Un raggio laser anti-paparazzi sul nuovo yacht di Abramovich

Eclipse

Tranquilli, non stiamo facendo pettegolezzi sulla vita privata del magnate russo, questo è pur sempre un blog in cui si parla di tecnologia!

Coloro tra voi che invece seguono le notizie di gossip, potrebbero essere a conoscenza del fatto che il proprietario del Chelsea di Ancelotti sta facendosi costruire l’Eclipse, ovvero lo yacht privato più grande del mondo, nonché, naturalmente, il più caro (poteva essere altrimenti quando si parla di Abramovich?).

Tra i vari gadget e segni di opulenza a bordo, va annoverata una impressionante serie di dispositivi di sicurezza, che vanno dalla camera da letto blindata ad un sistema anti missile, fino a sofisticatissimi sistemi contro le intercettazioni audio. Per proteggersi invece dalle intrusioni dei paparazzi, l’oligarca ha fatto progettare un sistema rivoluzionario, in grado di rilevare la presenza di fotocamere digitali nel suo raggio d’azione, e di disabilitarle tramite un raggio laser, che le rende momentaneamente inutilizzabili, senza tuttavia distruggerle.

In questo modo, eventuali foto spia verrebbero irrimediabilmente perdute. Il sistema anti-paparazzi non sarebbe attivo in maniera permanente, quindi i suoi fortunati ospiti potrebbero scattare foto a bordo, ma se il personale di sicurezza avvistasse una barca sospetta, lo attiverebbero immediatamente ed esso rileverebbe i sensori CCD delle fotocamere digitali. A questo punto, partirebbe automaticamente un raggio laser verso il sensore stesso, cancellando la memoria della macchina fotografica.

Per i paparazzi che volessero scattare foto rubate di Abramovich in compagnia della sua fidanzata o di amici potenti, si preannunciano tempi duri. A meno che non decidano di tornare alla cara vecchia macchina fotografica reflex con teleobiettivo, che certamente non avrebbe nulla da temere da un raggio laser…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.