Home » microspia » Recent Articles:

Come gli USA controllano i cittadini

E’ di pochi giorni fa la notizia dei serrati controlli attuati dalla National Security Agency con il tacito consenso della Casa Bianca e del Dipartimento di Giustizia, insomma per conto del governo USA.

Abbiamo voluto scoprire meglio come questi dati vengono captati e trasferiti. Massimiliano Sala, uno dei massimi esperti europei, direttore del laboratorio di crittografia dell’università di Trento e collaboratore delle principali banche italiane per i sistemi anti-frode ha rilasciato un’intervista a “la Repubblica” in cui spiega come funziona la grande macchina delle intercettazioni made in Usa.

Secondo la sua esperienza “Il governo americano, tramite la National security agency, per prima cosa acquisisce quello che in gergo si chiamano “metadati”, tabulati con dati sommari sulle comunicazioni: chi ha chiamato chi, a quale ora, quali siti sono stati visitati”. Come se avessero installato una cimice telefonica per ogni abitante e key logger per i pc.

L’intercettazione vera e propria probabilmente è effettuata “con la collaborazione dell’operatore telefonico o internet, che quindi fornisce i tabulati al governo. Sarebbe possibile ottenerli alle spalle degli operatori, tramite sonde inserite su tutti i nodi di comunicazione”, ma considerando il grandissimo numero di cittadini USA sarebbe troppo dispendioso.

Dal metadato, cercano poi di capire quali conversazioni e connessioni vanno approfondite nei contenuti. “Probabilmente utilizzano un algoritmo che fa scattare un allarme quando rileva certi comportamenti anomali. Insomma, se dal metadato risulta una corrispondenza con uno schema di comportamento di solito associato a individui pericolosi, scatta un allarme e il governo deve acquisire i contenuti delle mail e delle telefonate. Allora deve andare da Google e farsi fornire i testi delle mail del sospetto. Deve chiedere all’operatore di collaborare per intercettare le telefonate d’ora in avanti, tramite apparati speciali connessi ai sistemi e alle linee telefoniche”.

Il controllo avviene “utilizzano una sofisticata intelligenza artificiale, che simula quella umana. I terroristi e i mafiosi certo non scrivono né dicono al telefono parole sospette, ma usano perifrasi. L’algoritmo quindi non cerca parole precise, ma elabora la frase per capire”. In seguito, l’algoritmo fa scattare l’allarme e passa la palla all’agente in carne e ossa.

In casi più mirati si opera praticamente alla stessa maniera con strumenti estremamente professionali come microspie telefoniche o microfoni parabolici, entrambi in grado di ascoltare conversazioni a distanza sia essa virtuale o fisica. In questo modo, essendo il controllo mirato, non si lede la privacy di onesti cittadini che il più delle volte vengono intercettati senza che ci sia un reale motivo.

Grande tecnologia in piccole dimensioni

gennaio 25, 2013 In rilievo Nessun Commento

Un piccolo cubo di 5cm per lato potrà presto rubare la scena ai tablet e agli occhiali smart. CuBox Pro, il nome del cubetto sfornato qualche settimana fa dalla Solid Run in versione aggiornata rispetto al primo modello del 2011.
Al suo interno tutte le caratteristiche di un pc di ben altre dimensioni: un chip Arm dual core da 800 Mhz, due giga di Ram e memoria espandibile fino a 64 giga tramite schede MicroSD. Ad animare il dispositivo, il sistema operativo Linux Ubuntu e ora anche Android. In soli 91 grammi è contenuta anche un’uscita HDMI che permette di connettere CuBox al televisore, l’integrazione con Google Chrome consente di esplorare agevolmente il web mentre il media player XBMC lo trasforma in un media center da connettere a qualsiasi pc, smartphone o tablet e a dispositivi come Xbox o PlayStation. Non manca l’uscita audio digitale, dedicata agli home theatre, e l’attacco eSata che consente di leggere file di un hard disk esterno ad alta velocità. Inoltre il consumo energetico a pieno carico è di soli 3 watt, di molto inferiore rispetto ai 100-150 di un laptop.

