Come sorvegliare un ambiente con una mini telecamera compatta over IP WiFi

Le microtelecamere IP vengono largamente impiegate in ambito di sorveglianza audio/video per monitorare ambienti, veicoli, persone ecc. da qualunque distanza. Inoltre offrono notevoli vantaggi sia in termini di praticità d’uso sia di convenienza di prezzo, basti pensare per esempio ai costi proibitivi di alcuni impianti cablati di tipo analogico. La peculiarità principale …

Come proteggere il proprio cellulare con un software anti intercettazione

Difendersi da hacker e ladri di dati su smartphone e dispositivi mobili non è facile, ma nemmeno impossibile se si hanno a disposizione gli strumenti giusti. Parliamo in questo caso di specifici programmi di sicurezza e dispositivi hardware di protezione che lavorano efficacemente per assicurare all’utente la tutela completa delle …

Triste escalation dei crimini informatici in tutto il mondo. I settori più colpiti? Finanza e governi.

Dal Global Threat Intelligence Report 2017 del gruppo NTT Security, che si preoccupa di fotografare l’andamento del cybercrime a livello internazionale, emergono dati decisamente allarmanti: il fenomeno della pirateria informatica a danno delle aziende in questi ultimi anni sarebbe in aumento un po’ ovunque. I settori economici più colpiti? Finanza …

Come proteggere la vostra carta di credito contactless (e non solo) dal furto wireless dei dati

Se per caso siete abituati a pagare i vostri acquisti con una carta di pagamento contactless, fate molto attenzione: i vostri soldi potrebbero essere in serio pericolo! Tutta colpa dei neo-borseggiatori di carte di pagamento wireless, che agiscono indisturbati derubando la gente senza nemmeno sfiorarla. Vi sembra una bufala? Leggete quanto segue e …

Articoli Recenti:

Avete perso una mano? Ora potete recuperare il senso del tatto

ottobre 15, 2009 Biotecnologia Nessun Commento

Limb

Le protesi robotizzate attualmente usate per restituire almeno una parvenza di dignità a persone che hanno perso braccia o mani a seguito di un incidente, hanno una serie di limiti. Al primo posto, oltre alla scomodità nell’indossarle, viene l’assenza di risposta dal punto di vista sensoriale, che rende assai difficile dimenticare che si sta utilizzando una protesi.

Presso la University of Michigan si sta sviluppando una sorta di manica, da posizionare sulle terminazioni nervose interrotte, che può migliorare le funzioni delle protesi manuali, e restituire le sensazioni tattili ai pazienti.

I ricercatori hanno creato una sorta di interfaccia composta di cellule muscolari e di materiale polimerico, che collega le terminazioni nervose alla mano prostetica. Grazie a questa giunzione neuro-muscolare, il cervello può controllare i movimenti dei muscoli. Utilizzando questa interfaccia, i segnali inviati dalle terminazioni nervose, normalmente inutilizzabili, vengono resi utili a comandare movimenti e generare sensazioni tattili.

Le cellule muscolari montate sul “guanto” e le terminazioni nervose interagiscono tra loro, creando un collegamento stabile. Negli esami di laboratorio, i risultati hanno indicato che non solo l’utilizzo di questa interfaccia consente di migliorare il controllo del movimento della protesi, ma anche e soprattutto che questo collegamento consente una comunicazione in entrambe le direzioni, inviando impulsi tattili e termici al cervello, che può così distinguere una superficie ruvida da una liscia, e una calda da una fredda.

Il progetto, finanziato dal Ministero della Difesa americano, nasce dall’esigenza di migliorare la vita dei feriti nelle guerre in Iraq e Afghanistan, ma ovviamente crea sviluppi interessanti anche per tutti coloro che hanno subito mutilazioni ad esempio sul lavoro. I primi test su esseri umani, per cominciare ad offrire loro un barlume di speranza, sono previsti tra tre anni.

