Come registrare conversazioni di nascosto in ufficio, o dove vuoi tu, in tutta sicurezza

Microregistratore vocale a forma di carta di credito REC-CARD. Un campione di discrezione e di efficacia sul campo! Noi lo sappiamo bene: sul mercato esitono diversi micro registratori professionali validi, e soprattutto, “invisibili”. Eppure ogni qualvolta ci troviamo al cospetto di questo sottilissimo micro registratore digitale a forma di carta …

Attenzione ai nuovi gadget dei ladri

Potrebbe trattarsi dell’ultima trovata di ingegnosi ladri che non esitano a ricorrere alla tecnologia per mettere a segno colpi ai danni delle ignare vittime. La cronaca degli ultimi mesi riporta diversi casi in cui qualcuno lamenta di essere stato derubato, in casa o in azienda, dopo aver accettato da sconosciuti …

Come registrare conversazioni di nascosto in ufficio, o dove vuoi tu, in tutta sicurezza

Microregistratore vocale a forma di carta di credito REC-CARD. Un campione di discrezione e di efficacia sul campo! Noi lo sappiamo bene: sul mercato esitono diversi micro registratori professionali validi, e soprattutto, “invisibili”. Eppure ogni qualvolta ci troviamo al cospetto di questo sottilissimo micro registratore digitale a forma di carta …

Boom di software per proteggere i propri familiari

Nei prossimi anni assisteremo sia in Europa che negli Stati Uniti ad un boom di family locator devices. Si tratta di strumenti che consentono ad un genitore ad esempio di monitorare e localizzare figli e familiari visualizzando su una qualsiasi mappa online, posizione geografica e spostamenti. Per tenerli d’occhio basterà …

Articoli Recenti:

Un jammer vi assicura che tutti i cellulari siano spenti

aprile 12, 2010 Tecnologia Nessun Commento

MJ 2000

Esistono varie situazioni in cui bisogna assicurarsi che, all’interno di un determinato ambiente, non ci sia alcun tipo di interferenze esterne. Ad esempio, durante un concerto di musica classica è bene fare in modo che tutti i presenti spengano i loro cellulari, per evitare di disturbare astanti e musicisti.

Durante una riunione riservata o una conferenza, qualcuno potrebbe avere dimenticato il proprio telefono acceso, o peggio, potrebbe usarlo per far filtrare verso l’esterno delle informazioni che si suppone restino confidenziali.

Per proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.

Il jammer è un piccolo apparecchio, che può essere grande anche quanto un pacchetto di sigarette, che emette delle onde di disturbo le quali impediscono le comunicazioni a tutti i tipi di telefoni cellulari (GSM, UMTS e 3G), reti WiFi e connessioni Bluetooth, in un raggio di circa 15 metri. L’utente di un cellulare che si trova nel raggio d’azione del jammer non si renderà conto dell’azione di disturbo ma sarà solo in grado di vedere che il suo cellulare “non ha campo”, senza poter fare nulla per comunicare con l’esterno.

In questo modo, le vostre conversazioni riservate resteranno tali, o potrete gustarvi un concerto o un film al cinema senza dover temere di essere disturbati dal fastidioso trillo del cellulare del vostro vicino di posto!

Un cellulare sicuro… sì, quello della polizia!

aprile 12, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Vauxhall

Quando la polizia deve trasportare delle persone appena arrestate verso la prigione, garantire la sicurezza di tutti gli occupanti del furgone che effettua il trasporto è essenziale, sia per proteggere i poliziotti da eventuali reazioni dell’arrestato, che per evitare che quest’ultimo possa avere reazioni inconsulte, o farsi del male in caso di incidenti.

Per venire incontro a questa esigenza, la casa automobilistica britannica Vauxhall ha messo in produzione un modello particolare del suo furgone Vivaro, al quale è stata aggiunta una vera e propria cella nella zona posteriore.

Particolare attenzione è stata dedicata proprio alla sicurezza del passeggero “forzato” del retro, soprattutto in considerazione delle condizioni di alto rischio in cui i piloti di furgoni cellulari si trovano ad operare, mettendo a repentaglio la sicurezza di tutti i passeggeri. In tal senso, la cella del Vivaro ha passato una serie di crash test che ne hanno dimostrato la robustezza e la resistenza agli urti, ottenute non solo grazie all’uso di materiali adatti, airbags ed altro, ma anche tramite una particolare disposizione dei sedili che evita il rischio di collisioni tra gli occupanti della parte posteriore.

