volta ottenuto questo quadro, per inviare ad esempio due pattuglie di soldati all’attacco di una postazione nemica, basterà inviare loro le informazioni direttamente sul loro iPad o iPhone, così che esse possano visualizzare la posizione del loro obiettivo e convergere nello stesso punto da direzioni diverse per neutralizzarlo.

Insomma, un modo per condurre operazioni fin troppo reali di vera guerra, ma quasi come fosse un semplice videogioco.

Un microregistratore da 600 ore in soli 4 millimetri

281010 B7

Le occasioni in cui si può presentare la necessità di dover registrare conversazioni, suoni o anche musica, in maniera discreta e dando il meno possibile nell’occhio, sono svariate: ad un concerto, durante una lezione a scuola o in università, durante una riunione in ufficio o, per forze dell’ordine ed investigatori privati, durante una difficile indagine contro criminali o per un caso di infedeltà coniugale.

In casi del genere, è importante che la  registrazione nascosta venga effettuata usando uno strumento che non possa destare attenzione, che possa essere facilmente nascosto e che, all’occorrenza, possa funzionare per lungo tempo in maniera autonoma, magari accendendosi automaticamente soltanto quando è strettamente necessario, per evitare di sprecare tempo registrando ore ed ore di inutili rumori di fondo.

Pertanto, è bene usare un microregistratore vocale della famiglia EM, che è in grado di ottenere tutto questo, il tutto in dimensioni ridottissime. Infatti, ne esistono modelli che possono avere uno spessore di circa 4 millimetri e dimensioni paragonabili a quelle di una carta di credito, con sensore di attivazione vocale ed una capacità di salvataggio di 4 Gb, pari a circa 600 ore di registrazione.

Grazie all’attivazione automatica, sarà possibile registrare soltanto quando necessario, in modo da ottenere il massimo dalla nostra operazione di sorveglianza audio o di raccolta informazioni, ottimizzando anche il consumo della batteria, che è garantita per durare fino a 1 mese in standby, o per effettuare fino a 14 ore di registrazione continuata.

Grazie alle sue dimensioni minime, non darà nell’occhio, e potrete recuperarlo con comodo quando nessuno vi osserva. Per avere maggiori dettagli sul funzionamento del microregistratore digitale, vi raccomandiamo di visitare il sito di Endoacustica dove troverete altri modelli di registratori miniaturizzati per tutte le vostre diverse esigenze in questo campo.

Un aereo, un elicottero o… entrambi?

ottobre 29, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Come ben sanno coloro che leggono questo blog, spesso ci troviamo a commentare sulle nuove creazioni dei cervelloni del DARPA, il ramo del Dipartimento della Difesa americano che si occupa di ricerca ai fini militari, e che ricopre un ruolo importante per far sì che gli Stati Uniti abbiano un significativo vantaggio tecnologico e strategico nei confronti dei loro possibili nemici.

Pertanto, qualsiasi novità che venga dal DARPA non ci stupisce ormai più di tanto. Una menzione d’onore, però, va certamente assegnata al DiscRotor, un veicolo VTOL (Vertical Takeoff and Landing) che rappresenta una sorta di ibrido tra un aereo ed un elicottero, le cui pale sono montate su una sorta di disco. Una volta completato il decollo verticale, le pale possono scomparire all’interno del disco, e il DiscRotor può pertanto volare come un normale aereo, usando il disco come una sorta di ala supplementare; in fase di atterraggio, invece, sarebbe possibile usare di nuovo le pale per l’atterraggio verticale, specialmente se tale operazione va compiuta in luoghi impervi dove non c’è abbastanza spazio da consentire l’atterraggio di un comune aereo.

Questo significa quindi che, grazie al DiscRotor, la velocità di un’operazione, ad esempio, di evacuazione truppe da un ambiente difficile verrebbe sensibilmente ridotta, grazie alla maggiore velocità di crociera del DiscRotor senza pale rispetto a quella di un elicottero convenzionale.

