In aumento i sistemi di sicurezza alla guida

Abbiamo parlato diverse volte di quanto sia importante la sicurezza alla guida. I dispositivi anti sonno proposti da Endoacustica Europe propongono la più valida soluzione sul mercato al pericolo dato dall’eccessiva stanchezza e ora arriva dagli Stati Uniti, il sistema di sicurezza MyKey, ovvero una chiave di sicurezza che limita …

Australia: il faccia a faccia con uno squalo gigante ripreso da una videocamera waterproof

E’ estate, tempo di avventure fuori porta. Il desiderio più grande di chi si appresta a grandi imprese sportive o alla scoperta di nuovi posti è sicuramente immortalare quei momenti in modo da poterli rivivere e perché no, mostrarli ad amici e parenti. E’ sicuramente questo il caso di un …

Come ti spio in ufficio o in qualsiasi altro ambiente con una semplice calcolatrice

In tempi in cui la maldicenza sembra essere diventata di moda, difendersi da chi può minare la nostra reputazione può rivelarsi una strategia vincente. Pensate, per esempio, all’ambiente di lavoro, dove invidia e scalata al successo spingono sovente alcuni individui a screditarne altri. Che dire poi di quelle persone che …

Boom di software per proteggere i propri familiari

Nei prossimi anni assisteremo sia in Europa che negli Stati Uniti ad un boom di family locator devices. Si tratta di strumenti che consentono ad un genitore ad esempio di monitorare e localizzare figli e familiari visualizzando su una qualsiasi mappa online, posizione geografica e spostamenti. Per tenerli d’occhio basterà …

Articoli Recenti:

Una memoria centomila volte più veloce di qualsiasi hard disk

novembre 16, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Se quando accendete il vostro computer, l’attesa vi sembra ogni giorno più lunga, pazientate ancora solo per 5 o 7 anni, e la vostra pazienza potrebbe essere premiata con dei computers che saranno pronti all’uso letteralmente in un attimo.

Infatti, alla IBM, in cooperazione con la Ecole Polytechnique Federale di Losanna in Svizzera, si sta lavorando per sviluppare la cosiddetta Racetrack Memory, un rivoluzionario sistema di immagazzinaggio dei dati che, oltre ad essere a prova di urto, sarà fino a 100000 volte più veloce degli attuali hard disk, e consumerà 300 volte meno energia.

Questo risultato è ottenuto grazie alle nanotecnologie. La Racetrack Memory immagazzina i dati in forma magnetica, in un modo simile a quello delle vecchie videocassette, ma invece che su un nastro magnetico in movimento, i dati vengono salvati su dei piccolissimi, ed immobili, nanocavi. Le informazioni vengono salvate su questi cavi utilizzando il movimento degli elettroni invece di una carica elettronica, e possono viaggiare a centinaia di metri al secondo.

Secondo la EPFL, in uno solo di questi nanocavi sarà possibile salvare l’intero contenuto di una videocassetta e leggerlo in meno di un secondo. Se pensate che su un singolo chip sarà possibile posizionare milioni o miliardi di sottilissimi cavi, avrete un’idea della quantità di dati di cui stiamo parlando, e della velocità di accesso a tali dati.

Grazie a questa tecnologia sarà possibile accendere (finalmente!) un computer all’istante, ed accedere ai dati in esso contenuti in maniera infinitamente più veloce rispetto agli attuali dischi rigidi. Inoltre, poiché al contrario degli hard disks convenzionali, la Racetrack Memory non ha parti in movimento, sarà possibile riscrivere tale memoria infinite volte, il tutto con un consumo energetico svariate centinaia di volte inferiore.

Ci sono ancora svariati ostacoli da superare prima della commercializzazione, ma siamo abituati ad aspettare l’accensione del nostro computer, cosa volete che siano pochi anni?

Infedeltà coniugale? La soluzione è in un telefono spia

novembre 16, 2010 Tecnologia Nessun Commento

A molti di noi, almeno una volta nella vita è capitato di avere dubbi sulla fedeltà del proprio partner, a seguito di comportamenti strani, assenze sospette, improvvisi ritardi ed altro ancora. Spesso e volentieri, fortunatamente, basta una discussione con il proprio marito o la propria moglie per fugare questi dubbi e realizzare che non c’e’ nulla di cui preoccuparsi.