Insomma la tecnologia non può far a meno dei piccoli oggetti. Basti pensare agli strumenti utilizzati per la sorveglianza. Uno dei massimi esempi può essere rappresentato dal microregistratore ultrasottile messo sul mercato da Endoacustica.
In soli 7mm di spessore, 51mm di altezza e 27mm di larghezza il registratore possiede un potente microfono amplificato, ideale per registrare in ogni tipo di ambiente, coprendo una distanza di oltre 10 metri. Rispetto ai gadget già presenti sul mercato, il microregistratore Endoacustica permette registrazioni di alta qualità e ad un basso consumo energetico oltre a lunghi periodi di registrazioni compresi tra le 300 e le 1200 ore a seconda del modello scelto in base alle proprie necessità.
Inoltre il sistema ad attivazione vocale (VAS) riduce le pause tra i messaggi, prolungando il tempo di registrazione a disposizione. Il software installato all’interno del microregistratore permette di salvare i messaggi registrati come normali files audio, impostare i parametri di registrazione, aggiornare il firmware del registratore e anche usare il dispositivo come disco Flash con una capacità di 2.8 GB. Una volta effettuate, le registrazioni possono essere comodamente trasferite sul pc attraverso un’interfaccia USB incorporata (velocità di trasferimento fino a 0.7 Mb/sec). Il prodotto è disponibile sul sito www.endoacustica.com ed è stato scelto da moltissimi professionisti e appassionati.

Al supermercato con il navigatore

gennaio 15, 2013 Localizzazione Nessun Commento

La tecnologia GPS ha ormai numerosissimi utilizzi nelle attività quotidiane. Tener d’occhio i bambini, sorvegliare l’animale domestico, seguire l’auto del partner è ormai un gioco da ragazzi se si è in possesso degli strumenti giusti.
Tra qualche tempo sarà possibile utilizzare una sofisticata evoluzione della tecnologia GPS anche in un centro commerciale o tra gli scaffali del supermercato riuscendo così a risparmiare tempo e ad ottimizzare il confronto tra prodotti. A guidare il tour sarà il nostro fidato smartphone attraverso Locata, un nuovo sistema di posizionamento e navigazione funzionante anche al chiuso che potrebbe diventare un valido concorrente per la stessa tecnologia GPS. Il nuovo sistema ha un forte margine di precisione (soli 18 cm) ed è ancora in fase di miglioramento.

Per l’utilizzo di Locata è necessaria l’installazione di una rete di antenne per terra. Sicuramente si potrebbero trarre importanti vantaggi nelle grandi città, dove le costruzioni rendono spesso difficoltosa la localizzazione con il GPS tradizionale. Il Dipartimento della Difesa americano, che negli anni ’70 aveva sviluppato il GPS, sta effettuando dei test su vasta scala in un impianto missilistico nel deserto del New Mexico.

C’è entusiasmo tra i colossi del business per l’introduzione della nuova tecnologia. Infatti la pubblicità ne prenderebbe facilmente possesso, conducendo il potenziale cliente nel luogo dove si trovano i prodotti sponsorizzati.
In ogni caso Locata e altri sistemi simili potranno affiancare il GPS, ma per il momento non sostituirlo. In realtà sono già in commercio localizzatori in grado di offrire servizi molto simili, testati ed efficienti. E’ il caso del Micro GPS/GPRS Endoacustica che racchiude in se le potenzialità di un ricetrasmettitore GPS e GPRS e di un ricevitore satellitare, fungendo, all’occasione, da microspia ambientale e controllore della velocità. Un sistema di certo molto avanzato e dai costi contenuti.