Il Vivaro Prison Cell, risultato dei test effettuati dalla casa britannica, verrà prossimamente consegnato a 54 diverse stazioni di polizia del Regno Unito per un periodo di prova. Una volta valutato l’esito della prova, il furgone cellulare potrebbe entrare in uso presso tutte le stazioni del Regno di Sua Maestà Britannica, per trasportare fino a 6 passeggeri in maniera sicura e senza rischi per la loro incolumità.

Un altro robot subacqueo, completamente autonomo

aprile 12, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Solo

Pochi post fa abbiamo parlato di un robot subacqueo, e anche oggi vi segnaliamo un’altra novità in questo senso.
Solo-Trec è un veicolo subacqueo senza pilota, in grado di generare da sé l’energia necessaria alla propulsione del veicolo stesso e all’alimentazione dei sistemi di bordo, grazie all’utilizzo di energia rinnovabile.

Infatti, tale veicolo viene alimentato da un motore che si ricarica grazie alle differenze di temperatura che si possono trovare a diverse profondità. A rendere possibile tale ricarica sono dei materiali chiamati “phase-change” (a cambio di fase), contenuti all’interno di tubi che si espandono o contraggono a seconda della temperatura dell’acqua circostante.

Tale espansione o contrazione fa muovere dell’olio contenuto all’interno, che genera il movimento del motore idraulico necessario a produrre energia per ricaricare le batterie, che a loro volta alimentano il motore usato per il movimento.

Il sistema Solo-Trec è stato sviluppato da ricercatori della NASA in collaborazione con la University of California, è dotato di strumenti scientifici e di ricevitore GPS per determinarne la posizione e la rotta, ed è stato testato con più di 300 immersioni fino a profondità di 500 metri, nonché una prova di lunga durata, effettuate al largo delle Hawaii.

Un sistema del genere, grazie alle sue caratteristiche di durata, può essere utilizzato per scopi scientifici, ad esempio per un monitoraggio a lungo termine delle condizioni di salute del mare, utilizzando le necessarie apparecchiature.

In alternativa, utilizzando Solo-Trec come supporto per apparecchiature per la video sorveglianza, è possibile utilizzarlo per operazioni di monitoraggio delle acque intorno ad obiettivi particolarmente sensibili. Il tutto utilizzando energia pulita e virtualmente illimitata.

La vostra ragazza vi tradisce? Provate con un cellulare spia

aprile 10, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Nokia

Come qualcuno di voi lettori saprà, il vostro umile blogger vive al di là di quelle che una volta era la Cortina di Ferro. E probabilmente saprete che le donne di questi paesi sono famose per la loro bellezza, e che il flusso migratorio verso l’Ovest è ormai divenuto un’onda di piena a causa della crisi finanziaria mondiale.

Quindi non mi stupii quando seppi che la ragazza di un mio amico si stava trasferendo in Germania. Quello che mi colpì invece fu quando il mio amico mi chiese di fornirgli un cellulare spia, che a sua volta lui avrebbe regalato alla sua ragazza per tenerla sotto controllo in caso di problemi.

Ad una prima occhiata, lo Spy Phone è assolutamente uguale ad un normale cellulare, con una differenza. Tale differenza consiste in un piccolo software installato in maniera del tutto invisibile, che permette ad un ascoltatore terzo di sapere tutto quel che succede a chi lo usa, a qualsiasi distanza.

Infatti, mentre chi usa il telefono effettua e riceve chiamate normalmente, e manda e riceve messaggi, quello che non sa è che questi messaggi possono essere inviati automaticamente in copia verso un numero preimpostato, e che ad ogni chiamata, viene inviato un SMS verso lo stesso numero, da dove con una semplice chiamata sarà possibile ascoltare la conversazione in tempo reale senza essere notati.

Inoltre è possibile ascoltare le conversazioni che si svolgono intorno al cellulare stesso, anche da spento, usandolo come una microspia; e tutte queste funzioni vengono svolte senza dare segnali di attività o lasciando segni nell’archivio storico.

