Home » Tecnologia » Recent Articles:

Anche i guardiani notturni hanno bisogno di essere protetti

ottobre 4, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Alarm

Il personale delle agenzie private di sicurezza, impegnato nella sorveglianza di banche, aziende, centri commerciali, uffici e quant’altro, è esposto a rischi a causa della natura sensibile degli obiettivi sorvegliati, soprattutto se si tratta di personale di ronda e non all’interno di un gabbiotto blindato.

Per minimizzare i rischi connessi a tale lavoro, GuardTrax ha lanciato il sistema GT2 Security Force Locator, che ne tiene sotto controllo la posizione in tempo reale.

GT2 è costituito da un piccolo trasmettitore, grande all’incirca come un normale telefono cellulare, contenuto in un involucro solido e resistente agli agenti atmosferici, che racchiude in sé una serie di funzioni utili sia per il servizio di ronda che per la comunicazione con il centro di controllo.

Ad esempio, tramite il “panic button” si può inviare un allarme istantaneo al centro, mentre inserendo dei codici ad intervalli regolari, il personale potrà informare il centro stesso sulle proprie attività e condizioni operative. Inoltre, il suo sensore di movimento può rilevare mancanza di attività per un certo tempo, e lanciare l’allarme al supervisore che potrà contattare il guardiano via cellulare per accertarsi che tutto sia a posto.

Il GT2 funziona anche come un normale telefono cellulare, chiamando fino a 4 numeri operativi di emergenza. Inoltre, come un trasmettitore GPS, può anche inviare un allarme automatico se la sua posizione esce da un’area predefinita o entra in una zona designata come a rischio, consentendo di rilevare se, ad esempio, il guardiano è stato preso in ostaggio da malintenzionati.

Grazie a GT2, le condizioni di lavoro di coloro che operano nel campo della sicurezza e sorveglianza potranno essere certamente migliorate, con benefici per l’operatore, per la sua agenzia ed in ultimo anche per le aziende protette.

Per la prevenzione di incidenti stradali, basta bloccare gli SMS in uscita

ottobre 3, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Phone Call

Non è certo una novità la notizia che, secondo molte statistiche, una tra le più frequenti cause di incidenti stradali è la distrazione causata dall’invio di SMS mentre si è alla guida. Secondo alcuni studi, se si digita un messaggio mentre si guida la propria auto, si è esposti ad un rischio 23 volte maggiore rispetto alla media.

L’incidenza di tali incidenti aumenta esponenzialmente tra i più giovani, ed è maggiormente pensando a loro che è stato sviluppato un servizio online a pagamento, chiamato TXT Blocker, che disabilita una serie di funzioni del telefono cellulare mentre l’utente si trova nel traffico.

Ad esempio, gli utenti possono scegliere di disabilitare l’invio o la ricezione di messaggi o chiamate con l’eccezione di quelle di emergenza, selezionare un gruppo di numeri “sicuri” che sono esclusi da tale blocco, o disabilitare l’uso del telefono quando l’utente si trova in zone a rischio quali ad esempio nei dintorni di una scuola. Inoltre, è possibile abilitare la ricezione di chiamate se si usa un auricolare Bluetooth che consente comunque di tenere entrambe le mani sul volante.

Il sistema funziona grazie alla tecnologia GPS, e rilevando la velocità di movimento, riesce a stabilire se l’utente sta guidando, entrando automaticamente in azione. Inoltre, se qualcuno effettua una chiamata o invia un messaggio verso il numero di un utente TXT Blocker, riceverà un avviso che il suo messaggio o chiamata è stato bloccato.

Il costo dell’abbonamento al servizio parte da un minimo di 10 dollari al mese, ed esistono anche tariffe famiglia o abbonamenti aziendali. Tutto sommato, un costo limitato per un articolo che non ha prezzo: la propria sicurezza sulle strade.

I sensori del vostro cellulare possono localizzarvi ovunque!

ottobre 2, 2009 Tecnologia Nessun Commento

SurroundSense

Avete mai provato ad usare un cellulare dotato di sistema di posizionamento GPS dentro casa? E’ praticamente inutile, non potendo riconoscere l’esatta posizione all’interno della casa a causa dell’approssimazione del sistema, generalmente intorno a 10 metri.
All’interno di un complesso di uffici o di un centro commerciale, però, 10 metri sono una distanza che può fare la differenza.