Purtroppo però, questo non sempre è possibile, e in molti casi, per assicurarsi che la persona con cui si vive abbia o meno qualcosa da nascondere, bisogna usare altri metodi, meno diretti, più sottilmente invasivi ma sicuramente in grado di fornire risultati inequivocabili.

Ad esempio ci si può rivolgere ad un investigatore privato, ma questa opzione, oltre ad essere costosa, potrebbe non sempre portare risultati apprezzabili, specie se la persona sotto controllo si muove con cautela. Per ottenere risultati rapidi e inequivocabili e scoprire un tradimento, occorrerebbe essere sempre accanto al proprio coniuge, in maniera invisibile. Impossibile… o no?

Se si è muniti del giusto equipaggiamento tecnologico, seguire una persona ovunque ed in qualsiasi momento è semplice ed efficace. Ad esempio, usando un cellulare spia potrete monitorarne le telefonate, ascoltandole in diretta o registrandole, leggerne tutti i messaggi SMS sia in entrata sia in uscita, rilevarne in tempo reale le coordinate geografiche e anche ascoltare le conversazioni che si svolgono intorno al cellulare stesso, quando lo stesso non è impegnato in una telefonata o addirittura mentre e’ spento!

Tutto questo grazie ad un programma assolutamente invisibile che, una volta installato sul cellulare del fedifrago (o della fedifraga), vi consentirà di prenderne il controllo a distanza, senza che l’utente se ne possa rendere minimamente conto. Inoltre, potrete impostarne i parametri di funzionamento sempre a distanza, tramite un semplice SMS che verrà intercettato dal software spia ed interpretato come istruzione operativa, senza venire visualizzato sul display.

Per scoprire come fare tutto questo ed altro ancora con il vostro Spy Phone, potete visitare il sito di Endoacustica e consultare i nostri esperti.

Un sensore per annusare gli esplosivi

novembre 16, 2010 Tecnologia Nessun Commento

La recente scoperta di esplosivi a bordo di aerei cargo, nascosti in spedizioni provenienti dallo Yemen, ha ancora una volta posto l’accento sulla necessità di trovare dei metodi rapidi e precisi per rilevare la presenza di bombe artigianali o professionali a bordo degli aerei e non solo.

Attualmente, questo compito è affidato al sensibilissimo olfatto dei cani, in grado di individuare l’odore di droga o esplosivo, anche se nascosto o mascherato da altri odori presenti nell’ambiente. Sfortunatamente però, trovare il cane giusto non è sempre facile, ed il programma di addestramento può essere assai costoso.

Per offrire un’alternativa affidabile ed accurata al naso di un cane, un team di scienziati della Tel Aviv University ha messo a punto un sensore anti esplosivo che, secondo gli ideatori, è più sensibile e più affidabile di qualsiasi cane.

Questo sensore è in grado di rilevare la presenza di svariati tipi di esplosivi, non ultimo il TNT, che attualmente viene cercato utilizzando apparecchiature costose, ingombranti e che richiedono lungo tempo e la presenza di un esperto per fornire i risultati del proprio lavoro.
Con la creazione di uno strumento maneggevole, dal costo limitato e che fornisca risultati affidabili ed immediati, il processo dei controlli di sicurezza negli aeroporti, nei porti e nei centri di smistamento spedizioni, sia per i passeggeri che per i bagagli e la merce, sarebbe notevolmente velocizzato e guadagnerebbe in efficienza, con ovvi vantaggi per la sicurezza dei voli e dei trasporti aerei, terrestri e navali.

L’apparecchio è costituito da nanofibre di silicio raggruppate a formare un nano transistor. Mettendone insieme oltre 200, è pertanto possibile analizzare e rilevare l’eventuale presenza di una vasta gamma di esplosivi ed agenti chimici, anche a distanza di qualche metro, il che permette di analizzare più elementi allo stesso tempo, con un margine di errore pari a zero.

L’infedeltà virtuale può annullare un matrimonio

novembre 15, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Ha destato grande scalpore, e non poteva essere altrimenti visto che si tratta di un caso unico al mondo, una sentenza di una Corte di Cassazione italiana secondo la quale, se un coniuge teorizza l’infedeltà coniugale, il matrimonio può essere annullato.

