Droni per la videosorveglianza: a che punto siamo?

Recenti ricerche di mercato mostrano dati molto incoraggianti riguardo alla commercializzazione futura di droni. Si stima, infatti, che già dal prossimo anno la vendita di veicoli aerei senza pilota (UAV) potrebbe passare dai 755milioni ai circa 2miliardi di dollari previsti per il 2022. In cima alla classifica dei Paesi che saranno presumibilmente interessati dall’immissione …

Come proteggere il proprio cellulare con un software anti intercettazione

Difendersi da hacker e ladri di dati su smartphone e dispositivi mobili non è facile, ma nemmeno impossibile se si hanno a disposizione gli strumenti giusti. Parliamo in questo caso di specifici programmi di sicurezza e dispositivi hardware di protezione che lavorano efficacemente per assicurare all’utente la tutela completa delle …

Come sorvegliare un ambiente con una mini telecamera compatta over IP WiFi

Le microtelecamere IP vengono largamente impiegate in ambito di sorveglianza audio/video per monitorare ambienti, veicoli, persone ecc. da qualunque distanza. Inoltre offrono notevoli vantaggi sia in termini di praticità d’uso sia di convenienza di prezzo, basti pensare per esempio ai costi proibitivi di alcuni impianti cablati di tipo analogico. La peculiarità principale …

Come proteggere la vostra carta di credito contactless (e non solo) dal furto wireless dei dati

Se per caso siete abituati a pagare i vostri acquisti con una carta di pagamento contactless, fate molto attenzione: i vostri soldi potrebbero essere in serio pericolo! Tutta colpa dei neo-borseggiatori di carte di pagamento wireless, che agiscono indisturbati derubando la gente senza nemmeno sfiorarla. Vi sembra una bufala? Leggete quanto segue e …

Articoli Recenti:

Il vostro capo vi spia? Attenti al vostro computer!

settembre 8, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Spy Computer

Quando il vostro capo è nel suo ufficio, e pensate di poter parlare liberamente, fate molta attenzione, potreste essere spiati… attraverso il vostro computer! Ebbene sì, grazie alla crescente interattività di vari tipi di tecnologia, anche il computer del vostro ufficio può essere trasformato in una vera e propria microspia.

Questo può avvenire tramite il normale microfono del vostro computer: sia esso interno od esterno, può fungere da orecchio per chiunque sia dotato di un apposito programma, chiamato Spy on Voice. Questo software, installato su un qualsiasi computer, permette che tutti i suoni captati dal microfono vengano segretamente inviati verso un altro computer, il cui utilizzatore potrà tranquillamente ascoltare le vostre conversazioni ambientali, senza che voi ve ne accorgiate.

Il software è costituito da due componenti. Il primo è quello che funge da microspia e va installato sul computer della persona che si vuole ascoltare, e l’altro è quello da installare sul computer ricevente, da cui si ascolteranno le conversazioni intercettate. Il programma spia può essere installato su un numero illimitato di computers, ad esempio su quelli di una rete aziendale, ed è completamente invisibile per l’utente del computer stesso, che continuerà a lavorare e parlare normalmente senza rendersi conto di essere sotto osservazione.

Grazie a questo sistema, un capo sospettoso può tenere d’occhio i propri dipendenti per assicurarsi che la sua fiducia sia ben riposta, un marito geloso può verificare se la moglie lo tradisca o meno, e così via… quindi la prossima volta che vorrete parlare di argomenti delicati, fatelo lontano dal vostro computer… non si sa mai!

Anche gli insetti possono spiare: la falena cyborg

settembre 8, 2009 Biotecnologia Nessun Commento

Cyber Moth

Sembra uscita da un film tipo Terminator, invece potrebbe presto diventare realtà. Il Ministero della Difesa USA sta effettuando delle ricerche allo scopo di creare delle falene cyborg, ossia degli insetti all’interno dei quali, quando essi si trovano ancora allo stato larvale, vengono impiantati dei microscopici elettrodi e un chip di controllo. La ricerca è stata presentata alla conferenza ISSCC (International Solid State Circuits Conference).