Una recente ricerca sponsorizzata da colossi dell’informatica e della telefonia, condotta da tecnici della Duke University sta lavorando su un sistema di localizzazione accuratissimo, che analizza i dati relativi a suoni, luci e movimenti raccolti dai sensori del cellulare.

Tali dati possono essere in grado di creare una “impronta digitale” dell’ambiente che circonda il telefono, che unito ai dettagli della posizione forniti dalla rete GSM e da quella WiFi, può essere sufficiente per identificarlo. Ad esempio, un bar avrà una illuminazione diversa da quella di un negozio, così come al suo interno si rilevano suoni diversi.

Questo genere di informazioni viene inviato ad un server che, sulla base di algoritmi di classificazione, cerca di dedurre la posizione esatta del cellulare cercato. Una delle sfide che si presentano, ad esempio, è come gestire situazioni nelle quali il telefono viene tenuto in tasca, pertanto non può captare la luce.

Come si vede, la sfida è di ampia portata e presenta una serie di difficoltà e problematiche di vario tipo, ma una volta trovato il modo, le applicazioni per questo sistema di rilevazione della posizione potrebbero essere vastissime. Si pensi per esempio alla sorveglianza di sospetti criminali, effettuata tramite un cellulare spia in grado di fornire l’esatta posizione della persona spiata in qualsiasi momento: i criminali non avrebbero più alibi!

Telecamere intelligenti a circuito chiuso per treni ed autobus

ottobre 2, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Train Cameras

La paura strisciante di atti di terrorismo o crimini contro le persone ha causato una crescita esponenziale nel fatturato dei sistemi di sorveglianza video, tanto che, nel solo Regno Unito, sono state installate più di 4 milioni di telecamere a circuito chiuso (CCTV).
Tale crescita da sola, tuttavia, non basta a garantire più sicurezza ai cittadini, perché solo una piccola parte delle registrazioni effettuate da questi sistemi di sicurezza possono essere esaminati ed interpretati da personale esperto.

Per risolvere questo problema, il CSIT (Centre for Secure Information Technologies) di Belfast sta esaminando la possibilità di usare una tecnologia che consenta alle telecamere di tipo CCTV, montate su autobus e treni, di riconoscere all’istante comportamenti sospetti (quali urla, linguaggio e gesti aggressivi) e situazioni di pericolo, avvisando immediatamente il centro di controllo collegato via Internet.

A questo punto l’operatore può decidere in tempo reale se intervenire in prima persona, avvisare la polizia, o se annunciare tramite gli altoparlanti del treno l’arrivo delle forze dell’ordine, per riportare la calma e scongiurare il peggio.

Allo stato attuale, il progetto sta lavorando sul miglioramento delle tecniche di analisi, allo scopo di assicurare l’intervento del sistema automatico solo in caso di reale pericolo. A tale scopo, si sta studiando l’uso di un sistema di intelligenza artificiale che riesca a trarre le giuste conclusioni analizzando comportamenti e movimenti delle persone coinvolte, in modo da inviare alla sala di controllo soltanto le informazioni degne di nota.

Tale sistema valuterà le situazioni in base a fattori quali l’orario, il quartiere coinvolto, movimenti e tono di voce delle persone inquadrate, stabilendo una priorità; le situazioni a più alto rischio ed alta priorità verranno immediatamente visualizzate sugli schermi della sala di controllo.
Si prevede che questo innovativo sistema computerizzato di sicurezza possa essere attivo entro 5 anni.

Un invisibile raggio laser per ascoltare a distanza, anche dietro un vetro

ottobre 1, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Laser beam

Sembra una scena uscita da un film di spionaggio, invece è tutto vero! Grazie all’utilizzo di un raggio laser, le forze dell’ordine sono in grado di ascoltare le conversazioni che si svolgono all’interno di una stanza, senza trovarsi nelle immediate vicinanze e senza bisogno di installare microspie od altre apparecchiature di ascolto all’interno della stanza stessa, quindi operando in tutta sicurezza, ad una distanza di oltre un chilometro.

Come è possibile tutto questo? Grazie all’utilizzo di un microfono laser. I microfoni laser sono basati, per l’appunto, su un raggio laser, emesso da un apposito trasmettitore, che viene puntato sul vetro di una finestra, o su qualsiasi oggetto nelle vicinanze delle persone le cui conversazioni si vogliano intercettare.