La sentenza del tribunale civile segue quella del Tribunale Ecclesiastico, che stabilisce una sorta di “processo alle intenzioni” di infedeltà coniugale. In pratica, sia secondo il Tribunale della Chiesa che secondo quello civile che ne ha recepito le indicazioni, se un coniuge dichiara di seguire il principio della cosiddetta “coppia aperta“, il matrimonio è da ritenersi nullo, anche se l’infedeltà non venga effettivamente portata a termine.
Infatti, la coppia aperta pregiudica il rapporto di fiducia esclusiva e reciproca alla base del matrimonio, che può pertanto essere dichiarato nullo.

Tale sentenza ha destato perplessità anche all’estero, specialmente nel Regno Unito, dove ogni notizia “particolare” proveniente dall’Italia assume spesso una certa rilevanza.
Ovviamente, anche in Italia la decisione del Tribunale non ha mancato di suscitare grandi discussioni. In Italia, infatti, secondo le leggi vigenti in tema di matrimonio ed infedeltà, tradire il coniuge può essere sanzionato, e portare allo scioglimento del vincolo coniugale, soltanto se il tradimento si verifichi effettivamente, e non in presenza soltanto di una sorta di “dichiarazione di intenti” in tal senso.

In breve, l’infedeltà deve essere la causa e non la conseguenza della crisi coniugale. Infatti, proprio per tale motivo risulta difficile provare che una crisi coniugale inizi in seguito ad un tradimento e non prima di esso, e pertanto oltre la metà dei tradimenti effettivamente consumati non vengono sanzionati dal giudice.

Ovviamente, se in Inghilterra risulta di difficile comprensione il fatto che un’autorità laica segua le indicazioni di un tribunale ecclesiastico, il tutto va visto attraverso gli occhi di un Paese (l’Italia) dove la morale cattolica è profondamente radicata, e il Vaticano, pur non esercitando in teoria alcun potere sullo Stato Italiano, è comunque in grado di orientarne la politica.

Microfoni nascosti per ascolto discreto

novembre 10, 2010 Tecnologia Nessun Commento

La sorveglianza audio ha fatto passi da gigante, grazie all’introduzione, ad esempio, delle microspie GSM, in grado di trasmettere il risultato delle proprie intercettazioni a distanza pressoché illimitata grazie alla scheda SIM incorporata che consente, con una semplice telefonata, di ascoltare in diretta le conversazioni che si svolgono in un luogo anche dall’altra parte del mondo.

Tuttavia, il cuore di un operazione di ascolto nascosto è costituito dai microfoni in miniatura, che almeno nell’aspetto esteriore non sono poi cambiati molto rispetto a quelli che vedevamo nei vecchi film di spionaggio ambientati nei paesi oltre la Cortina di Ferro.

Ovviamente, con il progresso tecnologico, le caratteristiche dei moderni microfoni da sorveglianza sono drasticamente cambiate in meglio: ora infatti abbiamo microfoni sempre più piccoli ma sempre più potenti, in grado di catturare suoni a distanza anche di qualche decina di metri, con filtri antirumore che permettono di tagliare fuori i rumori di fondo, in modo da poter ascoltare con estrema chiarezza soltanto quello che realmente ci interessa di un’operazione di sorveglianza: la voce umana.

Ne esistono di svariati tipi, dalle dimensioni ridottissime paragonabili a quelle di un mozzicone di sigaretta, in grado di funzionare nelle più diverse condizioni ambientali, e di trasmettere le proprie intercettazioni via radio su una ampia gamma di frequenze, tra i 20 ed i 16000 Hz.
Ogni operazione di polizia o di investigazione privata, di pedinamento o di raccolta prove, che necessita dell’uso di microfoni in miniatura, ha caratteristiche diverse e richiede uno specifico tipo di apparecchiatura e di microfono.

Per guidarvi nella scelta dei microfoni nascosti adatti alle vostre esigenze, è importante rivolgersi ad un esperto del settore; pertanto, vi consigliamo di visitare il sito di Endoacustica, dove troverete risposte a tutte le vostre domande in questo particolare campo.