Grazie a questi elettrodi e ad un microscopico trasmettitore radio a bassissima potenza, sarà possibile controllare il volo delle falene, le quali, trasformate in piccolissimi robot e controllate a distanza, saranno in grado di trasmettere immagini o suoni, utilizzabili ad esempio per operazioni di sorveglianza o, installando dei piccolissimi sensori antigas, per la prevenzione di disastri naturali o altro.

L’energia per alimentare questi microscopici componenti elettronici sarà generata direttamente dalle falene stesse grazie al loro movimento. I componenti dovranno avere un peso ed un ingombro veramente microscopici, in quanto il peso medio di una falena è di circa 2.5 grammi, e sovraccaricarle di peso equivarrebbe a renderle impossibilitate a volare. Il consumo energetico dovrà essere ugualmente ridotto, per poter funzionare grazie al movimento della falena stessa.

In breve, la falena viene comandata tramite tre diversi chips: il primo è un microscopico apparecchio radio ricetrasmittente, collegato ad un neurostimulatore al tungsteno. Quando la radio riceve un comando, lo stimolatore manda un impulso al tessuto nervoso della falena, inducendola a muoversi in ua determinata direzione.

Il secondo chip è un processore che trasforma i dati raccolti dalla falena in segnali radio da inviare alla stazione ricevente; il terzo chip invece è il vero e proprio motore, ossia quello che trasforma il movimento della falena in energia per alimentare l’intero sistema installato al suo interno, trasformando le vibrazioni causate dal volo in energia meccanica ed elettrica.

Soldati robot, gambe robot, perfino nonni robot… il futuro è alle porte!

settembre 7, 2009 Biotecnologia Nessun Commento

Robot Suit

Nei film di fantascienza è prassi ormai comune quella di vedere guerrieri del futuro che, vestiti di un esoscheletro che li rende più simili a robot che ad esseri umani, affrontano in battaglia mostri venuti dall’altra parte dell’universo, e la letteratura di fantascienza è piena di esempi in tal senso, mentre il cinema porta sui nostri schermi films quali The Transformers.

Al giorno d’oggi, l’utilizzo degli esoscheletri, altrimenti detti vestiti robot è diventato sì piuttosto diffuso, ma il campo d’applicazione di questo tipo di biotecnologie non è certo nella lotta ad improbabili invasori alieni, quanto piuttosto, ad esempio, nell’assistenza per disabili od anziani.

Infatti, questi modernissimi sistemi sono progettati per l’assistenza di persone con difficoltà motorie, sia per assistere durante un programma di riabilitazione che, ad esempio, per migliorare le possibilità di movimento dei disabili grazie a specifiche gambe robot. Ovviamente questo è uno soltanto dei possibili campi di applicazione, ma gli utilizzi di tale tecnologia possono essere svariati, dal soccorso in montagna o in luoghi di difficile accesso per automobili o ambulanze, fino al recupero di feriti all’interno di palazzi incendiati, o al trasporto di materiale pesante.

Naturalmente, tali potenzialità non potevano non attrarre l’attenzione anche delle forze armate, infatti il Ministero della Difesa USA è impegnato nel finanziamento di progetti di applicazione degli esoscheletri in campo militare.

Tecnicamente parlando, un vestito robot è un sistema che può moltiplicare la forza umana grazie ad un controllo computerizzato. Grazie ad esso, un soldato potrebbe essere in grado di trasportare fino a 100 kg di materiale senza risentirne in termini di agilità e fluidità dei movimenti, il tutto senza perdere la capacità di combattimento.

Tali progetti potrebbero vedere la luce nell’arco di pochi anni, accanto ad applicazioni nel campo industriale o della sicurezza. Ad esempio in Giappone, dove l’invecchiamento della popolazione va di pari passo con l’avanzamento tecnologico, l’accento viene posto sull’assistenza agli anziani e sul miglioramento della qualità della loro vita. Diventeremo tutti nonni-robot? Staremo a vedere!

Un videoregistratore nel taschino? Un po’ pesantuccio…

settembre 7, 2009 Tecnologia Nessun Commento

DVR Pen

Sì lo so, qualcuno di voi potrebbe pensare che non è poi una grande idea, quella di infilarsi un videoregistratore nel taschino della giacca. Tranquilli, non stiamo parlando del videoregistratore collegato alla vostra televisione di casa, ma di una potentissima, e molto più maneggevole, penna con videoregistratore.