Vedere e sentire attraverso i muri: onde radio e fibre ottiche

ottobre 13, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Radio

Dei ricercatori della University of Utah stanno sviluppando un sistema che consente di usare una rete di trasmettitori radio senza fili, allo scopo di rilevare i movimenti delle persone al di là di una parete.
Grazie a questo sistema di rilevazione, basato sull’invio di immagini tomografiche via radio (Radio Tomographic Imaging, RTI), polizia, forze di sorveglianza e vigili del fuoco potranno rilevare intrusi o persone intrappolate all’interno di edifici in fiamme, tramite il posizionamento di piccoli trasmettitori e ricevitori nella zona.

Il sistema RTI legge le “ombre” delle onde radio quando esse attraversano una persona in movimento, e su tale base costruisce un’immagine. In un esperimento usato come esempio, gli scienziati hanno creato una piccola rete con 28 trasmettitori e ricevitori radio, dal costo ridottissimo, applicandoli all’interno di una stanza e nel giardino antistante la casa, disposti in maniera rettangolare.

A questo punto veniva misurata la forza del segnale radio, prima con il rettangolo vuoto, e poi con una persona al suo interno. Trasferendo i relativi dati ad un computer con un programma di calcolo, tale programma creava una immagine molto sfocata, quasi un’ombra, della persona.
Affinando metodo e tecniche di rilevazione, si è giunti fino a seguire i movimenti di una persona anche attraverso un muro. Il sistema utilizzato non è una rete Wi-Fi come quella dei normali computers domestici, pertanto non può essere rilevata dalle apparecchiature che usano tale protocollo, e può essere usata per la sorveglianza di persone sospette. Il protocollo di comunicazione Zigbee, utilizzato per questo sistema, è generalmente usato per apparecchiature di automazione domestica.

Essendo basato su onde radio, può funzionare anche al buio e, proprio a causa dell’immagine molto sfocata che viene restituita, non rappresenta una minaccia per la privacy. Per ottenere immagini di migliore qualità, allo stato attuale, la soluzione ottimale è rappresentata dall’utilizzo di apparecchiature in fibre ottiche, quale ad esempio un endoscopio, costituito da un minuscolo cavo a fibre ottiche del diametro di 2.5 millimetri, alla cui estremità è posizionata una microcamera a spillo.

Basta praticare un foro nel muro ed inserire il cavo, e magari collegare l’endoscopio ad un videoregistratore digitale per registrare immagini di alta qualità all’interno di una stanza. In alternativa, un metodo non invasivo, utilizzato soltanto per ascoltare cosa avviene nella stanza accanto attraverso il muro, è costituito dall’utilizzo di un microfono da muro.

Il microfono da muro è in pratica la versione moderna del normale stetoscopio usato dal nostro medico, ma munito di microfoni ad alta sensibilità e collegato ad un amplificatore di potenza, che consente di ascoltare attraverso pareti in muratura, senza destare alcun sospetto. Anche in questo caso, è possibile utilizzare un registratore audio digitale per memorizzare le informazioni raccolte.

Vedere attraverso le orecchie? Ora si può!

ottobre 12, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Ear Cam

Quando una persona presta attenzione a tutti i dettagli di quel che succede intorno a sé e non gli sfugge niente, si usa dire che “ha gli occhi anche dietro la testa”. Ora questo detto può diventare realtà, con una piccola differenza: gli occhi possono essere posizionati… all’interno delle orecchie!

Tranquilli, non stiamo parlando di torture medievali in cui ai malcapitati prigionieri venivano estratti gli occhi per poi infilarli dentro le orecchie, in nome di una crudele punizione. Piuttosto, parliamo di una telecamera auricolare, a colori e ad alta definizione, che potrete utilizzare per effettuare riprese nascoste di alta qualità.

Grazie alla Ear Cam, avrete a disposizione un sistema professionale di visione discreta, che può anche essere collegato ad un sistema di trasmissione wireless per effettuare e trasmettere riprese nascoste, sia per lo svago (ad esempio per riprendere situazioni tipo candid camera con telecamera nascosta), oppure per operazioni condotte sotto copertura, o sorveglianza di persone sospette.

Ad una prima vista potrà sembrare che stiate ascoltando musica, o che abbiate un auricolare connesso al vostro telefono cellulare, ma in realtà, tramite la microscopica telecamera nascosta all’interno di uno dei due auricolari, state riprendendo tutto quello che accade intorno a voi, con una risoluzione di 400 linee TV su 316mila pixel.