Grazie a tutto questo, il mio amico purtroppo ebbe la possibilità di scoprire che il lavoro della sua ragazza era… il lavoro più antico del mondo!

Volo inaugurale per l’aereo a pannelli solari

aprile 10, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Impulse

Dopo una serie di prove svolte negli ultimi mesi dell’anno scorso, i cieli della Svizzera hanno visto nei giorni scorsi il primo volo dell’aereo solare più grande che abbia mai preso il volo finora.

Battezzato Solar Impulse, questo velivolo alimentato interamente tramite pannelli solari ha raggiunto un’altiudine massima di 1200 metri, in un volo durato circa un’ora e mezza. La sua apertura alare di 63 metri circa equivale a quella di un aereo di linea di medie dimensioni, mentre la sua leggerezza (pesa praticamente come un’automobile) gli consente di staccarsi da terra ad una velocità minima di soli 60 chilometri orari.

Per ora questi sono soltanto i primi timidi passi nell’aria, anche se tecnicamente, il Solar Impulse aveva già preso il volo, ma solo per poche centinaia di metri e a un solo metro da terra.
Il prossimo passo sarà di far volare l’aereo solare anche di notte, mentre l’obiettivo finale di questo progetto è quello di rendere pronto il velivolo per un volo di circumnavigazione del globo senza scalo da compiere, nelle intenzioni del team, entro la fine dell’anno 2012.

La strada da percorrere è ancora lunghissima, e comprende anche la costruzione di un secondo velivolo per poter accelerare i test e prepararsi per la circumnavigazione. Nelle intenzioni di Bertrand Piccard, inventore del Solar Impulse, tale progetto potrebbe avere un ruolo essenziale nel futuro sviluppo di mezzi di trasporto aereo ad energia rinnovabile.

Forse un giorno i nipoti dei nostri nipoti potranno veramente viaggiare su aerei intercontinentali non inquinanti, silenziosi ed alimentati grazie alla luce del sole. Quel giorno, se mai arriverà, il nostro pianeta sarà un posto migliore.

Anche Yamaha ora produce microauricolari interni

aprile 9, 2010 Tecnologia Nessun Commento

EPH

Il colosso giapponese Yamaha ha annunciato la messa in commercio dei primi microauricolari da inserire all’interno dell’orecchio, destinati al consumo di massa, ma strizzando un occhio anche ad un’utenza di tipo professionale.

Per la Yamaha si tratta del primo approccio verso questo tipo di mercato, e viene compiuto mediante tre modelli differenti di auricolari. Il modello base EPH-20 ha un diametro di circa 1.1 centimetri, mentre i modelli EPH-30 ed EPH-50 hanno un diametro rispettivamente di 9 mm e di 13 millimetri.

Il costo di vendita varia dai 20 dollari dell’EPH-20 fino a giungere ai 100 dollari del modello EPH-50,ideale per un utilizzo anche di tipo professionale, robusto e dotato di adattatore per il jack da 0.25” del vostro stereo di casa.

Ovviamente, si tratta di modelli adatti ad una tipologia di utente orientata verso un utilizzo per svago o per l’ascolto di musica. Nonostante le caratteristiche di qualità, infatti, questo tipo di auricolari non potrebbe certamente essere usato nel nostro campo, in quanto le operazioni di audio sorveglianza o di raccolta di intelligence richiederebbero a chi le compie di avvalersi di microauricolari invisibili senza fili.

Questo genere di auricolari vengono inseriti all’interno dell’orecchio, e restando completamente invisibili all’esterno, sono in grado di trasmettere e ricevere suoni anche a distanza illimitata, collegandosi via Bluetooth ad un sistema di tipo GSM Watch, ossia un normale orologio che al suo interno contiene una scheda SIM come quella del vostro cellulare, e che consente di collegarsi telefonicamente, in maniera del tutto invisibile, con un ascoltatore esterno che potrà fornire istruzioni in tempo reale, ascoltando cosa avviene intorno al suo interlocutore senza che la gente attorno se ne renda conto.