Nello specifico, stiamo parlando di un modello chiamato DVR-PEN, che oltre ad essere una penna perfettamente funzionante, contiene al suo interno una videocamera digitale miniaturizzata, ed un obiettivo di dimensioni altrettanto ridotte. All’interno della penna, ed ovviamente sempre in una scala ridottissima, è contenuta la memoria interna USB, che può ospitare fino a 4GB.

Questo si traduce in una capacità massima di registrazione video fino a 6 ore (in formato AVI a 640×480 pixel di risoluzione) e 3 ore con una ricarica in registrazione continua. Grazie al suo minimo ingombro, la DVR-PEN non dà minimamente nell’occhio, e la possibilità di attivare la registrazione con la semplice pressione di un pulsante la rende perfetta per essere utilizzata come telecamera nascosta.

Ad esempio, sia per passatempo che a livello professionale potete usarla per registrazioni di tipo candid camera, o più semplicemente per registrare una conferenza o un concerto, mentre forze dell’ordine ed investigatori privati possono trovare un valido supporto per la raccolta di prove da utilizzare in seguito in sede giudiziaria.

Inoltre, la possibilità di avviare la registrazione automaticamente grazie al sensore di attivazione vocale si traduce in una ulteriore forma di sicurezza e semplicità d’uso, riducendo il rischio di dare nell’occhio.

Lavori pesanti o rischiosi? Delegateli…. a un robot!

agosto 31, 2009 Tecnologia Nessun Commento

bear

Quando precisione ed affidabilità devono essere assolute, ed un minimo errore può costare carissimo, noi umani abbiamo sempre, volenti o nolenti, la possibilità di sbagliare. E se questo errore può costarci addirittura la vita, allora è il caso di affidarsi alla tecnologia, nello specifico alla robotica.

Per manovrare materiali pericolosi, per lo sminamento di zone di guerra, per il recupero di soldati feriti o deceduti in battaglia, il trasferimento di pazienti in ospedale, ma anche per il trasporto di materiali pesanti, per l’ispezione di edifici pericolanti, insomma per qualsiasi lavoro che potrebbe essere troppo pericoloso per un essere umano, o dove è necessaria fermezza e delicatezza allo stesso tempo, la Vecna Robotics sta studiando il robot BEAR.

La tecnologia esclusiva che governa BEAR è caratterizzata da tre elementi principali: un potente corpo superiore a controllo idraulico; una piattaforma di movimento con “gambe” agili e maneggevoli; e da ultimo, un sistema di bilanciamento dinamico. Grazie a questi elementi, BEAR può garantire un bilanciamento orizzontale assoluto in qualsiasi condizione.

BEAR è in fase di progettazione avanzata, con un prototipo già costruito che è stato esposto in svariate esposizioni internazionali dove è stato possibilie osservare una dimostrazione delle sue potenzialità in diverse condizioni di utilizzo e posizioni.

Il progetto BEAR ha ricevuto finanziamenti dal centro di Ricerca in Telemedicina e Tecnologie Avanzate (TATRC) dell’esercito USA.

Video dimostrativo del Robot BEAR

Nuove terapie con cellule fetali: una speranza dalla Cina per la SLA

Neuroreg

Le ricerche sulla neurorigenerazione, ossia il recupero di funzionalità da parte del sistena nervoso centrale (SNC), sono uno dei campi di ricerca più importanti nell’ambito delle neuroscienze, poiché coinvolgono, tra gli altri, differenti rami della neurochirurgia, neurologia, e perfino la medicina tradizionale cinese.

Finora, la risoluzione clinica di lesioni al SNC, ed il recupero delle relative funzioni, era considerato impossibile nonostante i continui progressi della scienza. Pertanto, i malati affetti da svariate patologie quali ad esempio il morbo di Alzheimer e quello di Parkinson, sclerosi laterale amiotrofica (o morbo di Gehrig), sclerosi multipla e mielite, o colpiti da eventi traumatici quali un infarto, erano rassegnati ad una vita in stato semivegetativo.