Per prestazioni ottimali, poi, la Ear-Cam può essere collegata ad un microregistratore digitale, delle dimensioni e dall’aspetto di un normale lettore MP3, sul quale potrete salvare fino a 1 Gb di filmati, ossia circa 4 ore di prove da utilizzare in seguito in sede processuale.

Il tutto, mentre chi vi sta intorno magari vi starà anche prendendo in giro perchè non vi staccate mai dal vostro lettore MP3…

Come rilevare una bomba in pochi secondi, grazie ad un gel

ottobre 12, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Gel

Per la rilevazione degli agenti chimici usati per costruire delle bombe, gli scienziati della Queen’s University di Belfast, in Irlanda del Nord, stanno lavorando su dei sensori che possono agire rapidamente, grazie a dei cuscinetti contenenti un gel particolare, che vengono passati su una persona, o sulla scena di un crimine, per raccogliere dei campioni che vengono poi analizzati da uno scanner.

Nel giro di pochi secondi, grazie a questa combinazione, lo scanner potrà rilevare l’eventuale presenza di agenti chimici. In questo modo si potrà agire immediatamente per neutralizzare un’eventuale minaccia terroristica.
Grazie all’analisi spettroscopica Raman, che viene effettuata passando un raggio laser sul soggetto da analizzare, e misurando l’energia della luce che “rimbalza” da tale soggetto, il sofisticatissimo scanner riesce a misurare anche le più piccole particelle chimiche, fornendo un’analisi immediata e di accuratezza massima.

La sensibilità dello scanner viene aumentata grazie a delle microscopiche particelle d’argento, che amplificano i segnali consentendo il rilevamento di tracce chimiche infinitesimali.
Oltre alla prevenzione di atti terroristici, l’equipe della Queen’s University pensa anche al possibile utilizzo sulle strade, in quanto questi sensori potrebbero essere utilizzati anche per rilevare la presenza di droga o alcool, migliorando il normale test del palloncino anti alcool.

Attualmente, i test antidroga condotti dalle polizie stradali sono imprecisi e non sufficientemente rapidi, mentre grazie a questo sistema si potrebbero avere risultati immediati e precisissimi, contribuendo pertanto a combattere la piaga della guida sotto l’effetto di stupefacenti e migliorare la sicurezza sulle strade.

Se le vostre telefonate sono importanti, il vostro telefono deve essere invisibile

ottobre 11, 2009 Tecnologia 2 Commenti

Stealth Phone

Senza necessariamente scomodare George Orwell e il suo Grande Fratello, sappiamo tutti che la tecnologia moderna, che ci consente di essere sempre in contatto con i nostri cari, il nostro lavoro ed i nostri interessi, presenta anche degli svantaggi.
Questo perché ovviamente, se i nostri familiari e i nostri colleghi sono in grado di sapere dove siamo in ogni momento, è grazie allo stesso sistema di comunicazioni che ci permette di parlare con loro.

Le stesse informazioni, però, potrebbero cadere in mani sbagliate, e le tracce elettroniche delle nostre telefonate fatte tramite il cellulare potrebbero essere usate contro di noi; in effetti, specialmente se tali telefonate contengono informazioni sensibili da un punto di vista finanziario, politico o militare, bisogna sempre fare i conti con il rischio di intercettazioni telefoniche.

Per difendersi da tale rischio senza dover rinunciare alla propria libertà, e continuando a parlare liberamente al telefono, la soluzione migliore è certamente quella di munirsi di un cellulare invisibile, non rintracciabile dalle apparecchiature di intercettazione.

Lo Stealth Phone funziona tenendo presente un semplice principio: non è il numero di telefono ad essere intercettato, bensì l’apparecchio da cui si parla. Pertanto, se siete sotto controllo, cambiare la scheda SIM del vostro cellulare non vi salverà dall’intercettazione, in quanto la stessa avviene sulla base del numero IMEI del vostro telefono, ossia il numero che identifica ogni singolo apparecchio.