Manichini spia per incastrare i ladri

dicembre 19, 2012 Sorveglianza Nessun Commento

I commercianti lo amano già. Il manichino dalle forme perfette che occupa tutte le vetrine del mondo potrebbe divenire molto presto il miglior amico del negoziante in quanto potrebbe segnalargli in tempo reale non solo l’eventuale presenza ladri e malintenzionati, ma anche età, sesso e gusti dei clienti. Si tratta di manichini spia della linea Eye See, pupazzi dalle sembianze umane dotati di microcamere al posto degli occhi. Queste registrano grazie ad un software di riconoscimento facciale, le caratteristiche dei passanti e inviano i dati ad un software simile a quelli usati dalla polizia per identificare i criminali. La tecnologia che rende il manichino bionico è stata lanciata nel 2010 dall’azienda di manichini italiana Almax Spa insieme a Kee Square, spinoff del Politecnico di Milano.

Dunque dietro la silhouette di polistirene potrebbe nascondersi un vero e proprio agente della sicurezza. A differenza delle tradizionali telecamere di sorveglianza che riprendono da un’angolazione ben definita, il manichino, osservando il cliente, riesce a carpire altre informazioni e va a creare un database di profili garantendo però l’anonimato. L’afflusso dei clienti, la base alla fascia oraria preferita, quali oggetti li attraggono maggiormente, il tempo di stazionamento davanti alla vetrina ed altri fattori, permettono di personalizzare il servizio. L’ amministratore delegato della casa produttrice, sostiene che non ci sono pericoli per la privacy dato che le immagini vengono solo analizzate e non immagazzinate. La legislazione europea e americana permettono l’uso di telecamere a scopi di sicurezza, allorquando i clienti siano a conoscenza dell’esistenza questi sistemi.
Intanto gli ingegneri italiani, padri di questa invenzione, stanno cercando di dare anche orecchie ai manichini in modo da registrare, tramite dei microregistratori, commenti e critiche.

Attualmente ogni manichino costa circa 4 mila euro. Alcuni esemplari sono già stati venduti in alcuni Paesi europei e negli Stati Uniti. In realtà la spesa eccessiva per l’implementazione di tale tecnologia potrebbe essere facilmente dribblata con l’acquisto separato di microspie audio e video professionali che permettono di ottenere risultati garantiti.

Spiare? Facile, anche con un pacchetto di sigarette!

marzo 23, 2011 Sorveglianza Nessun Commento

Se pensate che i gadget spia siano roba per film di spionaggio, e che microspie nascoste all’interno di una penna, in una cravatta o altro ancora si possano vedere soltanto sul grande schermo, evidentemente non sapete che la tecnologia di spionaggio ha fatto passi da gigante, e che le moderne microspie ambientali hanno un costo assai limitato e possono nascondersi pressoché ovunque.

Grazie alla combinazione di questi due fattori chiave, dimensioni ridotte e costo contenuto, uniti ad una semplicità d’uso che rende le microspie del 21esimo secolo utilizzabili da chiunque, spiare è diventata un’attività alla portata non soltanto di investigatori o agenti segreti, ma anche dell’uomo comune che tema, ad esempio, che la propria moglie lo tradisca, o che i propri figli possano frequentare cattive compagnie.

Un esempio di come sia possibile spiare a distanza è dato da quello che all’apparenza sembra essere un comunissimo pacchetto di sigarette, ma cne all’interno del pacchetto stesso contiene una potente microspia radio UHF, in grado di rilevare suoni e voci intorno a sé e di trasmetterli via radio, con una durata massima di 18 ore consecutive di trasmissione.

L’uso è semplicissimo, poiché la microspia pacchetto di sigarette è alimentata a batteria. Pertanto basta collocare il piccolo trasmettitore sul fondo del pacchetto stesso, e la microspia nascosta inizierà immediatamente a trasmettere. Una volta sintonizzata la sua frequenza con quella dell’apposito ricevitore, potrete ascoltare a distanza senza timore di essere scoperti.

Quindi, se volete raccogliere informazioni a distanza in maniera discreta, ad esempio per scoprire se qualcuno nel vostro ufficio passa informazioni ad un’azienda concorrente, avete soltanto bisogno di nascondere una microspia di questo genere nal taschino della vostra giacca o di quella di un collaboratore o persona fidata, e mettervi tranquillamente all’ascolto.