L’Accademia di Neuroscienze Hong Tian Ji di Pechino ha registrato miglioramenti in pazienti affetti da patologie del sistema nervoso centrale come quelle di cui sopra, grazie al trapianto di cellule gliali olfattive umane (OEG e OEC), estratte da feti abortiti naturalmente.

Le cellule vengono fatte moltiplicare in vitro e trapiantate al paziente tramite iniezioni effettuate sui lobi frontali. Bisogna notare comunque che non si tratta di un trapianto di cellule staminali, e che le cellule trapiantate hanno comunque una vita temporanea.

Altrettanto temporanei, e dipendenti dalle condizioni fisiche al momento del trapianto, sono anche i miglioramenti sui pazienti, ma questi risultati dimostrano che è possibile causare una neuro-rigenerazione ed un recupero di funzionalità in pazienti con patologie che si pensava incurabili. Il trapianto di questo tipo di cellule apre la strada a nuovi orizzonti per la cura di patologie del sistema nervoso centrale.

Come funzionano le intercettazioni di cellulari: brevissima guida

agosto 29, 2009 Tecnologia Nessun Commento

listen

Spiegarlo in poche parole è certamente un’impresa, viste le difficoltà tecniche, ma possiamo provarci. In breve, le conversazioni telefoniche sono trasmesse in maniera codificata, e tale codifica avviene secondo 3 diversi algoritmi, con diversi livelli di codifica e di sicurezza. Due di questi algoritmi, chiamati A8 e A5, rispettivamente a 128 e 64 bit, sono spesso indeboliti in maniera artificiale, poiché le ultime 10 cifre possono essere impostate a 0, riducendo il numero di cifre e la sicurezza dell’algoritmo stesso.

Grazie a questa “crepa”, una agenzia di intelligence con a disposizione abbastanza risorse per potersi permettere le apaprecchiature necessarie è in grado di intercettare
le conversazioni telefoniche. Tali apparecchi funzionano grazie ad una finta stazione radio base, che emette un segnale equivalente a quello di un gestore telefonico GSM sostituendosi di fatto alla stazione “ufficiale”. In questo modo, contattando un’altra stazione radio, essa è in grado di farsi riconoscere come se fosse il cellulare GSM da intercettare, che deve trovarsi comunque nel raggio di alcune decine o centinaia di metri.

Questo sistema quindi funziona essenzialmente per intercettare cellulari all’interno di un’abitazione, trovandosi nelle vicinanze.
Esistono poi delle stazioni portatili che vengono riconosciute dalla stazione di rete, ma anche dagli altri telefonini presenti in zona, compreso quello da intercettare, come se fossero un normale cellulare con i dati del telefono da intercettare. In questo modo, ogni chiamata in entrata e in uscita sul telefono da sorvegliare verrà ricevuta anche dalla stazione radio.

Altri metodi di intercettazione cellulari consistono nell’inserire una microspia all’interno della batteria del cellulare, che trasmette verso una stazione ricevente posizionata sempre nelle vicinanze.

Occhiali da lettura per il 21esimo secolo

agosto 28, 2009 Tecnologia Nessun Commento

LED Glasses

Immaginate di poter leggere un intero libro senza averlo in mano, anzi, senza che questo libro esista materialmente, e di poterlo fare senza l’aiuto delle mani ma semplicemente con il movimento degli occhi o uno sbatter di palpebre. Da oggi potete!

L’Istituto Fraunhofer in Germania sta sviluppando degli occhiali interattivi, in grado di proiettare un’immagine, grazie ad un display miniaturizzato OLED, direttamente sulla retina di chi li indossa, il quale vedrà l’immagine stessa come se essa fosse a un metro di distanza.

Inoltre sarà possibile navigare attraverso le informazioni visualizzate, nonché muovere degli oggetti sullo schermo, tramite il movimento degli occhi o l’apertura e chiusura delle palpebre. Tramite un sofisticato e microscopico dispositivo di puntamento, sarà possibile influenzare i contenuti visualizzati, semplicemente muovendo un occhio.
Gli occhiali LED, progettati per fornire informazioni a chi ha le mani occupate per servirsi di una tastiera o di un mouse, possono essere usati in svariati campi.