Pertanto, se dovete effettuare delle conversazioni di contenuto altamente riservato, cambiare la scheda SIM del vostro cellulare potrebbe rivelarsi inutile, se non addirittura controproducente, perché potreste rivelare i vostri segreti ad orecchie indiscrete interessate ad usarli contro di voi, nella convinzione errata di poter parlare liberamente.

Lo Stealth, tramite un software installato sul telefono, un Siemens S65 modificato, agisce sul numero IMEI del telefono stesso, generando nuovi numeri a richiesta o automaticamente, ogni giorno, dopo ogni telefonata o quando si vuole.
In questo modo, chi volesse intercettare le vostre conversazioni non può utilizzare l’IMEI originale del vostro cellulare, rendendo l’intercettazione di fatto impossibile.

Come ulteriore forma di protezione, comunque, il software installato sullo Stealth presenta una sorta di firewall, che nella rara eventualità in cui doveste essere intercettati, vi invierà immediatamente una notifica sullo schermo del vostro cellulare. A quel punto, una volta ricevuto il messaggio di allarme, vi basterà cambiare il numero IMEI, e potrete riprendere a parlare liberamente.

Chi volesse intercettare le vostre conversazioni, in teoria, dovrebbe essere in grado di conoscere tutti i numeri IMEI usati dal vostro Stealth Phone, cosa impossibile perchè tali numeri sono generati automaticamente. Pertanto, grazie al vostro cellulare invisibile sarete protetti al 100% da ascolti non autorizzati.

Va comunque sottolineato che, se è il telefono del vostro interlocutore ad essere sotto controllo, le vostre conversazioni potranno comunque essere ascoltate. Quindi, se conducete un business importante e riservato, è buona norma che anche i vostri partners siano muniti dello stesso livello di protezione: una conversazione tra due Stealth rappresenta il massimo assoluto della sicurezza, e nessuno al mondo potrà mai ascoltarla!

Per avere maggiori informazioni sullo Stealth Phone e su una serie di prodotti per la protezione della vostra privacy, potete visitare il sito Endoacustica,

Per proteggere la vostra casa a distanza, mettete un antifurto nel vostro telefono

ottobre 10, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Tel Alarm

Quando partiamo per le vacanze, ma anche quando andiamo in campagna per un weekend rilassante, o più semplicemente se usciamo una sera con gli amici, il rischio incombe costantemente sulle nostre case, che potrebbero essere visitate da ladri e malintenzionati, se non adottiamo le giuste misure di sicurezza.

Per sentirci sempre protetti senza doversi preoccupare in ogni momento che a casa tutto sia in ordine, possiamo utilizzare il sistema Tel-Alarm, non un semplice antifurto ma un vero e proprio telefono spia, che all’interno di un normale apparecchio telefonico racchiude le funzioni di un normale telefono, più un sensore di movimento ed un sensibilissimo microfono.

Grazie a queste caratteristiche, può essere utilizzato come sistema di monitoraggio audio a distanza. Basta memorizzare il proprio numero di telefono cellulare ed attivare il sensore di movimento.

In questo modo, non appena il sensore rileva un movimento all’interno della casa, il microfono si attiva per ascoltare i suoni intorno a sé, mentre il telefono vi chiamerà automaticamente sul numero impostato, mettendovi in comunicazione con la casa e consentendovi di ascoltare eventuali movimenti e suoni tramite il microfono stesso.

Il sensore installato nel telefono riesce a rilevare i movimenti in un raggio d’azione di circa 10 metri, offrendo pertanto una protezione ottimale per un normale appartamento cittadino, e consentendovi di entrare in azione (preferibilmente contattando le forze dell’ordine) non appena si dovesse presentare una situazione di pericolo per la vostra casa o per i vostri beni.

Grazie a Tel-Alarm, potrete gustarvi tranquillamente le vostre vacanze ed il vostro tempo libero, senza timori di brutte sorprese al vostro ritorno a casa!

Per difendervi dai ladri… ora potete marchiarli!

ottobre 10, 2009 Tecnologia Nessun Commento

X-Spray

Nel Medioevo, le punizioni per i ladri erano certamente efficaci, anche se nella società moderna non verrebbero certamente definite come umane: ai ladri si tagliavano le mani, o se venivano colti sul fatto mentre provavano a trafugare del bestiame, venivano marchiati a fuoco, così da pensarci due volte prima di ripetere il furto, ed essere additati al pubblico ludibrio.