Un robot con un sesto senso per vedere sott’acqua

aprile 9, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Snookie

La crescente automazione della tecnologia robotica sta portando sempre più verso sistemi dotati di una vera e propria intelligenza artificiale, in grado di svolgere i loro compiti in maniera indipendente, regolandosi in base alle condizioni dell’ambiente che li circonda. In ambienti estremi, occorre affidarsi a sistemi dotati di sensori che possano costituire una sorta di “sesto senso“, in grado di generare la giusta reazione agli stimoli esterni.

Tale serie di sensori, ispirato alle linee laterali, ovvero degli organi sensoriali usati da alcuni anfibi per orientarsi in acque limacciose, è stato montato su un robot subacqueo da parte di ricercatori della Technische Universitaet di Monaco di Baviera.

Le linee laterali, presenti solo in animali anfibi, servono per rilevare i movimenti nell’acqua circostante e reagire pertanto ad eventuali stimoli o pericoli esterni. Fornendo i robot subacquei di un sistema che possa svolgere le stesse funzioni, sarà pertanto possibile garantirne un funzionamento autonomo in acque profonde o durante operazioni di bonifica di tubazioni.

Il robot, chiamato Snookie, è dotato pertanto di un organo artificiale che, grazie ad una rete di microsensori termici piazzati sul corpo del robot stesso, è in grado di misurare i cambiamenti nel movimento e nella pressione dell’acqua circostante, con estrema precisione e con un consumo energetico ridottissimo.
In questo modo, Snookie è in grado di rilevare ostacoli e pericoli ad una distanza di circa 20-25 centimetri intorno a sé.

La sua lunghezza di 80 centimetri circa, con un diametro di circa 30, ne permette l’utilizzo non soltanto in acque aperte, ma anche all’interno di tubazioni, quali ad esempio quelle di un acquedotto, per individuare eventuali potenziali danni alla struttura ed intervenire in tempo.

La realtà aumentata al servizio della guida sicura

marzo 23, 2010 Tecnologia Nessun Commento

AR Windshield

Trovarsi a guidare sotto una fitta pioggia, o in una nebbia che si taglia col coltello, non è certo un’esperienza piacevole, e spesso usare i fari fendinebbia non migliora di molto la situazione. In casi del genere, fortunatamente, la tecnologia moderna può venirci incontro, almeno secondo le ultime sperimentazioni svolte dalla General Motors.

Il colosso di Detroit, infatti, sta sviluppando uno speciale tipo di parabrezza che, montato sulle sue auto, consentirebbe una guida più sicura ed un più facile orientamento in condizioni di scarsa visibilità, utilizzanto il principio della realtà aumentata.

In pratica, il parabrezza della vostra auto diventerebbe un unico grande display, sul quale verrebbero proiettati dati ed immagini, raccolti tramite una serie di telecamere e di sensori, che aiutano a ricostruire l’immagine che il guidatore vedrebbe in quel momento se la visibilità fosse normale. Oltre a questo, il sistema è in grado, proprio come un normale navigatore GPS, di rilevare incidenti o blocchi stradali.

I sensori sul parabrezza, inoltre, possono registrare i movimenti e le reazioni del guidatore, aiutandolo a mantenere un corretto stile di guida, ad esempio proiettando sullo schermo la linea che delimita la carreggiata, in modo da evitare uscite di strada anche se la nebbia dovesse essere così fitta da non poter vedere la linea stessa.

Il parabrezza a realtà aumentata usa apparecchiature di visione notturna a raggi infrarossi, sistemi di navigazione GPS e sensori di vario tipo, abbinati ad uno schermo al fosforo. Si potrebbe anche aggiungere al tutto un’interfaccia in grado di avvisare il guidatore su limiti di velocità ed uscite stradali, e la sicurezza sarebbe completa. In questa fase, non è previsto un lancio immediato sul mercato, ma nel prossimo futuro, le nostre auto potrebbero essere molto diverse da come le conosciamo ora.

Microregistratori spia

marzo 22, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Miniat

La cassetta degli attrezzi della perfetta spia è cambiata drasticamente nel corso degli anni, ma sempre utilizzando gli ultimo ritrovati della tecnologia miniaturizzata, che sia una penna stilografica che al suo interno nasconde una pistola come nei film di James Bond, un microtrasmettitore nascosto nella fibbia di quelal che sembra una normale cintura, o un micro registratore audio digitale che somigli, ad esempio, al portachiavi della vostra auto.