Ad esempio, nella chirurgia, possono essere utili in sala operatoria durante un intervento, oppure nel settore costruzioni per avere sempre sott’occhio (è proprio il caso di dirlo…) il progetto su cui si sta lavorando. E sicuramente gli studenti che ci leggono staranno pensando alle interessanti possibilità di utilizzo durante un esame o un compito in classe, giusto?

Reni artificiali da indossare come una cintura

Kidney

Forse non saranno mai un accessorio di moda, ma possono sicuramente migliorare la vita dei pazienti dializzati. I reni artificiali o WAK (Wearable Artificial Kidneys) sono una macchina per dialisi in miniatura, montata su una cintura, che può essere indossata consentendo al paziente di muoversi liberamente, ed allo stesso tempo beneficiare dei trattamenti medici a cui si è sottoposti.

La cintura, compresa di batterie di alimentazione, pesa 4.5 kg, comprende un filtro che funge da rene artificiale, collegato a tubi di plastica e ad un monitor che gestisce il flusso e la pulizia del sangue durante il trattamento, che dura dalle 3 alle 5 ore al giorno.

Grazie al rene portatile, vivere una vita normale non è più un sogno per pazienti in dialisi, che saranno liberi di muoversi, camminare, correre, anche compiere attività fisica, tutto questo mentre il loro rene artificiale somministra un trattamento non invasivo, guadagnandone non soltanto in salute ma anche, e soprattutto, in termini emotivi.

Un apparecchio del genere può avere un impatto di portata facilmente immaginabile sulla vita dei pazienti in dialisi, non soltanto negli aspetti appena descritti ma anche dal punto di vista economico, in quanto l’utilizzo del rene artificiale portatile permetterà di risparmiare sui costi delle strutture ospedaliere e dei costosissimi macchinari utilizzati in ospedale.

Vedere da lontano… e parlare da vicino

agosto 28, 2009 Tecnologia Nessun Commento

LightSpeed Binoculars

Sembra quasi una scena da film di James Bond: immaginate due spie che, appostate su due tetti (o due picchi montani, fate voi), armate di un binocolo per osservare l’area circostante, usino il binocolo stesso non solo per guardare, ma anche per parlarsi!

Sembra fantascienza, ma le forze armate USA utilizzano il binocolo LightSpeed, che oltre alle classiche capacità di visione, sono anche dotati di trasmettere video e voce, tramite un fascio di dati a raggi infrarossi, verso un apparecchio uguale appostato ad una distanza massima di 5 chilometri.

La trasmissione dati tramite raggi di luce garantisce una maggiore sicurezza rispetto alle comunicazioni radio, in quanto queste ultime sono costantemente a rischio intercettazione od interferenza, specialmente in zone di operazioni militari. Per questo motivo, il binocolo LightSpeed è utile non soltanto per operazioni segrete di tipo militare o spionistico, ma anche ad esempio nella gestione del traffico aereo in aeroporti congestionati dalle onde radio emesse dai vari aerei.

Grazie a questo sistema, comunicare a distanza sarà semplicissimo. Immaginate di essere appostati sulla cima di un palazzo, ed il vostro compagno è sulla cima di un altro palazzo a 1km di distanza. Vi guardate l’un l’altro, e grazie al fascio LED di raggi infrarossi, impossibile da rilevare per apparecchiature di sorveglianza, potete parlarvi e scambiarvi informazioni ed istruzioni in maniera del tutto sicura. Comodo, no?

Endoacustica Europe blog

Il blog che ti aggiorna sulle nuove tecnologie applicate alla sorveglianza audio video, difesa personale e controsorveglianza!

CALCOLATRICE SPIA GSM


Calendario

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

CONTATTACI:


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

ARTICOLI IN RILIEVO

Come sorvegliare un ambiente con una mini telecamera compatta over IP WiFi

8 Nov 2017

micro-telecamera-ip-web

Le microtelecamere IP vengono largamente impiegate in ambito di sorveglianza audio/video per monitorare ambienti, veicoli, persone ecc. da qualunque distanza. Inoltre offrono notevoli vantaggi sia in termini di praticità d’uso sia di convenienza di prezzo, basti pensare per esempio ai costi proibitivi di alcuni impianti cablati di tipo analogico. La peculiarità principale di una micro telecamera over IP è comunque quella di essere ‘raggiungibile’, a mo’ di periferica di rete (postazione desktop, …