Al giorno d’oggi, le punizioni sono certamente meno cruente, ma esistono degli strumenti per difendersi da ladri e scippatori, che da un lato possono ricordare le punizioni medievali, ma dall’altro rendono più facile la cattura dell’aggressore da parte delle forze dell’ordine.

Per esempio, esiste un tipo di spray antiaggressione che agisce in maniera leggermente diversa dalle bombolette spray urticanti che ormai sono diventate di uso comune, ad esempio, tra le donne che vivono in zone pericolose.

Infatti, questo tipo di spray, oltre ad emettere una sostanza fastidiosa per gli occhi, spruzza anche una schiuma che si depositerà sul viso dell’aggressore, lasciandolo confuso e permettendo alla persona aggredita di fuggire. Una volta rimossa tale schiuma, arriva la sorpresa!

La schiuma, infatti, contiene una vernice indelebile, che resterà visibile per almeno tre giorni, facilitando eventuali indagini da parte della polizia e rendendo più difficile la vita per il malvivente, che avrà difficoltà a nascondersi o a spiegare ai familiari la ragione di quella strana macchia sul viso.

Insomma, senza giungere ad eccessi di tipo medievale, non occorre marchiare a fuoco il ladro, ma lo si può certamente rendere meno offensivo; e vedrete che la prossima volta, ci penserà due volte prima di aggredire una donna sola!

Sicurezza completa per le truppe, tutto in un solo veicolo

ottobre 10, 2009 Tecnologia Nessun Commento

M1151

I recenti sviluppi tecnologici nel campo militare, da sempre all’avanguardia per quanto concerne l’innovazione, hanno dimostrato l’importanza di garantire il più alto livello possibile di protezione alle truppe impegnate sul campo; ciò può avvenire mediante l’adozione di veicoli automatici, oppure aumentando il livello di protezione e la maneggevolezza dei veicoli blindati occupati da personale armato impegnato in zone di guerra.

La BAE Systems ha scelto di adottare entrambe le soluzioni per applicarle al suo modello M1151, equipaggiandolo con una serie di dispositivi, e la soluzione è stata presentata alla mostra AUSA di Washington.

In prima battuta è stato sensibilmente migliorato il meccanismo di sicurezza passiva, con un’armatura blindata più leggera di circa 200 Kg rispetto alla precedente versione, un nuovo tetto in acciaio, una blindatura esterna e sistemi di sicurezza di ultima generazione, che comprendono tra l’altro dei sedili ad assorbimento di energia capaci di resistere all’esplosione di una mina, porte a conchiglia ed altri piccoli ma significativi miglioramenti.

Grazie all’alleggerimento della blindatura, M1151 ha sicuramente guadagnato dal punto di vista della facilità di movimento, senza perdere nulla in sicurezza, anzi facendo registrare un sensibile miglioramento.Per la BAE Systems, la presentazione di questo veicolo rappresenta la dimostrazione della vasta gamma di soluzioni per la sicurezza e la sopravvivenza offerte dall’azienda di Farnborough.

M1151 racchiude in sé quello che la BAE Systems è in grado di fare praticamente con qualsiasi tipo di veicolo militare o commerciale quando si tratta di migliorarne le prestazioni in termini di sicurezza, di facilità d’uso, e di integrazione di differenti tecnologie, materiali e soluzioni in un unico prodotto.

Non fatelo al forno, sembra un pesce ma è un robot!

ottobre 10, 2009 Biotecnologia Nessun Commento

Robofish

Pesci meccanici? Sì, certo, li abbiamo già visti, insieme ad una serie di altri animali robot creati da scienziati che forse, non avendo tempo per accudire un animale vero a casa, pensavano bene di costruirsene uno sotto forma di robot. Il RoboFish creato da alcuni scienziati del Massachusetts Institute of Technology, se non altro, imita il movimento naturale dei pesci nel nuoto, spingendosi nell’acqua tramite la flessione dei suoi “muscoli” meccanici.