Attualmente, il progetto è ancora nella sua fase iniziale, insieme a migliaia di altri progetti altamente tecnologici che il DARPA studia continuamente. Chissà se un giorno riusciremo a vedere questo strano oggetto solcare i nostri cieli come un comune aereo, per poi improvvisamente fermarsi, tirare fuori le pale ed atterrare comodamente, proprio come se fosse un normale elicottero.

Ascoltare attraverso i muri richiede il microfono adatto

ottobre 27, 2010 Tecnologia 4 Commenti

A tutti noi è capitato, in diverse occasioni, di desiderare di essere in grado di ascoltare cosa avviene al di là di un muro, magari durante una riunione riservata in ufficio, o se si ha un vicino di casa fastidioso, o più semplicemente per assicurarsi che i nostri figli non abbiano contatti con amicizie poco raccomandabili.
Questo non è sempre possibile, ma grazie alla moderna tecnologia di ascolto segreto, è molto più facile di quanto si possa pensare.

Se avete mai visto quei vecchi film western in cui i banditi svaligiano la cassaforte usando uno stetoscopio per trovare la combinazione giusta, sieta già a buon punto. Infatti, è grazie alla variante moderna di questa procedura che si possono comodamente ascoltare le conversazioni che si svolgono dietro ad un muro spesso fino a 70 centimetri.

Infatti, con un microfono da muro, dotato di una cuffia molto simile allo stetoscopio del vostro medico, ma provvisto di tecnologia digitale che lo trasforma in un microfono ad altissima sensibilità, potrete, in maniera semplicissima e soprattutto senza dare nell’occhio, captare tutto ciò che il vostro vicino, il vostro figlio adolescente o, perché no, il vostro capo, dicono mentre pensano che nessunio li stia ascoltando.

Il tutto potrà essere poi anche collegato ad un microregistratore digitale, in modo da poter registrare le conversazioni ed usarle come prove nel caso in cui se ne dovesse avere bisogno, ad esempio per una causa civile o penale.
Insomma, un microfono a stetoscopio può essere il vostro migliore alleato per difendere i vostri interessi o i vostri affetti!

Per maggiori informazioni sul funzionamento di microfoni da muro, microregistratori digitali e tutta una serie di apparecchiature per la sicurezza e la difesa della privacy, potete visitare il sito di Endoacustica dove troverete tutte le risposte alle vostre domande in questo campo.

Newsletter

Seguici su Google Plus

Endoacustica Europe blog

Il blog che ti aggiorna sulle nuove tecnologie applicate alla sorveglianza audio video, difesa personale e controsorveglianza!

Calendario

aprile: 2014
L M M G V S D
« mar    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

CONTATTACI:


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

ARTICOLI IN RILIEVO

Microfoni, microspie e microregistratori low cost

28 gen 2014

sicurezza-ufficio

Microfoni direzionali grandi come uno spillo. Telecamere e microspie nascoste dentro occhiali da vista o da sole, comunissime penne, chiavi e portachiavi, bottoni, camicie, cuscini e peluche. Insomma ovunque. Batterie che durano ore e si attivano a distanza o si spengono e si accendono automaticamente quando avvertono un rumore. Il mercato delle cimici e dei loro derivati è in continua evoluzione e l’offerta è davvero vastissima. Prezzi stracciati e soluzioni …

La risposta alle intercettazioni: lo Stealth Phone

4 apr 2013

cellularecrip

Sempre più spesso sulle prime pagine dei giornali si leggono notizie di intercettazioni telefoniche di conversazioni riguardanti politici, grandi imprenditori, funzionari pubblici e persone “importanti” in generale. In realtà oggi chiunque conosca anche solo di sfuggita una persona che occupa posizioni di rilievo o che abbia avuto dei guai con la legge rischia che le sue conversazioni vengano intercettate. L’unica soluzione è l’utilizzo di un cellulare criptato. Attraverso i diversi …