Per scoprire moltissimi altri modi in cui potete spiare di nascosto, per avere maggiori dettagli sul funzionamento del trasmettitore pacchetto di sigarette e molto altro ancora, potete visitare il nostro sito.

Microfoni spia, e anche una cravatta può servire per spiare

marzo 10, 2011 Sorveglianza Nessun Commento

Quando si ha bisogno di raccogliere informazioni senza che le persone intorno a noi se ne accorgano, per usarle in seguito, bisogna farlo nella maniera più discreta possibile, in modo da evitare di destare il sia pur minimo sospetto.
Questo è particolarmente vero non soltanto per agenti delle forze dell’ordine impiegati nella lotta al crimine, ma anche per investigatori privati alle prese con complicati casi di spionaggio industriale o con sospetti di infedeltà coniugale da fugare o confermare.

La maniera migliore di raccogliere tali informazioni è sicuramente quella di usare dei microfoni spia, delle microspie o delle telecamere nascoste, in modo da trasmettere o registrare le conversazioni di persone ignare. Per ottenere il massimo risultato, i microfoni spia devono essere collocati in maniera assolutamente invisibile.

Grazie alla crescente miniaturizzazione della tecnologia applicata allo spionaggio, questo non è un problema, perché un microfono può essere talmente piccolo da poter essere occultato tranquillamente anche all’interno di una cravatta. Tale tipo di trasmettitore è composto da tre diverse componenti (microfono, alimentatore ed unità di trasmissione) collegate tra loro tramite un cavo flessibile che può essere comodamente assicurato al retro della cravatta, in una posizione ottimale per ascoltare e trasmettere le parole delle persone di fronte a noi.

Esistono anche altri tipi di microfoni spia, talmente sottili da poter essere nascosti ad esempio all’interno di quella che ad una prima occhiata potrebbe apparire una semplice ed innocua lastra di cartone, ma che potrebbe rivelarsi il vostro migliore alleato per la sorveglianza o per la raccolta di informazioni; oppure, un microfono stetoscopio, applicato all’esterno di una finestra, in grado di interpretare i suoni all’interno analizzando le microscopiche vibrazioni del vetro.

Insomma, per risolvere casi complicati, la tecnologia ci fornisce un aiuto tanto invisibile quanto prezioso. Per scoprire come, potete visitare il sito di Endoacustica.

Rilevatore di microspie, privacy garantita

Quando nel proprio ambiente di lavoro si conducono trattative riservate e si muovono somme importanti, il rischio che orecchie indiscrete siano all’ascolto è un fattore che bisogna sempre tenere in seria considerazione. Installare una microspia o un microfono nascosto è un lavoro più semplice di quanto si possa pensare, e le moderne apparecchiature di ascolto segreto sono assai difficili da scovare, per via delle loro dimensioni ridottissime.

Per assicurarsi che il proprio ambiente sia effettivamente protetto, occorre munirsi di una adeguata dotazione tecnologica, come ad esempio un rilevatore di microspie.
Si tratta di un piccolo apparecchio tascabile, che emette onde radio su una ampia gamma di frequenze (ad esempio tra 1 MHz e 6 GHz), in modo da poter rilevare eventuali fonti di trasmissione che agiscano su una di queste frequenze.

Una volta individuata uan sorgente trasmittente di segnali radio, questo piccolo apparecchio di bonifica ambientale invia un segnale acustico o inizia a vibrare in maniera silenziosa, e la barra di misurazione si illumina a seconda dell’intensità del segnale, permettendo pertanto di localizzare facilmente l’esatta posizione della sorgente del segnale stesso, e di disattivarla se necessario.