Il suo corpo, lungo circa 20 centimetri, è costituito da un unico involucro di materiale polimerico, che imita il movimento naturale dei pesci tramite vibrazioni prodotte al suo interno dal motore che lo alimenta. Il movimento naturale dei pesci, infatti, avviene tramite la contrazione dei muscoli, che consente loro di viaggiare a una velocità pari a 10 volte la lunghezza del loro corpo al secondo.

Il RoboFish attualmente ha una velocità molto ridotta, all’incirca una lunghezza al secondo, ma tale movimento viene ottenuto in maniera naturale, poichè il motore al suo interno può aumentare o diminuire la rigidità di diverse sezioni dell’involucro, ottenendo un movimento più fluido rispetto a quello di vecchie versioni del pesce robot; tale movimento è concentrato soprattutto nella sezione di coda.

Grazie al loro corpo in un unico pezzo, e grazie alla resistenza del materiale in cui sono costruiti, i pesci robot sono sicuramente più solidi ora, ed in futuro si sta progettando di alimentarli con una batteria ricaricabile tramite il movimento, per usarli, ad esempio, in ispezioni subacquee di navi, per esaminare tubazioni e condutture alla ricerca di eventuali falle o crepe, o per la sorveglianza subacquea di porti o fiumi in zone a rischio di contrabbando o pirateria.

La madre di tutte le fughe di notizie: guida anti-fughe finisce su Internet!

ottobre 10, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Folder

Recentemente su Wikileaks, il sito che raccoglie materiale classificato e riservato, spesso proveniente da agenzie governative e finito online per vie traverse, è stato pubblicato un manuale che insegna come difendersi da… Wikileaks!

Per la precisione, è un manuale risalente al 2001, proveniente dal Ministero della Difesa del Regno Unito, che insegna ai propri agenti segreti come evitare fughe di notizie, e come difendersi dalle inchieste di giornalisti investigativi, da organizzazioni terroristiche e da agenti di altri paesi.

Il documento contro le fughe di notizie descrive le caratteristiche dei servizi segreti di paesi quali Russia e Cina, le loro modalità di azione, il modo che hanno di stabilire un rapporto di fiducia con gli stranieri, per poi carpire più informazioni possibili.

Tale manuale è rivolto non solo agli agenti segreti, ma anche ad imprenditori che viaggiano spesso all’estero, e lo scopo non è quello di scoraggiare il commercio con aziende cinesi o russe, quanto quello di mettere in guardia gli imprenditori stessi contro eventuali minacce alla sicurezza nazionale che potrebbero nascondersi dietro una facciata rispettabile.

Secondo alcuni passaggi del documento, la cui fuga è stata giudicata come “non rilevante” dal Ministero stesso in quanto sono passati ormai 8 anni dalla sua stesura, gli agenti cinesi usano molto l’alcool ed il ricatto, soprattutto a sfondo sessuale, uniti all’installazione di microspie nelle stanze d’albergo, mentre quelli russi fanno largo uso di tecnologie avanzatissime quali ad esempio registratori nascosti.

Le informazioni potranno essere datate, ma lo smacco per i servizi segreti di Sua Maesta’ Britannica è certamente fresco… E per coloro che si recano per lavoro in paesi a rischio, le informazioni possono comunque essere sempre utili!

Endoacustica Europe blog

Il blog che ti aggiorna sulle nuove tecnologie applicate alla sorveglianza audio video, difesa personale e controsorveglianza!

CALCOLATRICE SPIA GSM


Calendario

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

CONTATTACI:


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

ARTICOLI IN RILIEVO

Come sorvegliare un ambiente con una mini telecamera compatta over IP WiFi

8 Nov 2017

micro-telecamera-ip-web

Le microtelecamere IP vengono largamente impiegate in ambito di sorveglianza audio/video per monitorare ambienti, veicoli, persone ecc. da qualunque distanza. Inoltre offrono notevoli vantaggi sia in termini di praticità d’uso sia di convenienza di prezzo, basti pensare per esempio ai costi proibitivi di alcuni impianti cablati di tipo analogico. La peculiarità principale di una micro telecamera over IP è comunque quella di essere ‘raggiungibile’, a mo’ di periferica di rete (postazione desktop, …