Il vetro (o l’oggetto su cui il raggio è puntato) vibra in maniera impercettibile, in risposta alla pressione causata dalle onde sonore della voce e dei suoni all’interno della stanza, ed il raggio laser riflesso dal vetro è modulato secondo tali vibrazioni.
Il raggio riflesso viene captato da un ricevitore posto alla giusta angolazione, il quale rileva queste modulazioni, e tramite esse ricostruisce i suoni e voci che hanno causato le vibrazioni sul vetro.

La microscopica differenza nella distanza coperta dal raggio laser in risposta a tali vibrazioni viene rilevata da un interferometro piazzato all’interno del ricevitore, che converte tali variazioni in segnali digitali che vengono poi interpretati come suoni.

Grazie a tutto questo, gli operatori delle forze dell’ordine saranno in grado di captare le conversazioni di pericolosi criminali raccolti all’interno di una stanza, trovandosi ad una distanza di assoluta sicurezza che li protegge da qualsiasi rischio per la loro incolumità.

Un accendino… o una micro telecamera nascosta?

ottobre 1, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Microrecorder

Fortunatamente per la salute pubblica, il numero dei fumatori nel mondo è in lento ma costante declino, grazie a campagne di sensibilizzazione, ed anche grazie al maggiore accesso ad informazioni sui danni causati dal fumo.

Nonostante questo, non bisogna necessariamente essere dei fumatori per portare un pacchetto di sigarette o un accendino nel taschino della propria giacca, specie se si lavora come investigatori privati o nelle forze dell’ordine, ed il pacchetto di sigarette in realtà contiene un microregistratore video.

Nelle dimensioni di un normale accendino, che può essere per l’appunto occultato all’interno di un pacchetto di sigarette, è un vero e proprio sistema professionale per effettuare ore ed ore di video registrazioni nascoste in formato digitale.

Infatti, oltre ad essere dotato di una telecamera a spillo incorporata, che può effettuare registrazioni di alta qualità con una risoluzione di 176×144 pixel, alloggia una scheda di memoria di tipo Micro SD fino a 2 Gb di capacità, sulla quale può salvare fino a 37 ore di filmati, che poi potrete scaricare comodamente sul vostro computer tramite la presa USB, o semplicemente rimuovendo la scheda di memoria.

Una volta scaricati i filmati sul vostro PC, gli stessi potranno essere analizzati alla ricerca di prove utili alle vostre indagini, ed utilizzati in sede di giudizio se necessario.
L’alimentazione avviene tramite una batteria al litio ricaricabile, che permette un tempo continuo di registrazione fino a 2 ore.

L’attivazione della registrazione avviene mediante un solo tasto, quindi per iniziare a registrare non dovrete compiere operazioni complicate, e potrete appuntare la telecamera al vostro taschino, puntata verso l’esterno, e nessuno noterà che si tratta di un video registratore e non di un accendino!

Spiare un sospetto in un albergo: sangue freddo e tecnologia

settembre 30, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Peephole

Quando si conduce un’operazione di sorveglianza e monitoraggio, può capitare di dover seguire il sospetto in un albergo. In casi del genere si deve essere accorti a non dare nell’occhio, per non insospettire il vostro obiettivo o il personale dell’albergo stesso.

Il primo passo e’ quello di ottenere la camera giusta, ossia possibilmente quella accanto a quella occupata dal vostro obiettivo.
Per fare questo, non c’e’ bisogno di allungare una sostanziosa mancia al portiere come vedete fare nei vecchi film di spionaggio: la cosa avrebbe esattamente l’effetto contrario, inducendo il portiere o receptionist a porsi delle domande. Ricordate, dovrete essere il più possibile invisibili.

Pertanto, basterà chiedere se la tal camera è disponibile, senza troppi fronzoli. E se il portiere dovesse chiedervi come mai volete PROPRIO quella stanza, potrete sempre rispondere che “è il vostro numero fortunato“, o che è la stanza dove avete passato una notte in un’occasione speciale o così via. Meno dettagli date, meno sospetti creerete, meno noie avrete.

Una volta ottenuta la stanza giusta, bisogna passare all’azione. Ancora una volta, dimenticate operazioni da film, con l’agente segreto che si intrufola nella stanza del sospetto mentre lui è sotto la doccia o cose del genere. Dovrete attendere preferibilmente che lui non sia in stanza (o magari proprio sotto la doccia), e a questo punto vi basterà un piccolo trapano silenziato, per praticare un sottilissimo foro del diametro di soli 2.5 millimetri, ed inserire un endoscopio a fibre ottiche.