Grazie alle sue dimensioni ridotte, all’alimentazione a batteria unita al basso consumo energetico, il rilevatore di microspie di tipo ACE è adatto per essere utilizzato non soltanto per la bonifica di ambienti quali uffici ed abitazioni, ma anche per individuare la presenza di microfoni, microspie e telecamere nascoste all’interno di un’automobile, di un camion per il trasporto di merci, o in esterni, ad esempio nel giardino di un’abitazione privata.

Per scoprire i dettagli del funzionamento di questo semplice ma potente sistema di rilevamento microspie, potete visitare il sito di Endoacustica e rivolgervi ai nostri esperti per una consulenza personalizzata.

Difendersi dalle intercettazioni? Non serve una legge

agosto 22, 2010 Tecnologia Nessun Commento

La protezione dalle intercettazioni telefoniche, che il governo italiano vorrebbe delegare ad un vero e proprio colpo di spugna giudiziario contro le intercettazioni stesse, non ha bisogno di scorciatoie legislative, ma con un po’ di accortezza ed una spesa piuttosto limitata, può essere compiuta in maniera semplice da ognuno di noi.

Basta dotarsi delle adeguate apparecchiature tecnologiche ed il gioco è fatto: il proprio ambiente lavorativo e la propria casa, e le relative linee telefoniche possono essere semplicemente protette da eventuali orecchie indiscrete, ed eventuali apparecchiature di ascolto nascosto individuate e neutralizzate.

Un sistema anti intercettazioni può essere anche poco più grande di un telefono cellulare o di una videocamera digitale, ma in queste dimensioni ridotte è in grado di svolgere un grande lavoro, permettendovi di localizzare eventuali microspie o microfoni nascosti presenti all’interno del vostro ufficio, per captare le vostre conversazioni riservate.

Esistono vari modelli che agendo su un’ampia gamma di frequenze, sono in grado di rilevare non solo la presenza di trasmettitori radio nascosti, ma anche quella di telecamere in miniatura che operano con connessione wireless. Allo stesso modo, è possibile anche rilevare la presenza di telefoni cellulari accesi, il che permette di individuare microspie che agiscono mediante la rete GSM, trasmettendo le proprie intercettazioni come fossero dei normali cellulari.

Grazie all’utilizzo di apparecchiature del genere, anche in combinazione tra loro, è pertanto possibile mantenere completamente al sicuro da ascoltatori indiscreti i propri ambienti riservati, evitando fughe di notizie che potrebbero compromettere il frutto di una intera vita lavorativa.

Per ottenere il meglio dai sistemi di difesa da intercettazioni, è comunque consigliabile rivolgersi ad esperti del settore che sappiano consigliarvi sulla soluzione adatta alle vostre esigenze. Per le vostre bonifiche ambientali, pertanto, vi consigliamo di visitare il sito di Endoacustica.

Bonifiche ambientali, per mantenere segrete le vostre conversazioni

giugno 3, 2010 Tecnologia Nessun Commento

Scanner

Quando nel proprio ambiente di lavoro si discutono affari importanti, a qualsiasi livello, la riservatezza è un fattore importantissimo, specialmente se si tratta di battere la propria concorrenza sul tempo. Pertanto, è essenziale che le informazioni scambiate durante un meeting decisionale vengano mantenute al riparo da orecchie indiscrete, specialmente se sono in gioco grosse somme di denaro.

Per mantenere il proprio ambiente sicuro, è utile affidarsi alla tecnologia, installando dei sistemi di bonifica ambientale, che possano mantenere le nostre conversazioni riservate in varie maniere. Ad esempio, per essere sicuri che nessuno abbia piazzato dei microfoni nascosti o delle micro trasmittenti nel vostro ufficio, potete usare un rilevatore di microspie, che individua eventuali fonti di trasmissione radio o GSM nel proprio raggio d’azione.

Oppure, per bloccare eventuali ascolti segreti che possano avvenire tramite l’utilizzo di un cellulare (o come appena visto, tramite una microspia GSM), potete usare un jammer, o disturbatore di segnale, che creerà una sorta di “isola” dove i cellulari non possono ricevere o trasmettere, ottenendo quindi il doppio risultato di prevenire fughe di notizie e di evitare disturbi alla vostra riunione che possano venire sotto forma di telefonate indesiderate o inopportune, in modo che il processo decisionale non venga disturbato o influenzato da fattori esterni.

