Home » Tecnologia » Recent Articles:

3 grammi, 10 centimetri ed una telecamera volante

settembre 15, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Flying Camera

Chissà quante volte avrete pensato “vorrei essere una mosca” per poter vedere od ascoltare cosa succede in una stanza quando siete lontani, senza essere visti o sentiti… D’altra parte, poter ascoltare o vedere senza che gli altri se ne accorgano è uno dei grandi sogni dell’umanità.
Per realizzare questo sogno, l’università di Delft, in Olanda, sta lavorando su un progetto chiamato DelFly.

DelFly Micro è un MAV, o Micro Air Vehicle, ossia un aereo in miniatura, del peso di 3 grammi e con un’apertura alare di 10 centimetri, alimentato a batteria e capace di volare fino a 50 metri con un’autonomia di 3 minuti. Le ali sono composte di fogli di Mylar, una pellicola di polietilene ad alta resistenza alla tensione, mentre lo scheletro è in fibra di carbonio e legno di balsa.

Il DelFly è ancora in fase sperimentale, e l’obiettivo della sperimentazione è di comprendere al meglio le caratteristiche e potenzialità aerodinamiche di un simile veicolo, in modo da poterlo utilizzare, equipaggiato con una microcamera, per sperimentazioni in campi quali la visione computerizzata e l’intelligenza artificiale. Obiettivo finale del progetto è garantire una certa autonomia di volo senza guida esterna con una microcamera montata.

La microcamera installata su DelFly è un modello particolare, di dimensioni e peso ridottissimi, che promette di diventare il nuovo standard di riferimento nel campo dei robot volanti miniaturizzati. Quindi fate attenzione, un giorno una microcamera di questo tipo potrebbe tornarvi utile per scoprire cosa pensano di voi i vostri colleghi!

Volete diventare spie? Andate all’università!

settembre 15, 2009 Tecnologia 3 Commenti

Una scuola per spie

La sicurezza nazionale è un affare serio, e non può certamente essere improvvisato. Ogni aspetto relativo all’intelligence deve essere attentamente valutato e vagliato, e coloro che se ne occupano devono fornire garanzie di professionalità, avere altissime conoscenze specifiche ed una assoluta affidabilità e riservatezza.

Per questo, la Link Campus University ha istituito un Master in Studi d’Intelligence e Sicurezza Nazionale (MAINS), che si svolgerà a Roma a partire da Ottobre 2009.
In una situazione mondiale in rapido cambiamento, la domanda per esperti di intelligence è destinata inevitabilmente a crescere in maniera esponenziale, ed è in questo contesto che si colloca tale corso.

Il corso, aperto a funzionari statali (in particolare dei Ministeri della Difesa e degli Affari Esteri, ma anche da altri dicasteri), ma anche ad operatori del settore della sicurezza strategica, studiosi e specialisti di politica interna ed estera, nonché a giovani interessati a sviluppare la propria carriera in questo particolare settore, fornisce una preparazione avanzata nel campo degli studi di sicurezza nazionale e dell’analisi di informazioni.

E’ diviso in quattro aree: Sicurezza internazionale, Sistemi di intelligence, Tecniche analitiche e Minacce alla sicurezza nazionale. Al corso parteciperanno anche alti esponenti di istituzioni nazionali ed internazionali, nonché di aziende impegnate nell’intelligence, per creare degli ambienti di discussione e lavoro, dei seminari per lo studio di casistiche che possono poi presentarsi in futuro.

Grazie a questo tipo di corsi, e alla possibilità di utilizzare un centro di documentazione sull’attività di intelligence unico al mondo, i partecipanti possono essere pronti ad affrontare le sfide poste da un ordine mondiale in continua evoluzione, in cui la conoscenza dei più avanzati sistemi e metodologie di intelligence può rivelarsi vitale non soltanto per la propria carriera, ma anche per il proprio Paese.