Si tratta di uno strumento che, grazie alle caratteristiche delle fibre ottiche, che garantiscono pulizia nella trasmissione del segnale unita a dimensioni ridotte, consente, tramite una microscopica lente applicata all’estremità di un cavo ottico, di osservare i movimenti all’interno di una stanza, con un campo di osservazione di 55 gradi. In pratica, sarà come avere uno spioncino puntato verso l’interno di una stanza e non viceversa.

In questo momento siete in grado di seguire tutti i movimenti del vostro sospetto all’interno della stanza; quindi se ad esempio si tratta di uno spacciatore di droga, potrete riprendere e registrare le prove video delle sue attività illecite, collegando il vostro endoscopio a un piccolo video registratore digitale, per scaricare in seguito i filmati sul vostro computer ed utilizzarli come prove.

Ora si pone il problema di ascoltare le conversazioni del vostro sospetto. In questo caso, non avrete bisogno di praticare alcun foro, vi basterà un microfono da muro. In breve, il microfono da muro e’ la versione tecnologicamente avanzata dello stetoscopio del vostro medico di famiglia.

Infatti, e’ costituito da due sensori in ceramica, simili a quelli che ben conosciamo, che contengono al loro interno dei sensibilissimi microfoni, collegati ad un amplificatore audio che ne potenzia la sensibilità, rendendo possibile l’ascolto attraverso un muro. Il tutto, poi, può essere collegato ad un registratore audio digitale, per raccogliere ulteriori prove audio, da utilizzare contro il vostro sospetto in sede processuale.

Grazie a queste apparecchiature tecnologicamente avanzate, sarete in grado di operare senza destare sospetti. A questo punto, non vi resta che mettervi comodi, aprire il minibar della vostra stanza, ordinare la cena in camera, distendervi sul letto e piazzare le cuffie sulle orecchie, e potrete tranquillamente ascoltare le conversazioni del vostro ignaro vicino!

Spy Phone, l’uovo di Colombo per incastrare criminali

settembre 29, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Spy Phone

Spesso l’efficienza del sistema giudiziario è messa a dura prova da norme, quali ad esempio il disegno di legge sulle intercettazioni, che limitano le attività investigative delle forze dell’ordine, di fatto rendendo un favore alla criminalità organizzata, agli evasori e ai criminali di vario tipo.

Per essere sicuri di raccogliere più prove possibili nel più breve tempo possibile, gli uomini della polizia devono dotarsi di apparecchiature adatte, quali ad esempio lo Spy Phone, o telefono cellulare spia. Il cuore di questo sistema di intercettazione è un software da installare su qualsiasi cellulare di moderna generazione, ed una volta installato rimane del tutto invisibile.

Grazie a questo software potrete controllare a distanza, dal vostro normale telefono cellulare, tutte le attività della persona sospetta: ad esempio potrete ricevere una notifica SMS non appena il telefono sotto controllo riceve od effettua una telefonata, ed entrare in ascolto in tempo reale senza essere notati.

Potete anche ricevere una copia di tutti i messaggi SMS in entrata ed in uscita, ed una lista dei numeri chiamati o degli SMS inviati o ricevuti. Ma non è tutto: potrete usare il telefono spia come fosse una microspia ambientale, anche quando lo stesso è spento, e semplicemente chiamandolo potrete ascoltare, tramite il microfono del cellulare, tutte le conversazioni che si svolgono intorno ad esso!

Ovviamente tutto questo ed altro ancora avviene in maniera del tutto invisibile, senza che le comunicazioni tra il cellulare spia ed il numero controllante vengano visualizzate o registrate in memoria, e senza dare segni di attività visibile quali il lampeggiare del display all’arrivo di una chiamata o quant’altro. E se il software viene installato su un telefono dotato di sistema di posizionamento GPS, potrete anche ricostruire i movimenti della persona sorvegliata, perfetto per la raccolta di prove e per incastrare un pericoloso criminale, per raccogliere prove di transazioni illecite e così via.

Per maggiori dettagli vi consigliamo di visitare il nostro sito.