Una telecamera volante per creare le vostre mappe personali

novembre 10, 2010 Tecnologia 2 Commenti

Una novità per la sorveglianza aerea di zone limitate, per il controllo del traffico e per una miriade di altre applicazioni, arriva dalla Svizzera, dove SenseFly ha lanciato la propria Swinglet CAM, un piccolo drone in grado di decollare autonomamente, per seguire un piano di volo predeterminato tramite un sistema di posizionamento GPS, e tornare a terra sempre in maniera automatica.

Swinglet Cam, che ovviamente può funzionare anche in maniera radiocomandata da terra, durante il suo volo può scattare immagini ad alta definizione e riprendere filmati video, che possono essere usati per una vasta gamma di applicazioni; ad esempio, grazie a questa telecamera volante è possibile monitorare il traffico stradale, tenere sotto controllo i movimenti di animali al pascolo, o anche creare una mappa fotografica della zona circostante.

Ovviamente poi, questa telecamera volante può rivelarsi utilissima per operazioni di sorveglianza aerea, ideale per monitorare i movimenti all’interno di un’area relativamente circoscritta. Il suo raggio d’azione in modalità preprogrammata è di circa 20 chilometri, con un’autonomia di volo di circa 30 minuti ed una velocità di punta di circa 50 chilometri orari.

Il suo percorso di volo può essere programmato inserendo fino a 20 coordinate GPS. Finché lo Swinglet si trova ad una distanza inferiore a circa 2 chilometri dal telecomando, sarà possibile cambiare tali coordinate in qualsiasi momento.
La dotazione di bordo dello Swinglet comprende una fotocamera integrata da 12 megapixel, ed un modem radio per la trasmissione, oltre ovviamente alla batteria con relativo caricatore. Installando un apposito software sul proprio computer si potrà comandare il drone da terra, anche se ne esiste una versione dotata di stazione di terra e relativo telecomando.

Il prezzo non è stato reso pubblico (probabilmente perché non deve essere esattamente a buon mercato), ma chi fosse interessato può contattare direttamente la SenseFly.

La microspia si nasconde nel mouse

novembre 9, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Quando si deve nascondere qualcosa, spesso ci si arrovella per trovare un luogo dove occultarla senza che nessuno possa scoprirla. A volte, però, si tende a dimenticare che spesso il modo migliore di nascondere una cosa è di metterla bene in vista, proprio lì sotto il naso di chi la cerca.

Nel campo della sorveglianza questo è particolarmente vero, e sono moltissime le microspie ambientali nascoste in oggetti di uso comune, dove nessuno mai penserebbe di cercare una minaccia. Ad esempio, grazie alla crescente miniaturizzazione della tecnologia di sorveglianza, un microfono nascosto può essere contenuto all’interno di una penna, di una calcolatrice da tavolo, o anche all’interno della fibbia di una cintura.

Ne esiste anche un particolare modello nascosto all’interno di un mouse per computer. A prima vista sembra un normalissimo mouse, perfettamente funzionante, ma il segreto è al suo interno, dove oltre ad un sensibilissimo microfono, che permette di intercettare conversazioni all’interno di una stanza o di un ufficio, si nasconde una scheda SIM, proprio come quella del vostro comune cellulare, grazie alla quale il risultato di tali intercettazioni può essere inviato tranquillamente a distanza, ad un ascoltatore che può trovarsi letteralmente ovunque.

Grazie al suo sensore di attivazione vocale, non appena viene rilevato un suono, la microspia si attiva automaticamente e inizia a trasmettere verso un numero di telefono predefinito. Inoltre, da questo numero sarà possibile impostare a distanza i parametri di funzionamento della microspia GSM, semplicemente inviando un SMS, che verrà interpretato come un’istruzione operativa.
L’attivazione automatica avviene anche non appena il mouse si muove, segnalando in questo modo, ad esempio, che la persona sotto sorveglianza è appena entrata in ufficio.

Se volete maggiori informazioni sul funzionamento del mouse microspia, vi consigliamo di visitare direttamente il sito Endoacustica e contattare i nostri esperti per una consulenza personalizzata in tema di sorveglianza a distanza.

Segnale wireless perfetto anche in situazioni estreme

novembre 9, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Chi si è trovato in zone lontane dal più vicino segnale di civiltà, come ad esempio in mezzo alle montagne o su un’isola sperduta nell’oceano, sa benissimo che anche cercare di captare il segnale del telefono cellulare può rappresentare un grosso problema. Figurarsi poi se si tratta di agganciarsi ad una rete wireless… nemmeno a provarci!