Ovviamente, nel caso di una bonifica ambientale alla ricerca di microspie o microfoni, è sempre meglio affidarsi ad un esperto che possa ispezionare attentamente il vostro ufficio o la vostra abitazione, alla ricerca di apparecchiature microscopiche nascoste, che possano mettere a rischio la privacy del nostro lavoro o dei nostri apporti personali.

Per fare ciò, potete consultare il sito di Endoacustica, dove i nostri esperti in bonifiche ambientali sapranno certamente consigliarvi per il meglio.

Difesa anti intercettazioni, una esigenza dei nostri tempi

dicembre 3, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Secrets

Sui giornali italiani di questa mattina, è stato dato ampio risalto alla notizia che Carlo De Benedetti, editore della testata La Repubblica, da tempo schierata su posizioni diametralmente opposte rispetto a quelle del presidente del Consiglio Berlusconi, ha scoperto che nella sua auto erano state installate delle microspie nascoste, col chiaro scopo di intercettarne le conversazioni durante i suoi spostamenti.

Questo dimostra che il confronto politico in Italia ormai si fa sempre più sporco, e soprattutto serve da monito a chi voglia mantenere private le proprie conversazioni. Al giorno d’oggi, infatti, la privacy e’ diventata un valore da difendere a qualsiasi costo, specialmente per i potenti o per chi, come De Benedetti, si trova su posizioni opposte rispetto all’attuale potere.

Pertanto, per mantenere la propria privacy sia nel proprio ufficio che durante i propri spostamenti, è sicuramente utile che, tra le precauzioni da prendere, ci sia anche un adeguato sistema di rilevazione microspie, che compie un’accurata bonifica ambientale, semplicemente inviando onde radio nell’ambiente da controllare.

Grazie a tali sistemi di rilevazione, è possibile scoprire microspie nascoste che operino su una vasta gamma di frequenze radio (ad esempio tra 1 MHz e 6 GHz), sia nascoste in una autovettura che in un ufficio, o addirittura affogate nel cemento di un muro.

Inoltre, esistono rilevatori capaci di scoprire la presenza di una microspia GSM che trasmette sulla rete telefonica invece che via radio.

Sicuramente, vista la sua posizione e la sua recente visibilità, De Benedetti sarà dotato di sistemi del genere, ed è forse grazie ad essi che ha scoperto questo tentativo di intercettazione nei suoi confronti, probabilmente ordito da nemici politici. Ma anche chi tra noi deve difendere i propri interessi personali ed economici da pericolose intrusioni esterne, può sicuramente trovare utile munirsi di un adeguato sistema di bonifica ambientale, per dormire sonni tranquilli!

Endoacustica Europe blog

Il blog che ti aggiorna sulle nuove tecnologie applicate alla sorveglianza audio video, difesa personale e controsorveglianza!

CALCOLATRICE SPIA GSM


Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

CONTATTACI:


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

ARTICOLI IN RILIEVO

Microfoni, microspie e microregistratori low cost

28 Gen 2014

Microfoni direzionali grandi come uno spillo. Telecamere e microspie nascoste dentro occhiali da vista o da sole, comunissime penne, chiavi e portachiavi, bottoni, camicie, cuscini e peluche. Insomma ovunque. Batterie che durano ore e si attivano a distanza o si spengono e si accendono automaticamente quando avvertono un rumore. Il mercato delle cimici e dei loro derivati è in continua evoluzione e l’offerta è davvero vastissima. Prezzi stracciati e soluzioni …

La risposta alle intercettazioni: lo Stealth Phone

4 Apr 2013

Sempre più spesso sulle prime pagine dei giornali si leggono notizie di intercettazioni telefoniche di conversazioni riguardanti politici, grandi imprenditori, funzionari pubblici e persone “importanti” in generale. In realtà oggi chiunque conosca anche solo di sfuggita una persona che occupa posizioni di rilievo o che abbia avuto dei guai con la legge rischia che le sue conversazioni vengano intercettate. L’unica soluzione è l’utilizzo di un cellulare criptato. Attraverso i diversi …