Un sistema di sorveglianza dall’alto attivo giorno e notte

settembre 29, 2009 Tecnologia Nessun Commento

AWAPSS

L’americana BAE Systems ha sviluppato, ed ha appena consegnato all’esercito americano, il primo esemplare di un sistema di sorveglianza aerea a volo continuo capace di gestire operazioni di monitoraggio dall’alto con un esteso raggio d’azione, ed un’operatività continua nell’arco delle 24 ore, da utilizzare in teatri di operazioni dalla morfologia territoriale particolarmente difficile.

Il sistema AWAPSS (Airborne Wide Area Persistent Surveillance Sensor, sensore di sorveglianza aerea continua ad ampio raggio) aumenta l’efficienza delle missioni, fornendo assistenza dall’alto allo scopo di localizzare il nemico e rilevarne posizione, movimenti ed attività, consentendo alle forze di terra di preparare una risposta adeguata.

Il progetto del sistema AWAPSS comprende una serie di telecamere ed apparecchi fotografici con una risoluzione di 100 megapixel, per la rilevazione dall’alto, operanti sia nel campo visibile che in quello dei raggi infrarossi, integrati all’interno di una torretta stabilizzata puntata verso terra, che consente un monitoraggio continuo delle attività nel suo raggio d’azione.

L’AWAPSS è costituito da tre parti: un sensore sulla piattaforma dell’aereo, una unità di salvataggio dati ed una stazione operativa. Il sensore verrà applicato su diversi droni (UAV, Unmanned Aerial Vehicles) che creeranno un network di trasmissione dati ed immagini.

Generalmente, un UAV equipaggiato con il sistema AWAPSS viene fatto volare intorno ad una specifica area di interesse per svariate ore, mettendo insieme un archivio di immagini ad alta risoluzione che poi vengono esaminate dagli analisti allo scopo di rilevare minimi cambiamenti, indicazioni di attività visibili o sotterranee e quant’altro, in modo da poter individuare movimenti di truppe e di armi dietro la linea del fronte, consentendo alle truppe di poter operare conoscendo le mosse del nemico.

Armi teleguidate via GPS sui droni: precisione senza rischi

settembre 28, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Viper Strike

Gli aerei senza pilota (UAS, Unmanned Aircraft Systems) Hunter, prodotti dall’americana Northrop Grumman saranno presto quipaggiati con il sistema Viper Strike, in grado di assistere il sistema di teleguida dei missili grazie alla guida laser e al sistema di posizionamento GPS, per colpire obiettivi fissi ed in movimento.

L’Hunter MQ-5B viene attualmente usato per ricognizione, sorveglianza aerea ed acquisizione di obiettivi. Grazie all’aggiunta di questo sistema di puntamento, ed alla flessibilità provata da oltre 80000 ore di operazioni della serie Hunter, sarà possiblie usarlo anche per missioni di attacco.

Il primo modello di Hunter, RQ-5A, è stato il primo drone usato dall’esercito americano. La sua evoluzione, il MQ-5B, si distingue per l’alimentazione a carburante pesante, e per i serbatoi inseriti all’interno dell’ala centrale, oltre che per le caratteristiche tecnologiche, quali il sistema ottico e di comunicazione con la stazione di terra. Ora, grazie all’integrazione del sistema Viper Strike, l’esercito USA avrà una ulteriore arma a propria disposizione per garantire la sicurezza dei propri uomini specialmente in terreni difficili.

Altra caratteristica utilissima dell’Hunter MQ-5B è quella di poter essere controllato non soltanto dalla stazione di terra, ma da un altro UAS, a sua volta controllato da terra. In questo modo, ad esempio nel teatro di guerra afgano, dove le montagne spesso ostacolano le comunicazioni, si riesce ad espandere il raggio d’azione degli Hunter.

La sua resistenza ed affidabilità lo rende un ideale compagno per le forze armate in teatri difficili, e l’aggiunta del sistema Viper Strike non potrà che aumentare il livello di fiducia delle truppe in questo strumento, che confidenzialmente viene chiamato “cavallo da tiro“.

Endoacustica Europe blog

Il blog che ti aggiorna sulle nuove tecnologie applicate alla sorveglianza audio video, difesa personale e controsorveglianza!