Micro elicotteri radiocomandati, una risorsa per la ricognizione aerea

settembre 14, 2009 Tecnologia Nessun Commento

T-Hawk

Due grandi industrie americane del settore della difesa, AAI Corporation e Honeywell, hanno dato vita ad una joint-venture per la produzione di elicotteri in miniatura del tipo UAV (Unmanned Aerial Vehicle), comandati a distanza e capaci di decollare ed atterrare verticalmente, trasportando attrezzature video per la sorveglianza e la ricognizione.

Il sistema T-Hawk è costituito da due veicoli radiocomandati ed una stazione di controllo terrestre. L’elicottero è equipaggiato con un sistema di propulsione che gli consente di effettuare decollo ed atterraggio in verticale, permettendogli pertanto di operare praticamente ovunque.

Inoltre, la sua estrema maneggevolezza, unita al peso e all’ingombro ridotti (soltanto 57 cm di altezza per meno di 9 kg di peso) gli consente di raggiungere velocità fino a 130 kmh (tale velocità, su alcuni modelli, può essere limitata elettronicamente a 90 kmh), rendendolo ideale per l’impiego in operazioni di ricognizione in terreni difficili o montagnosi, dove l’invio di soldati potrebbe esporli a rischi non necessari, causando la perdita di vite umane e il fallimento della missione.

Ovviamente, per adempiere a tali delicati compiti di ricognizione, il T-Hawk è munito di una serie di telecamere di tipo elettro-ottico, nonché di sensori a raggi infrarossi per riprese dall’alto e notturne, che lo rendono ideale non solo per la ricognizione aerea, ma anche per l’acquisizione di obiettivi o come supporto aereo per truppe di terra, collegato in tempo reale alla stazione base verso la quale trasmette immagini che possono decidere la riuscita di un’operazione militare o di sorveglianza.

Nuove armi per l’esercito italiano in Afghanistan

settembre 14, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Gun Turret

Il Ministero della Difesa italiano sta discutendo un contratto con Oto Melara per la fornitura di torrette mitragliatrici, da applicare sui propri mezzi blindati LMV (Light Multirole Vehicles) fabbricati da Iveco.

Gli LMV schierati in Afghanistan, pur nella loro estrema versatilità, hanno un punto debole nella torretta, sulla quale è appostato un soldato che opera una mitragliatrice. Questa configurazione espone i soldati sulla torretta al rischio di agguati come quello che ha causato la morte di un soldato italiano, per l’appunto appostato sulla torretta di un blindato, lo scorso mese di luglio.

Allo scopo di prevenire tale rischio, il Ministero ha deciso di utilizzare torrette mitragliatrici telecomandate, e la scelta è caduta sul modello Hitrole Light di Oto Melara, una divisione di Finmeccanica.
La torretta Hitrole Light monta due diversi tipi di mitragliatori calibro 12.7 e 7.62, un lanciagranate da 40mm ed è equipaggiata con telecamera termica, sensore laser e telecamera TV.

Inoltre, l’esercito italiano ha anche ordinato la fornitura di scudi protettivi per i propri blindati, che circondano completamente il soldato sulla tettoia del mezzo. Pertanto, mentre alcuni mezzi saranno equipaggiati con la torretta teleguidata, altri rceveranno in dotazione questi cilindri protettivi, per garantire una maggiore sicurezza al personale.

La consegna delle prime torrette è prevista tra sei o sette mesi, e grazie al loro utilizzo sarà possibile ridurre i rischi a cui vengono esposti i soldati italiani nelle difficili zone di guerra dell’Afghanistan. L’aumento della sicurezza sui mezzi blindati non potrà che aumentare il livello di efficienza della missione italiana in Afghanistan.

Volete diventare agenti segreti? Mandate il vostro curriculum alla CIA!

settembre 13, 2009 Tecnologia 25 Commenti

Top Secret

Forse non viaggerete intorno al mondo, salvandolo da scienziati pazzi o da minacce nucleari, bevendo un Martini Dry (agitato, non mescolato) mentre siete impegnati a sedurre la Bond girl di turno; sicuramente però, avreste la possibilità di dare una mano, nel vostro piccolo, per fronteggiare minacce magari meno romanzate ma ugualmente pericolose.