Grande tecnologia in piccole dimensioni

25 Gen 2013

Un piccolo cubo di 5cm per lato potrà presto rubare la scena ai tablet e agli occhiali smart. CuBox Pro, il nome del cubetto sfornato qualche settimana fa dalla Solid Run in versione aggiornata rispetto al primo modello del 2011. Al suo interno tutte le caratteristiche di un pc di ben altre dimensioni: un chip Arm dual core da 800 Mhz, due giga di Ram e memoria espandibile fino a …

Parola d’ordine: gadget

22 Gen 2013

L’hi-tech ha una nuova parola d’ordine: gadget. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti, più o meno utili e sempre più personalizzabili. Alcuni gadget hanno fatto capolino sul mercato nelle ultime settimane. Vediamo i più graditi. Ci aiuterà a non restare più senza batteria, il Nectar Mobile Power System, strumento di alimentazione portatile che assicura energia elettrica extra per oltre due settimane, per singolo dispositivo. …

Internet delle cose stravolgerà il nostro quotidiano

10 Dic 2012

Il Web 3.0 non è ancora molto lontano. Tutti i grandi laboratori stanno lavorando duramente per mettere a punto nuove applicazioni che riguardano l’Internet delle Cose. Con questo neologismo è stata battezzata l’ultima frontiera della tecnologia online. Il punto di forza risiede nella possibilità attribuita agli oggetti di interagire tra di loro acquisendo e scambiandosi informazioni. La sveglia ad esempio potrebbe suonare in anticipo una volta constatato, tramite internet, condizioni …

La tecnologia a servizio della sorveglianza

26 Nov 2012

Mini dirigibili wireless, missili ultraveloci che attraversano il pianeta in pochi minuti, piccoli elicotteri di video sorveglianza aerea, sistemi audio-video supersofisticati. Sono queste le più moderne tecnologie a servizio dei servizi segreti. Per spiare si usano particolari telefoni cellulari, computer sorvegliati a distanza e oggetti di uso quotidiano sapientemente modificati. Fonte senza limiti per i servizi segreti è senza dubbio internet ed in particolare i social network. Una sorta di …

Febbre da brevetti: ecco i più bizzarri

6 Nov 2012

Impazza la febbre da brevetti che vede protagoniste tutte le maggiori case produttrici di strumenti tecnologici esistenti al mondo. Queste idee sono custodite nella banca dati dell’Autorità americana “Uspto” e probabilmente un giorno troveranno reale applicazione.Vediamo alcuni tra i brevetti più bizzarri. Per evitare la tragica caduta al suolo dello smartphone, Amazon nel 2011 ha registrato un brevetto simpatico che vedrebbe l’apertura di alcuni airbag prima che il cellulare tocchi …

Gli scanner biometrici arrivano a scuola

12 Ott 2012

I sistemi di controllo degli accessi che utilizzano la biometria si stanno facendo sempre più largo nell’ambito di istituzioni ed aziende dato che permettono un elevato grado di sicurezza e lo snellimento delle procedure di controllo fisico. Da qualche giorno niente badge o cartellino anche per i docenti ed il personale Ata del liceo scientifico “Plinio Seniore” di Roma che ha imposto ai dipendenti l’utilizzo di scanner biometrici per segnalare …

Una pistola che lancia anelli di fumo per allontanare gli aggressori… e non solo!