Come registrare conversazioni di nascosto in ufficio, o dove vuoi tu, in tutta sicurezza

10 Lug 2017

rec-card-micro-registratore-carta-credito

Microregistratore vocale a forma di carta di credito REC-CARD. Un campione di discrezione e di efficacia sul campo! Noi lo sappiamo bene: sul mercato esitono diversi micro registratori professionali validi, e soprattutto, “invisibili”. Eppure ogni qualvolta ci troviamo al cospetto di questo sottilissimo micro registratore digitale a forma di carta di credito, ne restiamo puntualmente affascinati, tanto da consigliarlo alle migliori agenzie di sorveglianza e investigazioni italiane ed estere. Perché …

Microfoni, microspie e microregistratori low cost

28 Gen 2014

Microfoni direzionali grandi come uno spillo. Telecamere e microspie nascoste dentro occhiali da vista o da sole, comunissime penne, chiavi e portachiavi, bottoni, camicie, cuscini e peluche. Insomma ovunque. Batterie che durano ore e si attivano a distanza o si spengono e si accendono automaticamente quando avvertono un rumore. Il mercato delle cimici e dei loro derivati è in continua evoluzione e l’offerta è davvero vastissima. Prezzi stracciati e soluzioni …

La risposta alle intercettazioni: lo Stealth Phone

4 Apr 2013

Sempre più spesso sulle prime pagine dei giornali si leggono notizie di intercettazioni telefoniche di conversazioni riguardanti politici, grandi imprenditori, funzionari pubblici e persone “importanti” in generale. In realtà oggi chiunque conosca anche solo di sfuggita una persona che occupa posizioni di rilievo o che abbia avuto dei guai con la legge rischia che le sue conversazioni vengano intercettate. L’unica soluzione è l’utilizzo di un cellulare criptato. Attraverso i diversi …

Grande tecnologia in piccole dimensioni

25 Gen 2013

Un piccolo cubo di 5cm per lato potrà presto rubare la scena ai tablet e agli occhiali smart. CuBox Pro, il nome del cubetto sfornato qualche settimana fa dalla Solid Run in versione aggiornata rispetto al primo modello del 2011. Al suo interno tutte le caratteristiche di un pc di ben altre dimensioni: un chip Arm dual core da 800 Mhz, due giga di Ram e memoria espandibile fino a …

Parola d’ordine: gadget

22 Gen 2013

L’hi-tech ha una nuova parola d’ordine: gadget. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti, più o meno utili e sempre più personalizzabili. Alcuni gadget hanno fatto capolino sul mercato nelle ultime settimane. Vediamo i più graditi. Ci aiuterà a non restare più senza batteria, il Nectar Mobile Power System, strumento di alimentazione portatile che assicura energia elettrica extra per oltre due settimane, per singolo dispositivo. …

Internet delle cose stravolgerà il nostro quotidiano

10 Dic 2012

Il Web 3.0 non è ancora molto lontano. Tutti i grandi laboratori stanno lavorando duramente per mettere a punto nuove applicazioni che riguardano l’Internet delle Cose. Con questo neologismo è stata battezzata l’ultima frontiera della tecnologia online. Il punto di forza risiede nella possibilità attribuita agli oggetti di interagire tra di loro acquisendo e scambiandosi informazioni. La sveglia ad esempio potrebbe suonare in anticipo una volta constatato, tramite internet, condizioni …

La tecnologia a servizio della sorveglianza

26 Nov 2012

Mini dirigibili wireless, missili ultraveloci che attraversano il pianeta in pochi minuti, piccoli elicotteri di video sorveglianza aerea, sistemi audio-video supersofisticati. Sono queste le più moderne tecnologie a servizio dei servizi segreti. Per spiare si usano particolari telefoni cellulari, computer sorvegliati a distanza e oggetti di uso quotidiano sapientemente modificati. Fonte senza limiti per i servizi segreti è senza dubbio internet ed in particolare i social network. Una sorta di …