Come registrare conversazioni di nascosto in ufficio, o dove vuoi tu, in tutta sicurezza

10 Lug 2017

rec-card-micro-registratore-carta-credito

Microregistratore vocale a forma di carta di credito REC-CARD. Un campione di discrezione e di efficacia sul campo! Noi lo sappiamo bene: sul mercato esitono diversi micro registratori professionali validi, e soprattutto, “invisibili”. Eppure ogni qualvolta ci troviamo al cospetto di questo sottilissimo micro registratore digitale a forma di carta di credito, ne restiamo puntualmente affascinati, tanto da consigliarlo alle migliori agenzie di sorveglianza e investigazioni italiane ed estere. Perché …

Microfoni, microspie e microregistratori low cost

28 Gen 2014

Microfoni direzionali grandi come uno spillo. Telecamere e microspie nascoste dentro occhiali da vista o da sole, comunissime penne, chiavi e portachiavi, bottoni, camicie, cuscini e peluche. Insomma ovunque. Batterie che durano ore e si attivano a distanza o si spengono e si accendono automaticamente quando avvertono un rumore. Il mercato delle cimici e dei loro derivati è in continua evoluzione e l’offerta è davvero vastissima. Prezzi stracciati e soluzioni …

La risposta alle intercettazioni: lo Stealth Phone

4 Apr 2013

Sempre più spesso sulle prime pagine dei giornali si leggono notizie di intercettazioni telefoniche di conversazioni riguardanti politici, grandi imprenditori, funzionari pubblici e persone “importanti” in generale. In realtà oggi chiunque conosca anche solo di sfuggita una persona che occupa posizioni di rilievo o che abbia avuto dei guai con la legge rischia che le sue conversazioni vengano intercettate. L’unica soluzione è l’utilizzo di un cellulare criptato. Attraverso i diversi …

Grande tecnologia in piccole dimensioni

25 Gen 2013

Un piccolo cubo di 5cm per lato potrà presto rubare la scena ai tablet e agli occhiali smart. CuBox Pro, il nome del cubetto sfornato qualche settimana fa dalla Solid Run in versione aggiornata rispetto al primo modello del 2011. Al suo interno tutte le caratteristiche di un pc di ben altre dimensioni: un chip Arm dual core da 800 Mhz, due giga di Ram e memoria espandibile fino a …

Parola d’ordine: gadget

22 Gen 2013

L’hi-tech ha una nuova parola d’ordine: gadget. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti, più o meno utili e sempre più personalizzabili. Alcuni gadget hanno fatto capolino sul mercato nelle ultime settimane. Vediamo i più graditi. Ci aiuterà a non restare più senza batteria, il Nectar Mobile Power System, strumento di alimentazione portatile che assicura energia elettrica extra per oltre due settimane, per singolo dispositivo. …

Internet delle cose stravolgerà il nostro quotidiano

10 Dic 2012

Il Web 3.0 non è ancora molto lontano. Tutti i grandi laboratori stanno lavorando duramente per mettere a punto nuove applicazioni che riguardano l’Internet delle Cose. Con questo neologismo è stata battezzata l’ultima frontiera della tecnologia online. Il punto di forza risiede nella possibilità attribuita agli oggetti di interagire tra di loro acquisendo e scambiandosi informazioni. La sveglia ad esempio potrebbe suonare in anticipo una volta constatato, tramite internet, condizioni …

La tecnologia a servizio della sorveglianza

26 Nov 2012

Mini dirigibili wireless, missili ultraveloci che attraversano il pianeta in pochi minuti, piccoli elicotteri di video sorveglianza aerea, sistemi audio-video supersofisticati. Sono queste le più moderne tecnologie a servizio dei servizi segreti. Per spiare si usano particolari telefoni cellulari, computer sorvegliati a distanza e oggetti di uso quotidiano sapientemente modificati. Fonte senza limiti per i servizi segreti è senza dubbio internet ed in particolare i social network. Una sorta di …