La Central Intelligence Agency, o CIA, come è conosciuta nel mondo, è infatti alla ricerca di personale specializzato per una serie di posizioni, che vanno dalle operazioni sul campo (ovvero i veri e propri agenti segreti di tanta letteratura e film di spionaggio) a posizioni di ufficio con un alto livello di specializzazione.

La maggior parte del lavoro della CIA, così come di tutte le agenzie governative, si svolge infatti tra le mura degli uffici (la sede di lavoro per quasi tutte le posizioni è a Washington), analizzando dati, trasmissioni, mappe ed intercettazioni telefoniche, traducendo testi da e verso tutte le lingue del mondo, coordinando il movimento degli agenti sul territorio e il flusso delle informazioni da loro ricevute.

Le posizioni ricercate variano da interprete di linguaggio dei segni ad analista psichiatrico, da disegnatore grafico ad ufficiale di operazioni clandestine paramilitari. Per soddisfare la vostra voglia di avventura a tutti i livelli, sia in operazioni sul territorio contro nemici armati che comodamente seduti dietro una scrivania davanti al monitor di un computer, potrete dare una mano per proteggere il mondo… e magari, una volta usciti dal vostro ufficio, portare a cena una avvenente Bond girl!

Seguire le migrazioni degli insetti? Facile, via radio!

Radio Critter

Nello stato americano del North Carolina, le migrazioni di massa degli insetti sono una vera calamità per l’agricoltura e la pastorizia locale. I cosiddetti Grilli Mormoni si muovono in stormi di centinaia di migliaia di elementi, devastando i campi durante le loro migrazioni. Gli scienziati stanno cercando di identificare le rotte delle loro migrazioni, per poter difendere i campi tramite applicazioni mirate di pesticidi invece dell’irrigazione indiscriminata.

Presso la Chapel Hill University, con finanziamenti ricevuti dal Dipartimento di Agricoltura, si sta svolgendo una ricerca effettuata tramite l’applicazione di piccoli radiotrasmettitori sul dorso dei grilli. I grilli vengono separati dalla massa, e con una speciale colla, viene loro applicato un microtrasmettitore del peso di meno di un grammo.

Grazie all’applicazione di questi trasmettitori, gli scienziati sono riusciti, ad esempio, a scoprire che quando i grilli si separano dal gruppo, la loro mortalità è più alta. Pertanto, viaggiare in massa è un meccanismo di sopravvivenza per gli insetti.

Se tramite queste ricerche si riuscisse anche ad identificare le rotte delle migrazioni, i coltivatori sarebbero in grado di prendere adeguate contromisure, riducendo i costi per l’utilizzo indiscriminato di pesticidi, che uccidono tutti gli insetti nella zona arrecando danni anche alla catena alimentare ed inquinando l’acqua potabile.

La soluzione di questo problema locale in una regione agricola degli USA potrebbe avere effetti positivi anche a livello mondiale, ponendosi come termine di paragone per altre zone, specialmente in paesi in via di sviluppo o sottosviluppati, e magari aiutare a ridurre la fame in queste zone.

Forse si suda un po’… ma protetti dalle onde elettromagnetiche!

settembre 13, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Protective Cloth

Diciamoci la verità, un tessuto contro le radiazioni o le onde elettromagnetiche non è esattamente la definizione di “vestito di moda”, ma dall’altro lato, un vestito di moda non ci sarebbe di alcuna utilità sul lavoro, se il nostro lavoro ci espone a radiazioni o onde elettromagnetiche.

Ovviamente non stiamo parlando di abiti da indossare ad una serata di gala o alla prima di un film, ma di tessuti che possono proteggere la vostra salute. Il tessuto anti radiazioni o anti onde elettro magnetiche, infatti, viene usato essenzialmente per la produzione di abiti protettivi da usare, ad esempio, nel reparto radiologia di un ospedale, in laboratori chimici che maneggiano materiale radioattivo, corrosivo o magnetico, e così via.