CALCOLATRICE SPIA GSM


Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

CONTATTACI:


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

ARTICOLI IN RILIEVO

Come registrare conversazioni di nascosto in ufficio, o dove vuoi tu, in tutta sicurezza

10 Lug 2017

rec-card-micro-registratore-carta-credito

Microregistratore vocale a forma di carta di credito REC-CARD. Un campione di discrezione e di efficacia sul campo! Noi lo sappiamo bene: sul mercato esitono diversi micro registratori professionali validi, e soprattutto, “invisibili”. Eppure ogni qualvolta ci troviamo al cospetto di questo sottilissimo micro registratore digitale a forma di carta di credito, ne restiamo puntualmente affascinati, tanto da consigliarlo alle migliori agenzie di sorveglianza e investigazioni italiane ed estere. Perché …

Microfoni, microspie e microregistratori low cost

28 Gen 2014

Microfoni direzionali grandi come uno spillo. Telecamere e microspie nascoste dentro occhiali da vista o da sole, comunissime penne, chiavi e portachiavi, bottoni, camicie, cuscini e peluche. Insomma ovunque. Batterie che durano ore e si attivano a distanza o si spengono e si accendono automaticamente quando avvertono un rumore. Il mercato delle cimici e dei loro derivati è in continua evoluzione e l’offerta è davvero vastissima. Prezzi stracciati e soluzioni …

La risposta alle intercettazioni: lo Stealth Phone

4 Apr 2013

Sempre più spesso sulle prime pagine dei giornali si leggono notizie di intercettazioni telefoniche di conversazioni riguardanti politici, grandi imprenditori, funzionari pubblici e persone “importanti” in generale. In realtà oggi chiunque conosca anche solo di sfuggita una persona che occupa posizioni di rilievo o che abbia avuto dei guai con la legge rischia che le sue conversazioni vengano intercettate. L’unica soluzione è l’utilizzo di un cellulare criptato. Attraverso i diversi …

Grande tecnologia in piccole dimensioni

25 Gen 2013

Un piccolo cubo di 5cm per lato potrà presto rubare la scena ai tablet e agli occhiali smart. CuBox Pro, il nome del cubetto sfornato qualche settimana fa dalla Solid Run in versione aggiornata rispetto al primo modello del 2011. Al suo interno tutte le caratteristiche di un pc di ben altre dimensioni: un chip Arm dual core da 800 Mhz, due giga di Ram e memoria espandibile fino a …

Parola d’ordine: gadget

22 Gen 2013

L’hi-tech ha una nuova parola d’ordine: gadget. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti, più o meno utili e sempre più personalizzabili. Alcuni gadget hanno fatto capolino sul mercato nelle ultime settimane. Vediamo i più graditi. Ci aiuterà a non restare più senza batteria, il Nectar Mobile Power System, strumento di alimentazione portatile che assicura energia elettrica extra per oltre due settimane, per singolo dispositivo. …

Internet delle cose stravolgerà il nostro quotidiano

10 Dic 2012

Il Web 3.0 non è ancora molto lontano. Tutti i grandi laboratori stanno lavorando duramente per mettere a punto nuove applicazioni che riguardano l’Internet delle Cose. Con questo neologismo è stata battezzata l’ultima frontiera della tecnologia online. Il punto di forza risiede nella possibilità attribuita agli oggetti di interagire tra di loro acquisendo e scambiandosi informazioni. La sveglia ad esempio potrebbe suonare in anticipo una volta constatato, tramite internet, condizioni …

La tecnologia a servizio della sorveglianza

26 Nov 2012

Mini dirigibili wireless, missili ultraveloci che attraversano il pianeta in pochi minuti, piccoli elicotteri di video sorveglianza aerea, sistemi audio-video supersofisticati. Sono queste le più moderne tecnologie a servizio dei servizi segreti. Per spiare si usano particolari telefoni cellulari, computer sorvegliati a distanza e oggetti di uso quotidiano sapientemente modificati. Fonte senza limiti per i servizi segreti è senza dubbio internet ed in particolare i social network. Una sorta di …

Febbre da brevetti: ecco i più bizzarri

6 Nov 2012

Impazza la febbre da brevetti che vede protagoniste tutte le maggiori case produttrici di strumenti tecnologici esistenti al mondo. Queste idee sono custodite nella banca dati dell’Autorità americana “Uspto” e probabilmente un giorno troveranno reale applicazione.Vediamo alcuni tra i brevetti più bizzarri. Per evitare la tragica caduta al suolo dello smartphone, Amazon nel 2011 ha registrato un brevetto simpatico che vedrebbe l’apertura di alcuni airbag prima che il cellulare tocchi …