Grande tecnologia in piccole dimensioni

25 gen 2013

cubox

Un piccolo cubo di 5cm per lato potrà presto rubare la scena ai tablet e agli occhiali smart. CuBox Pro, il nome del cubetto sfornato qualche settimana fa dalla Solid Run in versione aggiornata rispetto al primo modello del 2011. Al suo interno tutte le caratteristiche di un pc di ben altre dimensioni: un chip Arm dual core da 800 Mhz, due giga di Ram e memoria espandibile fino a …

Parola d’ordine: gadget

22 gen 2013

micro_gps_gprs

L’hi-tech ha una nuova parola d’ordine: gadget. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti, più o meno utili e sempre più personalizzabili. Alcuni gadget hanno fatto capolino sul mercato nelle ultime settimane. Vediamo i più graditi. Ci aiuterà a non restare più senza batteria, il Nectar Mobile Power System, strumento di alimentazione portatile che assicura energia elettrica extra per oltre due settimane, per singolo dispositivo. …

Internet delle cose stravolgerà il nostro quotidiano

10 dic 2012

web-3-0

Il Web 3.0 non è ancora molto lontano. Tutti i grandi laboratori stanno lavorando duramente per mettere a punto nuove applicazioni che riguardano l’Internet delle Cose. Con questo neologismo è stata battezzata l’ultima frontiera della tecnologia online. Il punto di forza risiede nella possibilità attribuita agli oggetti di interagire tra di loro acquisendo e scambiandosi informazioni. La sveglia ad esempio potrebbe suonare in anticipo una volta constatato, tramite internet, condizioni …

La tecnologia a servizio della sorveglianza

26 nov 2012

elicotterospia

Mini dirigibili wireless, missili ultraveloci che attraversano il pianeta in pochi minuti, piccoli elicotteri di video sorveglianza aerea, sistemi audio-video supersofisticati. Sono queste le più moderne tecnologie a servizio dei servizi segreti. Per spiare si usano particolari telefoni cellulari, computer sorvegliati a distanza e oggetti di uso quotidiano sapientemente modificati. Fonte senza limiti per i servizi segreti è senza dubbio internet ed in particolare i social network. Una sorta di …

Febbre da brevetti: ecco i più bizzarri

6 nov 2012

spray_iphone_2

Impazza la febbre da brevetti che vede protagoniste tutte le maggiori case produttrici di strumenti tecnologici esistenti al mondo. Queste idee sono custodite nella banca dati dell’Autorità americana “Uspto” e probabilmente un giorno troveranno reale applicazione.Vediamo alcuni tra i brevetti più bizzarri. Per evitare la tragica caduta al suolo dello smartphone, Amazon nel 2011 ha registrato un brevetto simpatico che vedrebbe l’apertura di alcuni airbag prima che il cellulare tocchi …

Gli scanner biometrici arrivano a scuola

12 ott 2012

mensabiom

I sistemi di controllo degli accessi che utilizzano la biometria si stanno facendo sempre più largo nell’ambito di istituzioni ed aziende dato che permettono un elevato grado di sicurezza e lo snellimento delle procedure di controllo fisico. Da qualche giorno niente badge o cartellino anche per i docenti ed il personale Ata del liceo scientifico “Plinio Seniore” di Roma che ha imposto ai dipendenti l’utilizzo di scanner biometrici per segnalare …

Una pistola che lancia anelli di fumo per allontanare gli aggressori… e non solo!