23 Lug 2012

pistola vortex

Prendendo spunto dalle pistole giocattolo per bambini in grado di lanciare anelli di fumo, Battelle, azienda statunitense di Columbus, Ohio, per realizzare una vera e propria arma in grado di lanciare anelli di diverse sostanze gassose o di cariche elettriche. Secondo i ricercatori, questa pistola sarebbe in grado di lanciare questi anelli ad una distanza di quasi 46 metri e ad una velocità di circa 145 chilometri orari. Gli anelli …

ADS


 RILEVATORE MICROSPIE
bonifiche ambientali
Rilevatore di giunzioni non lineari capace di scoprire dispositivi elettronici nascosti, anche se il dispositivo emette irradiazioni, abbia fili o sia acceso.
 MICROREGISTRATORI
Nuovissimi microregistratori digitali con durata di registrazione fino a 1200 ore. Utilissimi per raccogliere prove o scoprire tradimenti di ogni tipo. I modelli ad attivazione vocale VAS permettono inoltre una maggiore autonomia di consumi. Affidabilità, efficacia e prezzo conveniente.
 JAMMER
jammerPer proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.
 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spy phone, o cellulare spia, è un normale cellulare su cui viene installato un software spia capace di intercettare qualsiasi azione intrapresa sul cellulare stesso (chiamate, SMS, foto ecc.). Il software spia per spyphone è funzionante sulla maggior parte degli smartphone con sistema operativo Android, iOS e Blackberry.
 MICROAURICOLARI
microauricolareI micro auricolari permettono di comunicare con un telefono GSM discretamente, senza cioè alcun filo esterno. Adattabile a qualsiasi modello di cellulare in commercio. La piastrina induttiva, collegata al cellulare tramite un cavetto, trasmette quanto ricevuto all'auricolare celato nell'orecchio.
 MICROFONI DIREZIONALI
Microfoni direzionali completi di amplificatore, per ascoltare a debita distanza conversazioni in modo assolutamente discreto. Fornito di protezione anti-vento e un dispositivo che minimizza gli effetti negativi dovuti ad eventuali vibrazioni meccaniche.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta ed il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 MICRO TELECAMERE
Le Micro telecamere rappresentano un decisivo passo in avanti nella miniaturizzazione di elementi ottici, premiando un prodotto di rara fattezza e funzionalità. La microtelecamera, infatti, oltre ad avere ridottissime dimensioni (il suo diametro può raggiungere i 3.5mm x 8.6mm), possiede caratteristiche tecnico-funzionali ineguagliabili.
 VIDEOREGISTRATORI MINI
I Videoregistratori mini sono indicati per chi vorrebbe videoregistrare quello che vede, sia per svago che per i più svariati motivi professionali, ma non è in grado di usare una normale videocamera. Le possibilità di utilizzo di un sistema di registrazione così piccolo sono innumerevoli.
 CELLULARI CRIPTATI SAFE&TALK
cellulari criptatiI cellulari criptati Safe&Talk sono la soluzione software per una comunicazione mobile sicura. Se avete timore che qualcuno possa ascoltare le vostre conversazioni o leggere i vostri SMS sul vostro cellulare, Safe & Talk è la soluzione software efficace per effettuare chiamate criptate su rete GSM, con grado di affidabilità estremo offrendo la possibilità di criptare i vostri sms.
 KEYLOGGER
keyloggerKeylogger, è un dispositivo grande quanto il tappo di una penna, capace di registrare ogni carattere digitato sulla tastiera del PC su cui viene installato. Questo dispositivo registra tutto ciò che viene digitato sulla vostra tastiera.
 LOCALIZZATORI GPS
localizzatore satellitareLocalizzatori satellitari, è un sistema di gestione e localizzazione professionale che, grazie alle sue dimensioni ridotte e alle antenne GPS e GSM incorporate, può essere reso operativo in brevissimo tempo e può essere posizionato praticamente ovunque.
 VALIGIE DI SICUREZZA
valigie di sicurezzaLe valigie di sicurezza, sono preferiti dagli ufficiali più anziani e da uomini d'affari per il suo rivestimento in cuoio di alto valore, per lo stile alla moda, per l’ampia gamma di scopi. Ha le funzioni di impulso ad alto voltaggio, di controllo radio remoto, anti-perdita, antifurto ed altro.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.