Armi teleguidate via GPS sui droni: precisione senza rischi

Viper Strike

Gli aerei senza pilota (UAS, Unmanned Aircraft Systems) Hunter, prodotti dall’americana Northrop Grumman saranno presto quipaggiati con il sistema Viper Strike, in grado di assistere il sistema di teleguida dei missili grazie alla guida laser e al sistema di posizionamento GPS, per colpire obiettivi fissi ed in movimento.

L’Hunter MQ-5B viene attualmente usato per ricognizione, sorveglianza aerea ed acquisizione di obiettivi. Grazie all’aggiunta di questo sistema di puntamento, ed alla flessibilità provata da oltre 80000 ore di operazioni della serie Hunter, sarà possiblie usarlo anche per missioni di attacco.

Il primo modello di Hunter, RQ-5A, è stato il primo drone usato dall’esercito americano. La sua evoluzione, il MQ-5B, si distingue per l’alimentazione a carburante pesante, e per i serbatoi inseriti all’interno dell’ala centrale, oltre che per le caratteristiche tecnologiche, quali il sistema ottico e di comunicazione con la stazione di terra. Ora, grazie all’integrazione del sistema Viper Strike, l’esercito USA avrà una ulteriore arma a propria disposizione per garantire la sicurezza dei propri uomini specialmente in terreni difficili.

Altra caratteristica utilissima dell’Hunter MQ-5B è quella di poter essere controllato non soltanto dalla stazione di terra, ma da un altro UAS, a sua volta controllato da terra. In questo modo, ad esempio nel teatro di guerra afgano, dove le montagne spesso ostacolano le comunicazioni, si riesce ad espandere il raggio d’azione degli Hunter.

La sua resistenza ed affidabilità lo rende un ideale compagno per le forze armate in teatri difficili, e l’aggiunta del sistema Viper Strike non potrà che aumentare il livello di fiducia delle truppe in questo strumento, che confidenzialmente viene chiamato “cavallo da tiro“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.