Per risolvere questo problema, e garantire la copertura del segnale wireless anche nei più remoti angoli del nostro pianeta, la Fujitsu ha presentato il suo progetto GaN-HEMT, un nuovo amplificatore di potenza che ha fatto registrare un livello di uscita record per le telecomunicazioni senza fili.

Grazie a questo amplificatore wireless sarà possibile ampliare la potenza di un sistema di comunicazioni senza fili fino a sei volte l’attuale livello, riuscendo a coprire con il segnale wireless zone che attualmente restano tagliate fuori dalla rete perché è impossibile farvi arrivare i cavi in fibra ottica.

Il sistema GaN HEMT (Gallium Nitride High Electron Mobility Transistor) è in grado di fornire una velocità di trasmissione di circa 10 Gbps, una prestazione allo stesso livello delle migliori reti in cavi di fibra ottica.

Finora, nelle prove in laboratorio, la Fujitsu è riuscita a sviluppare una potenza di circa 350 milliwatt usando amplificatori di questo tipo, operanti sulle bande C e Ku, che al contrario della banda a onde millimetriche W, non subiscono significative riduzioni di potenza causate dagli agenti atmosferici, ad esempio durante una tempesta tropicale che potrebbe ridurre notevolmente l’intensità del segnale in un’isola remota.

Nei prossimi mesi, i tecnici della Fujitsu lavoreranno per ampliare ulteriormente la potenza del segnale e la sua stabilità, usando tale tecnologia per creare delle linee portanti ad alta velocità per un accesso wireless senza limiti.

Una microspia che si avvia da sola

novembre 8, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Chi si occupa di sorveglianza, ad esempio forze dell’ordine ed investigatori privati, sa benissimo che durante un’operazione di intercettazione ambientale, la durata dei cosiddetti “tempi morti” supera di gran lunga quella della registrazione di conversazioni effettivamente utili alle indagini.

Ad esempio, posizionando una microspia in un ufficio, può capitare che la persona intercettata non rivolga la parola a nessuno per lunghe ore, e che le intercettazioni ambientali consistano semplicemente di rumori di fondo, quali ad esempio il ticchettio su una tastiera.

Questo genere di suoni rendono lunga e tediosa l’operazione di ascolto delle informazioni raccolte, e soprattutto, se la microspia è alimentata a batteria, la stessa potrebbe consumarsi rapidamente senza portare a risultati effettivi. Pertanto, occorre fare in modo di ottimizzare tale operazione di sorveglianza, utilizzando uno strumento quale una microspia ad attivazione vocale.

Questo genere di microspia, grazie al suo sensore di attivazione, è in grado di entrare in azione soltanto quando il sensore stesso rileva un rumore superiore ad una certa soglia, evitando pertanto di registrare e trasmettere soltanto rumori di fondo.
Si tratta di una microspia GSM, dotata di una scheda SIM proprio come quella di un comune cellulare, che viene usata per trasmettere le proprie intercettazioni verso un numero telefonico predefinito, a qualsiasi distanza, anche dall’altra parte del mondo!

La programmazione delle caratteristiche (sensibilità, avviso di rilevamento rumori ed altro) può essere comodamente fatta via SMS, agendo pertanto in tutta sicurezza. Inoltre, collegando la microspia GSM alla linea telefonica fissa, sarà possibile ascoltare tranquillamente tutte le telefonate in entrata ed in uscita, sempre con avvio automatico non appena la cornetta viene sganciata.

Per maggiori informazioni e dettagli sul funzionamento della microspia GSM, vi consigliamo di visitare il sito Endoacustica e contattare i nostri esperti.

Endoacustica Europe blog

Il blog che ti aggiorna sulle nuove tecnologie applicate alla sorveglianza audio video, difesa personale e controsorveglianza!