23 lug 2012

pistola vortex

Prendendo spunto dalle pistole giocattolo per bambini in grado di lanciare anelli di fumo, Battelle, azienda statunitense di Columbus, Ohio, per realizzare una vera e propria arma in grado di lanciare anelli di diverse sostanze gassose o di cariche elettriche. Secondo i ricercatori, questa pistola sarebbe in grado di lanciare questi anelli ad una distanza di quasi 46 metri e ad una velocità di circa 145 chilometri orari. Gli anelli …

ADS


 RILEVATORE MICROSPIE
bonifiche ambientali
Utilissimo rilevatore di segnale RF per la localizzazione di microspie e trasmettitori audio-video occultati in ambienti o automobili. Adatto per un utilizzo sia privato che professionale.
 MICROREGISTRATORI
microregistratori digitali Microregistratori digitali ad attivazione vocale, con durata di registrazione fino a 1200 ore. Sono usciti ormai da tempo dal grande schermo, per entrare di prepotenza nella vita di tutti i giorni, nelle situazioni più disparate che fino a pochi anni fa nemmeno la fervida fantasia di uno scrittore di spionaggio avrebbe potuto immaginare.
 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spyphone o cellulare spia gsm, è un normale telefonino su cui è stato installato preventivamente un software spia, che permette di monitorare la persona in possesso del telefono stesso. Lo Spyphone deve essere regalato (in ambito familiare), o concesso in dotazione (in ambito lavorativo).
 JAMMER
jammerPer proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.
 MICROAURICOLARI
spyphoneI micro auricolari permettono di comunicare con un telefono GSM discretamente, senza cioè alcun filo esterno. Adattabile a qualsiasi modello di cellulare in commercio. La piastrina induttiva, collegata al cellulare tramite un cavetto, trasmette quanto ricevuto all'auricolare celato nell'orecchio.
 MICROFONI DIREZIONALI
Microfoni direzionali completi di amplificatore, per ascoltare a debita distanza conversazioni in modo assolutamente discreto. Fornito di protezione anti-vento e un dispositivo che minimizza gli effetti negativi dovuti ad eventuali vibrazioni meccaniche.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta ed il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 MICRO TELECAMERE
Le Micro telecamere rappresentano un decisivo passo in avanti nella miniaturizzazione di elementi ottici, premiando un prodotto di rara fattezza e funzionalità. La microtelecamera, infatti, oltre ad avere ridottissime dimensioni (il suo diametro può raggiungere i 3.5mm x 8.6mm), possiede caratteristiche tecnico-funzionali ineguagliabili.
 VIDEOREGISTRATORI MINI
I Videoregistratori mini sono indicati per chi vorrebbe videoregistrare quello che vede, sia per svago che per i più svariati motivi professionali, ma non è in grado di usare una normale videocamera. Le possibilità di utilizzo di un sistema di registrazione così piccolo sono innumerevoli.
 CELLULARI CRIPTATI SAFE&TALK
cellulari criptatiI cellulari criptati Safe&Talk sono la soluzione software per una comunicazione mobile sicura. Se avete timore che qualcuno possa ascoltare le vostre conversazioni o leggere i vostri SMS sul vostro cellulare, Safe & Talk è la soluzione software efficace per effettuare chiamate criptate su rete GSM, con grado di affidabilità estremo offrendo la possibilità di criptare i vostri sms.
 KEYLOGGER
keyloggerKeylogger, è un dispositivo grande quanto il tappo di una penna, capace di registrare ogni carattere digitato sulla tastiera del PC su cui viene installato. Questo dispositivo registra tutto ciò che viene digitato sulla vostra tastiera.
 LOCALIZZATORI GPS
localizzatore satellitareLocalizzatori satellitari, è un sistema di gestione e localizzazione professionale che, grazie alle sue dimensioni ridotte e alle antenne GPS e GSM incorporate, può essere reso operativo in brevissimo tempo e può essere posizionato praticamente ovunque.
 VALIGIE DI SICUREZZA
valigie di sicurezzaLe valigie di sicurezza, sono preferiti dagli ufficiali più anziani e da uomini d'affari per il suo rivestimento in cuoio di alto valore, per lo stile alla moda, per l’ampia gamma di scopi. Ha le funzioni di impulso ad alto voltaggio, di controllo radio remoto, anti-perdita, antifurto ed altro.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.