Gli agenti segreti sono sempre stati all’avanguardia nell’uso della tecnologia, perchè per poter carpire informazioni segrete, bisogna essere il più possibile discreti ed invisibili, e la tecnologia audio in miniatura è il perfetto complemento per questo tipo di lavoro.
Al giorno d’oggi, un sistema di registrazione può essere piccolo come una moneta da 2 Euro, e può contenere al suo interno una scheda di memoria dalla capacità fino a 32 Gigabyte, il che vuol dire che, grazie al suo microfono miniaturizzato, è possibile captare e registrare ore ed ore di conversazioni e suoni, senza essere minimamente notati.

Dopo tutto, chi potrebbe mai pensare che una penna, un portachiavi, una stilografica, un drive USB o un accendino, mentre funzionano perfettamente come tali, nascondano in realtà un registratore spia in miniatura, ad alta sensibilità e capace di captare suoni in un raggio di 10 metri con estrema chiarezza?

Il moderno agente segreto ha a sua disposizione una serie di apparecchiature per registrare suoni o conversazioni, per girare video o raccogliere immagini segrete, così come cavi in fibra ottica che possonoe ssere usati come telecamere nascoste, o anche cellulari che trasmettono segretamente le proprie conversazioni in tempo reale ad un ascoltatore lontano.

Tutti questi attrezzi hanno in comune una caratteristica: sono quasi invisibili, e la loro vera funzione non è immediaatamente intuibile, rendendoli perfetti per operazioni sotto copertura!

Oggi una videocamera da sorveglianza rileva anche obiettivi puntati

marzo 22, 2010 Tecnologia Nessun Commento

CS300K

Quando si organizza la difesa di obiettivi sensibili quali ad esempio ambasciate, installazioni militari o qualsiasi obiettivo che possa rivestire un valore simbolico per terroristi di qualsiasi tipo, si devono prendere in considerazione non solo le minacce immediate quali autobombe o kamikaze, ma anche quelle meno immediate, come ad esempio la presenza in zona di persone che possano fotografare o riprendere il luogo sotto protezione, per preparare eventuali piani per un attentato.

Per difendersi da questo tipo di minacce non immediate, è stata pensata la telecamera per sorveglianza video a lunga distanza CS300K, prodotta dalla JET Protect.

Il funzionamento di questa telecamera si basa sullo stesso effetto “anti occhi rossi” usato dai flash delle normali fotocamere domestiche, proiettandolo a distanze anche di centinaia di metri, per rilevare binocoli, foto e video camere, o addirittura il visore di un fucile ad alta precisione; se tarata al massimo della potenza, può anche rilevare gli occhi umani!

Grazie ad essa sarà possibile integrare la protezione armata, con un sistema di “early warning” che permette di rilevare allarmi prima che sia troppo tardi, grazie all’azione combinata dei raggi laser e del suo software incorporato. In questo modo sarà possibile passare all’azione, sia offensiva che difensiva, salvando vite umane o sventando un eventuale attacco.
Pertanto, questo sistema segna il passaggio dalla videosorveglianza puramente passiva ad una attiva.

I produttori prevedono di trovare mercato per la telecamera CS300K non soltanto presso esercito od enti militari, ma anche presso agenzie di sicurezza che proteggono persone a rischio quali diplomatici o negoziatori, sempre a rischio di attacchi terroristici a causa della delicatezza del loro lavoro.

Endoacustica Europe blog

Il blog che ti aggiorna sulle nuove tecnologie applicate alla sorveglianza audio video, difesa personale e controsorveglianza!