Febbre da brevetti: ecco i più bizzarri

6 Nov 2012

Impazza la febbre da brevetti che vede protagoniste tutte le maggiori case produttrici di strumenti tecnologici esistenti al mondo. Queste idee sono custodite nella banca dati dell’Autorità americana “Uspto” e probabilmente un giorno troveranno reale applicazione.Vediamo alcuni tra i brevetti più bizzarri. Per evitare la tragica caduta al suolo dello smartphone, Amazon nel 2011 ha registrato un brevetto simpatico che vedrebbe l’apertura di alcuni airbag prima che il cellulare tocchi …

ADS


 RILEVATORE MICROSPIE
bonifiche ambientali
Rilevatore di giunzioni non lineari capace di scoprire dispositivi elettronici nascosti, anche se il dispositivo emette irradiazioni, abbia fili o sia acceso.
 MICROREGISTRATORI
Nuovissimi microregistratori digitali con durata di registrazione fino a 1200 ore. Utilissimi per raccogliere prove o scoprire tradimenti di ogni tipo. I modelli ad attivazione vocale VAS permettono inoltre una maggiore autonomia di consumi. Affidabilità, efficacia e prezzo conveniente.
 JAMMER
jammerPer proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.
 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spy phone, o cellulare spia, è un normale cellulare su cui viene installato un software spia capace di intercettare qualsiasi azione intrapresa sul cellulare stesso (chiamate, SMS, foto ecc.). Il software spia per spyphone è funzionante sulla maggior parte degli smartphone con sistema operativo Android, iOS e Blackberry.
 MICROAURICOLARI
microauricolareI micro auricolari permettono di comunicare con un telefono GSM discretamente, senza cioè alcun filo esterno. Adattabile a qualsiasi modello di cellulare in commercio. La piastrina induttiva, collegata al cellulare tramite un cavetto, trasmette quanto ricevuto all'auricolare celato nell'orecchio.
 MICROFONI DIREZIONALI
Microfoni direzionali completi di amplificatore, per ascoltare a debita distanza conversazioni in modo assolutamente discreto. Fornito di protezione anti-vento e un dispositivo che minimizza gli effetti negativi dovuti ad eventuali vibrazioni meccaniche.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta ed il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 MICRO TELECAMERE
Le Micro telecamere rappresentano un decisivo passo in avanti nella miniaturizzazione di elementi ottici, premiando un prodotto di rara fattezza e funzionalità. La microtelecamera, infatti, oltre ad avere ridottissime dimensioni (il suo diametro può raggiungere i 3.5mm x 8.6mm), possiede caratteristiche tecnico-funzionali ineguagliabili.
 VIDEOREGISTRATORI MINI
I Videoregistratori mini sono indicati per chi vorrebbe videoregistrare quello che vede, sia per svago che per i più svariati motivi professionali, ma non è in grado di usare una normale videocamera. Le possibilità di utilizzo di un sistema di registrazione così piccolo sono innumerevoli.
 CELLULARI CRIPTATI SAFE&TALK
cellulari criptatiI cellulari criptati Safe&Talk sono la soluzione software per una comunicazione mobile sicura. Se avete timore che qualcuno possa ascoltare le vostre conversazioni o leggere i vostri SMS sul vostro cellulare, Safe & Talk è la soluzione software efficace per effettuare chiamate criptate su rete GSM, con grado di affidabilità estremo offrendo la possibilità di criptare i vostri sms.
 KEYLOGGER
keyloggerKeylogger, è un dispositivo grande quanto il tappo di una penna, capace di registrare ogni carattere digitato sulla tastiera del PC su cui viene installato. Questo dispositivo registra tutto ciò che viene digitato sulla vostra tastiera.
 LOCALIZZATORI GPS
localizzatore satellitareLocalizzatori satellitari, è un sistema di gestione e localizzazione professionale che, grazie alle sue dimensioni ridotte e alle antenne GPS e GSM incorporate, può essere reso operativo in brevissimo tempo e può essere posizionato praticamente ovunque.
 VALIGIE DI SICUREZZA
valigie di sicurezzaLe valigie di sicurezza, sono preferiti dagli ufficiali più anziani e da uomini d'affari per il suo rivestimento in cuoio di alto valore, per lo stile alla moda, per l’ampia gamma di scopi. Ha le funzioni di impulso ad alto voltaggio, di controllo radio remoto, anti-perdita, antifurto ed altro.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.