Gli scanner biometrici arrivano a scuola

12 Ott 2012

I sistemi di controllo degli accessi che utilizzano la biometria si stanno facendo sempre più largo nell’ambito di istituzioni ed aziende dato che permettono un elevato grado di sicurezza e lo snellimento delle procedure di controllo fisico. Da qualche giorno niente badge o cartellino anche per i docenti ed il personale Ata del liceo scientifico “Plinio Seniore” di Roma che ha imposto ai dipendenti l’utilizzo di scanner biometrici per segnalare …

ADS


 RILEVATORE MICROSPIE
bonifiche ambientali
Rilevatore di giunzioni non lineari capace di scoprire dispositivi elettronici nascosti, anche se il dispositivo emette irradiazioni, abbia fili o sia acceso.
 MICROREGISTRATORI
Nuovissimi microregistratori digitali con durata di registrazione fino a 1200 ore. Utilissimi per raccogliere prove o scoprire tradimenti di ogni tipo. I modelli ad attivazione vocale VAS permettono inoltre una maggiore autonomia di consumi. Affidabilità, efficacia e prezzo conveniente.
 JAMMER
jammerPer proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.
 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spy phone, o cellulare spia, è un normale cellulare su cui viene installato un software spia capace di intercettare qualsiasi azione intrapresa sul cellulare stesso (chiamate, SMS, foto ecc.). Il software spia per spyphone è funzionante sulla maggior parte degli smartphone con sistema operativo Android, iOS e Blackberry.
 MICROAURICOLARI
microauricolareI micro auricolari permettono di comunicare con un telefono GSM discretamente, senza cioè alcun filo esterno. Adattabile a qualsiasi modello di cellulare in commercio. La piastrina induttiva, collegata al cellulare tramite un cavetto, trasmette quanto ricevuto all'auricolare celato nell'orecchio.
 MICROFONI DIREZIONALI
Microfoni direzionali completi di amplificatore, per ascoltare a debita distanza conversazioni in modo assolutamente discreto. Fornito di protezione anti-vento e un dispositivo che minimizza gli effetti negativi dovuti ad eventuali vibrazioni meccaniche.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta ed il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 MICRO TELECAMERE
Le Micro telecamere rappresentano un decisivo passo in avanti nella miniaturizzazione di elementi ottici, premiando un prodotto di rara fattezza e funzionalità. La microtelecamera, infatti, oltre ad avere ridottissime dimensioni (il suo diametro può raggiungere i 3.5mm x 8.6mm), possiede caratteristiche tecnico-funzionali ineguagliabili.
 VIDEOREGISTRATORI MINI
I Videoregistratori mini sono indicati per chi vorrebbe videoregistrare quello che vede, sia per svago che per i più svariati motivi professionali, ma non è in grado di usare una normale videocamera. Le possibilità di utilizzo di un sistema di registrazione così piccolo sono innumerevoli.
 CELLULARI CRIPTATI SAFE&TALK
cellulari criptatiI cellulari criptati Safe&Talk sono la soluzione software per una comunicazione mobile sicura. Se avete timore che qualcuno possa ascoltare le vostre conversazioni o leggere i vostri SMS sul vostro cellulare, Safe & Talk è la soluzione software efficace per effettuare chiamate criptate su rete GSM, con grado di affidabilità estremo offrendo la possibilità di criptare i vostri sms.
 KEYLOGGER
keyloggerKeylogger, è un dispositivo grande quanto il tappo di una penna, capace di registrare ogni carattere digitato sulla tastiera del PC su cui viene installato. Questo dispositivo registra tutto ciò che viene digitato sulla vostra tastiera.
 LOCALIZZATORI GPS
localizzatore satellitareLocalizzatori satellitari, è un sistema di gestione e localizzazione professionale che, grazie alle sue dimensioni ridotte e alle antenne GPS e GSM incorporate, può essere reso operativo in brevissimo tempo e può essere posizionato praticamente ovunque.
 VALIGIE DI SICUREZZA
valigie di sicurezzaLe valigie di sicurezza, sono preferiti dagli ufficiali più anziani e da uomini d'affari per il suo rivestimento in cuoio di alto valore, per lo stile alla moda, per l’ampia gamma di scopi. Ha le funzioni di impulso ad alto voltaggio, di controllo radio remoto, anti-perdita, antifurto ed altro.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.