Febbre da brevetti: ecco i più bizzarri

6 Nov 2012

Impazza la febbre da brevetti che vede protagoniste tutte le maggiori case produttrici di strumenti tecnologici esistenti al mondo. Queste idee sono custodite nella banca dati dell’Autorità americana “Uspto” e probabilmente un giorno troveranno reale applicazione.Vediamo alcuni tra i brevetti più bizzarri. Per evitare la tragica caduta al suolo dello smartphone, Amazon nel 2011 ha registrato un brevetto simpatico che vedrebbe l’apertura di alcuni airbag prima che il cellulare tocchi …

ADS


 RILEVATORE MICROSPIE
bonifiche ambientali
Rilevatore di giunzioni non lineari capace di scoprire dispositivi elettronici nascosti, anche se il dispositivo emette irradiazioni, abbia fili o sia acceso.
 MICROREGISTRATORI
Nuovissimi microregistratori digitali con durata di registrazione fino a 1200 ore. Utilissimi per raccogliere prove o scoprire tradimenti di ogni tipo. I modelli ad attivazione vocale VAS permettono inoltre una maggiore autonomia di consumi. Affidabilità, efficacia e prezzo conveniente.
 JAMMER
jammerPer proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.
 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spy phone, o cellulare spia, è un normale cellulare su cui viene installato un software spia capace di intercettare qualsiasi azione intrapresa sul cellulare stesso (chiamate, SMS, foto ecc.). Il software spia per spyphone è funzionante sulla maggior parte degli smartphone con sistema operativo Android, iOS e Blackberry.
 MICROAURICOLARI
microauricolareI micro auricolari permettono di comunicare con un telefono GSM discretamente, senza cioè alcun filo esterno. Adattabile a qualsiasi modello di cellulare in commercio. La piastrina induttiva, collegata al cellulare tramite un cavetto, trasmette quanto ricevuto all'auricolare celato nell'orecchio.
 MICROFONI DIREZIONALI
Microfoni direzionali completi di amplificatore, per ascoltare a debita distanza conversazioni in modo assolutamente discreto. Fornito di protezione anti-vento e un dispositivo che minimizza gli effetti negativi dovuti ad eventuali vibrazioni meccaniche.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta ed il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 MICRO TELECAMERE
Le Micro telecamere rappresentano un decisivo passo in avanti nella miniaturizzazione di elementi ottici, premiando un prodotto di rara fattezza e funzionalità. La microtelecamera, infatti, oltre ad avere ridottissime dimensioni (il suo diametro può raggiungere i 3.5mm x 8.6mm), possiede caratteristiche tecnico-funzionali ineguagliabili.
 VIDEOREGISTRATORI MINI
I Videoregistratori mini sono indicati per chi vorrebbe videoregistrare quello che vede, sia per svago che per i più svariati motivi professionali, ma non è in grado di usare una normale videocamera. Le possibilità di utilizzo di un sistema di registrazione così piccolo sono innumerevoli.
 CELLULARI CRIPTATI SAFE&TALK
cellulari criptatiI cellulari criptati Safe&Talk sono la soluzione software per una comunicazione mobile sicura. Se avete timore che qualcuno possa ascoltare le vostre conversazioni o leggere i vostri SMS sul vostro cellulare, Safe & Talk è la soluzione software efficace per effettuare chiamate criptate su rete GSM, con grado di affidabilità estremo offrendo la possibilità di criptare i vostri sms.
 KEYLOGGER
keyloggerKeylogger, è un dispositivo grande quanto il tappo di una penna, capace di registrare ogni carattere digitato sulla tastiera del PC su cui viene installato. Questo dispositivo registra tutto ciò che viene digitato sulla vostra tastiera.
 LOCALIZZATORI GPS
localizzatore satellitareLocalizzatori satellitari, è un sistema di gestione e localizzazione professionale che, grazie alle sue dimensioni ridotte e alle antenne GPS e GSM incorporate, può essere reso operativo in brevissimo tempo e può essere posizionato praticamente ovunque.
 VALIGIE DI SICUREZZA
valigie di sicurezzaLe valigie di sicurezza, sono preferiti dagli ufficiali più anziani e da uomini d'affari per il suo rivestimento in cuoio di alto valore, per lo stile alla moda, per l’ampia gamma di scopi. Ha le funzioni di impulso ad alto voltaggio, di controllo radio remoto, anti-perdita, antifurto ed altro.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.