CALCOLATRICE SPIA GSM


Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

CONTATTACI:


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

ARTICOLI IN RILIEVO

Come registrare conversazioni di nascosto in ufficio, o dove vuoi tu, in tutta sicurezza

10 Lug 2017

rec-card-micro-registratore-carta-credito

Microregistratore vocale a forma di carta di credito REC-CARD. Un campione di discrezione e di efficacia sul campo! Noi lo sappiamo bene: sul mercato esitono diversi micro registratori professionali validi, e soprattutto, “invisibili”. Eppure ogni qualvolta ci troviamo al cospetto di questo sottilissimo micro registratore digitale a forma di carta di credito, ne restiamo puntualmente affascinati, tanto da consigliarlo alle migliori agenzie di sorveglianza e investigazioni italiane ed estere. Perché …

Microfoni, microspie e microregistratori low cost

28 Gen 2014

Microfoni direzionali grandi come uno spillo. Telecamere e microspie nascoste dentro occhiali da vista o da sole, comunissime penne, chiavi e portachiavi, bottoni, camicie, cuscini e peluche. Insomma ovunque. Batterie che durano ore e si attivano a distanza o si spengono e si accendono automaticamente quando avvertono un rumore. Il mercato delle cimici e dei loro derivati è in continua evoluzione e l’offerta è davvero vastissima. Prezzi stracciati e soluzioni …

La risposta alle intercettazioni: lo Stealth Phone

4 Apr 2013

Sempre più spesso sulle prime pagine dei giornali si leggono notizie di intercettazioni telefoniche di conversazioni riguardanti politici, grandi imprenditori, funzionari pubblici e persone “importanti” in generale. In realtà oggi chiunque conosca anche solo di sfuggita una persona che occupa posizioni di rilievo o che abbia avuto dei guai con la legge rischia che le sue conversazioni vengano intercettate. L’unica soluzione è l’utilizzo di un cellulare criptato. Attraverso i diversi …

Grande tecnologia in piccole dimensioni

25 Gen 2013

Un piccolo cubo di 5cm per lato potrà presto rubare la scena ai tablet e agli occhiali smart. CuBox Pro, il nome del cubetto sfornato qualche settimana fa dalla Solid Run in versione aggiornata rispetto al primo modello del 2011. Al suo interno tutte le caratteristiche di un pc di ben altre dimensioni: un chip Arm dual core da 800 Mhz, due giga di Ram e memoria espandibile fino a …

Parola d’ordine: gadget

22 Gen 2013

L’hi-tech ha una nuova parola d’ordine: gadget. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti, più o meno utili e sempre più personalizzabili. Alcuni gadget hanno fatto capolino sul mercato nelle ultime settimane. Vediamo i più graditi. Ci aiuterà a non restare più senza batteria, il Nectar Mobile Power System, strumento di alimentazione portatile che assicura energia elettrica extra per oltre due settimane, per singolo dispositivo. …

Internet delle cose stravolgerà il nostro quotidiano

10 Dic 2012

Il Web 3.0 non è ancora molto lontano. Tutti i grandi laboratori stanno lavorando duramente per mettere a punto nuove applicazioni che riguardano l’Internet delle Cose. Con questo neologismo è stata battezzata l’ultima frontiera della tecnologia online. Il punto di forza risiede nella possibilità attribuita agli oggetti di interagire tra di loro acquisendo e scambiandosi informazioni. La sveglia ad esempio potrebbe suonare in anticipo una volta constatato, tramite internet, condizioni …

La tecnologia a servizio della sorveglianza

26 Nov 2012

Mini dirigibili wireless, missili ultraveloci che attraversano il pianeta in pochi minuti, piccoli elicotteri di video sorveglianza aerea, sistemi audio-video supersofisticati. Sono queste le più moderne tecnologie a servizio dei servizi segreti. Per spiare si usano particolari telefoni cellulari, computer sorvegliati a distanza e oggetti di uso quotidiano sapientemente modificati. Fonte senza limiti per i servizi segreti è senza dubbio internet ed in particolare i social network. Una sorta di …

Febbre da brevetti: ecco i più bizzarri

6 Nov 2012

Impazza la febbre da brevetti che vede protagoniste tutte le maggiori case produttrici di strumenti tecnologici esistenti al mondo. Queste idee sono custodite nella banca dati dell’Autorità americana “Uspto” e probabilmente un giorno troveranno reale applicazione.Vediamo alcuni tra i brevetti più bizzarri. Per evitare la tragica caduta al suolo dello smartphone, Amazon nel 2011 ha registrato un brevetto simpatico che vedrebbe l’apertura di alcuni airbag prima che il cellulare tocchi …