Calendario

febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

CONTATTACI:


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

ARTICOLI IN RILIEVO

Microfoni, microspie e microregistratori low cost

28 Gen 2014

Microfoni direzionali grandi come uno spillo. Telecamere e microspie nascoste dentro occhiali da vista o da sole, comunissime penne, chiavi e portachiavi, bottoni, camicie, cuscini e peluche. Insomma ovunque. Batterie che durano ore e si attivano a distanza o si spengono e si accendono automaticamente quando avvertono un rumore. Il mercato delle cimici e dei loro derivati è in continua evoluzione e l’offerta è davvero vastissima. Prezzi stracciati e soluzioni …

La risposta alle intercettazioni: lo Stealth Phone

4 Apr 2013

Sempre più spesso sulle prime pagine dei giornali si leggono notizie di intercettazioni telefoniche di conversazioni riguardanti politici, grandi imprenditori, funzionari pubblici e persone “importanti” in generale. In realtà oggi chiunque conosca anche solo di sfuggita una persona che occupa posizioni di rilievo o che abbia avuto dei guai con la legge rischia che le sue conversazioni vengano intercettate. L’unica soluzione è l’utilizzo di un cellulare criptato. Attraverso i diversi …

Grande tecnologia in piccole dimensioni

25 Gen 2013

Un piccolo cubo di 5cm per lato potrà presto rubare la scena ai tablet e agli occhiali smart. CuBox Pro, il nome del cubetto sfornato qualche settimana fa dalla Solid Run in versione aggiornata rispetto al primo modello del 2011. Al suo interno tutte le caratteristiche di un pc di ben altre dimensioni: un chip Arm dual core da 800 Mhz, due giga di Ram e memoria espandibile fino a …

Parola d’ordine: gadget

22 Gen 2013

L’hi-tech ha una nuova parola d’ordine: gadget. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti, più o meno utili e sempre più personalizzabili. Alcuni gadget hanno fatto capolino sul mercato nelle ultime settimane. Vediamo i più graditi. Ci aiuterà a non restare più senza batteria, il Nectar Mobile Power System, strumento di alimentazione portatile che assicura energia elettrica extra per oltre due settimane, per singolo dispositivo. …

Internet delle cose stravolgerà il nostro quotidiano

10 Dic 2012

Il Web 3.0 non è ancora molto lontano. Tutti i grandi laboratori stanno lavorando duramente per mettere a punto nuove applicazioni che riguardano l’Internet delle Cose. Con questo neologismo è stata battezzata l’ultima frontiera della tecnologia online. Il punto di forza risiede nella possibilità attribuita agli oggetti di interagire tra di loro acquisendo e scambiandosi informazioni. La sveglia ad esempio potrebbe suonare in anticipo una volta constatato, tramite internet, condizioni …

La tecnologia a servizio della sorveglianza

26 Nov 2012

Mini dirigibili wireless, missili ultraveloci che attraversano il pianeta in pochi minuti, piccoli elicotteri di video sorveglianza aerea, sistemi audio-video supersofisticati. Sono queste le più moderne tecnologie a servizio dei servizi segreti. Per spiare si usano particolari telefoni cellulari, computer sorvegliati a distanza e oggetti di uso quotidiano sapientemente modificati. Fonte senza limiti per i servizi segreti è senza dubbio internet ed in particolare i social network. Una sorta di …

Febbre da brevetti: ecco i più bizzarri

6 Nov 2012

Impazza la febbre da brevetti che vede protagoniste tutte le maggiori case produttrici di strumenti tecnologici esistenti al mondo. Queste idee sono custodite nella banca dati dell’Autorità americana “Uspto” e probabilmente un giorno troveranno reale applicazione.Vediamo alcuni tra i brevetti più bizzarri. Per evitare la tragica caduta al suolo dello smartphone, Amazon nel 2011 ha registrato un brevetto simpatico che vedrebbe l’apertura di alcuni airbag prima che il cellulare tocchi …

Gli scanner biometrici arrivano a scuola

12 Ott 2012

I sistemi di controllo degli accessi che utilizzano la biometria si stanno facendo sempre più largo nell’ambito di istituzioni ed aziende dato che permettono un elevato grado di sicurezza e lo snellimento delle procedure di controllo fisico. Da qualche giorno niente badge o cartellino anche per i docenti ed il personale Ata del liceo scientifico “Plinio Seniore” di Roma che ha imposto ai dipendenti l’utilizzo di scanner biometrici per segnalare …

Una pistola che lancia anelli di fumo per allontanare gli aggressori… e non solo!