Gli scanner biometrici arrivano a scuola

12 Ott 2012

I sistemi di controllo degli accessi che utilizzano la biometria si stanno facendo sempre più largo nell’ambito di istituzioni ed aziende dato che permettono un elevato grado di sicurezza e lo snellimento delle procedure di controllo fisico. Da qualche giorno niente badge o cartellino anche per i docenti ed il personale Ata del liceo scientifico “Plinio Seniore” di Roma che ha imposto ai dipendenti l’utilizzo di scanner biometrici per segnalare …

ADS


 RILEVATORE MICROSPIE
bonifiche ambientali
Rilevatore di giunzioni non lineari capace di scoprire dispositivi elettronici nascosti, anche se il dispositivo emette irradiazioni, abbia fili o sia acceso.
 MICROREGISTRATORI
Nuovissimi microregistratori digitali con durata di registrazione fino a 1200 ore. Utilissimi per raccogliere prove o scoprire tradimenti di ogni tipo. I modelli ad attivazione vocale VAS permettono inoltre una maggiore autonomia di consumi. Affidabilità, efficacia e prezzo conveniente.
 JAMMER
jammerPer proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.
 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spy phone, o cellulare spia, è un normale cellulare su cui viene installato un software spia capace di intercettare qualsiasi azione intrapresa sul cellulare stesso (chiamate, SMS, foto ecc.). Il software spia per spyphone è funzionante sulla maggior parte degli smartphone con sistema operativo Android, iOS e Blackberry.
 MICROAURICOLARI
microauricolareI micro auricolari permettono di comunicare con un telefono GSM discretamente, senza cioè alcun filo esterno. Adattabile a qualsiasi modello di cellulare in commercio. La piastrina induttiva, collegata al cellulare tramite un cavetto, trasmette quanto ricevuto all'auricolare celato nell'orecchio.
 MICROFONI DIREZIONALI
Microfoni direzionali completi di amplificatore, per ascoltare a debita distanza conversazioni in modo assolutamente discreto. Fornito di protezione anti-vento e un dispositivo che minimizza gli effetti negativi dovuti ad eventuali vibrazioni meccaniche.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta ed il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 MICRO TELECAMERE
Le Micro telecamere rappresentano un decisivo passo in avanti nella miniaturizzazione di elementi ottici, premiando un prodotto di rara fattezza e funzionalità. La microtelecamera, infatti, oltre ad avere ridottissime dimensioni (il suo diametro può raggiungere i 3.5mm x 8.6mm), possiede caratteristiche tecnico-funzionali ineguagliabili.
 VIDEOREGISTRATORI MINI
I Videoregistratori mini sono indicati per chi vorrebbe videoregistrare quello che vede, sia per svago che per i più svariati motivi professionali, ma non è in grado di usare una normale videocamera. Le possibilità di utilizzo di un sistema di registrazione così piccolo sono innumerevoli.
 CELLULARI CRIPTATI SAFE&TALK
cellulari criptatiI cellulari criptati Safe&Talk sono la soluzione software per una comunicazione mobile sicura. Se avete timore che qualcuno possa ascoltare le vostre conversazioni o leggere i vostri SMS sul vostro cellulare, Safe & Talk è la soluzione software efficace per effettuare chiamate criptate su rete GSM, con grado di affidabilità estremo offrendo la possibilità di criptare i vostri sms.
 KEYLOGGER
keyloggerKeylogger, è un dispositivo grande quanto il tappo di una penna, capace di registrare ogni carattere digitato sulla tastiera del PC su cui viene installato. Questo dispositivo registra tutto ciò che viene digitato sulla vostra tastiera.
 LOCALIZZATORI GPS
localizzatore satellitareLocalizzatori satellitari, è un sistema di gestione e localizzazione professionale che, grazie alle sue dimensioni ridotte e alle antenne GPS e GSM incorporate, può essere reso operativo in brevissimo tempo e può essere posizionato praticamente ovunque.
 VALIGIE DI SICUREZZA
valigie di sicurezzaLe valigie di sicurezza, sono preferiti dagli ufficiali più anziani e da uomini d'affari per il suo rivestimento in cuoio di alto valore, per lo stile alla moda, per l’ampia gamma di scopi. Ha le funzioni di impulso ad alto voltaggio, di controllo radio remoto, anti-perdita, antifurto ed altro.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.