23 Lug 2012

pistola vortex

Prendendo spunto dalle pistole giocattolo per bambini in grado di lanciare anelli di fumo, Battelle, azienda statunitense di Columbus, Ohio, per realizzare una vera e propria arma in grado di lanciare anelli di diverse sostanze gassose o di cariche elettriche. Secondo i ricercatori, questa pistola sarebbe in grado di lanciare questi anelli ad una distanza di quasi 46 metri e ad una velocità di circa 145 chilometri orari. Gli anelli …

ADS


 RILEVATORE MICROSPIE
bonifiche ambientali
Utilissimo rilevatore di segnale RF per la localizzazione di microspie e trasmettitori audio-video occultati in ambienti o automobili. Adatto per un utilizzo sia privato che professionale.
 MICROREGISTRATORI
microregistratori digitali Microregistratori digitali ad attivazione vocale, con durata di registrazione fino a 1200 ore. Sono usciti ormai da tempo dal grande schermo, per entrare di prepotenza nella vita di tutti i giorni, nelle situazioni più disparate che fino a pochi anni fa nemmeno la fervida fantasia di uno scrittore di spionaggio avrebbe potuto immaginare.
 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spyphone o cellulare spia gsm, è un normale telefonino su cui è stato installato preventivamente un software spia, che permette di monitorare la persona in possesso del telefono stesso. Lo Spyphone deve essere regalato (in ambito familiare), o concesso in dotazione (in ambito lavorativo).
 JAMMER
jammerPer proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.
 MICROAURICOLARI
spyphoneI micro auricolari permettono di comunicare con un telefono GSM discretamente, senza cioè alcun filo esterno. Adattabile a qualsiasi modello di cellulare in commercio. La piastrina induttiva, collegata al cellulare tramite un cavetto, trasmette quanto ricevuto all'auricolare celato nell'orecchio.
 MICROFONI DIREZIONALI
Microfoni direzionali completi di amplificatore, per ascoltare a debita distanza conversazioni in modo assolutamente discreto. Fornito di protezione anti-vento e un dispositivo che minimizza gli effetti negativi dovuti ad eventuali vibrazioni meccaniche.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta ed il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 MICRO TELECAMERE
Le Micro telecamere rappresentano un decisivo passo in avanti nella miniaturizzazione di elementi ottici, premiando un prodotto di rara fattezza e funzionalità. La microtelecamera, infatti, oltre ad avere ridottissime dimensioni (il suo diametro può raggiungere i 3.5mm x 8.6mm), possiede caratteristiche tecnico-funzionali ineguagliabili.
 VIDEOREGISTRATORI MINI
I Videoregistratori mini sono indicati per chi vorrebbe videoregistrare quello che vede, sia per svago che per i più svariati motivi professionali, ma non è in grado di usare una normale videocamera. Le possibilità di utilizzo di un sistema di registrazione così piccolo sono innumerevoli.
 CELLULARI CRIPTATI SAFE&TALK
cellulari criptatiI cellulari criptati Safe&Talk sono la soluzione software per una comunicazione mobile sicura. Se avete timore che qualcuno possa ascoltare le vostre conversazioni o leggere i vostri SMS sul vostro cellulare, Safe & Talk è la soluzione software efficace per effettuare chiamate criptate su rete GSM, con grado di affidabilità estremo offrendo la possibilità di criptare i vostri sms.
 KEYLOGGER
keyloggerKeylogger, è un dispositivo grande quanto il tappo di una penna, capace di registrare ogni carattere digitato sulla tastiera del PC su cui viene installato. Questo dispositivo registra tutto ciò che viene digitato sulla vostra tastiera.
 LOCALIZZATORI GPS
localizzatore satellitareLocalizzatori satellitari, è un sistema di gestione e localizzazione professionale che, grazie alle sue dimensioni ridotte e alle antenne GPS e GSM incorporate, può essere reso operativo in brevissimo tempo e può essere posizionato praticamente ovunque.
 VALIGIE DI SICUREZZA
valigie di sicurezzaLe valigie di sicurezza, sono preferiti dagli ufficiali più anziani e da uomini d'affari per il suo rivestimento in cuoio di alto valore, per lo stile alla moda, per l’ampia gamma di scopi. Ha le funzioni di impulso ad alto voltaggio, di controllo radio remoto, anti-perdita, antifurto ed altro.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.