Inoltre, se non utilizzato per abiti da lavoro, può essere usato come rivestimento per finestre o pareti, o come tenda protettiva in ambienti di lavoro che hanno bisogno di essere isolati dalle onde elettromagnetiche, dalle onde radio o dalla radioattività, o per evitare l’accumulo di elettricità statica e favorirne la dispersione.

Ne esistono svariati tipi a seconda del tipo di rischio a cui si è esposti, e con diverse caratteristiche di protezione e di resistenza anche a temperature estreme (dai -30 ai +200 gradi ad esempio), che possono essere tagliati e cuciti come un normalissimo tessuto di sartoria, ed alcuni tipi sono talmente leggeri da sembrarlo.
Quindi, potreste fare bella figura ad un party, senza rinunciare alla vostra protezione! L’unica domanda sarebbe: ma che razza di party sarà mai?

Un orologio, un telefono, una microspia o… tutti e tre?

settembre 13, 2009 Tecnologia 1 Commento

GSM Watch

Il mercato dei telefoni cellulari offre una miriade di scelte tra migliaia di diversi modelli con caratteristiche diverse, design diverso e software diversi, ma alla fin fine, tutto ruota intorno ad una serie di caratteristiche standard.
Esistono telefoni a doppia, tripla o quadrupla banda, con o senza fotocamera, con o senza radio, con o senza accesso a Internet o Bluetooth, con o senza lettore MP3. Bene o male però, le caratteristiche attorno alle quali ruota la scelta di un telefono cellulare sono quelle.

Ma se il telefono cellulare non è un cellulare, o meglio non ne ha l’aspetto, allora il discorso è diverso. Stiamo parlando di un orologio cellulare, ossia di un apparecchio che ad una prima occhiata sembra un normalissimo orologio da polso, ma che in realtà al suo interno può alloggiare una scheda SIM proprio come quella del vostro cellulare.

Oltre a questo, contiene al suo interno un microfono in miniatura, ha una presa USB per essere collegato al vostro PC, ed un hard disk interno. Inoltre, può funzionare anche in modalità Bluetooth, in coppia con un auricolare nascosto.
Grazie a queste caratteristiche, avrete a vostra disposizione nello spazio di pochi centimetri, un set completo per intercettazioni nascoste, composto da orologio, telefono cellulare, registratore audio e microspia, perfetto per registrare e trasmettere a distanza le conversazioni intorno a voi.

L’orologio microspia può essere utilizzato ad esempio dalle forze dell’ordine o da agenzie investigative professionali, per la raccolta di prove audio, da registrare sull’hard disk interno e riversare in seguito su PC grazie al cavo USB, in modo da poterle usare in sede di giudizio; altre possibili destinazioni d’uso sono per la sorveglianza di persone sospette o per infiltrarsi in gruppi criminali.

Un monociclo, soluzione per sfuggire al traffico?

settembre 9, 2009 Tecnologia 1 Commento

EniCycle

Forse non sarà troppo veloce, dato che può raggiungere al massimo i 15 chilometri all’ora, ma se il tragitto verso il vostro ufficio non include strade di scorrimento, e parcheggiare è un problema, forse l’eniCycle potrebbe essere veramente la soluzione per voi…

Il monociclo elettrico si inserisce nel solco tracciato da veicoli quali ad esempio il Segway, del quale mantiene simili caratteristiche a livello di bilanciamento, pur essendo dotato di una sola ruota e di un sellino invece the di tre ruote, pedana e manubrio. L’alimentazione avviene tramite batteria ricaricabile dall’autonomia di circa 3 ore. Il tempo di ricarica è di circa 5 ore, ed inoltre, è possibile ricaricarla anche durante il movimento se la strada è in discesa.

L’EniCycle è costituito da un sedile montato su una ruota unica, e tra sellino e ruota è posizionata la batteria. La guida è semplicissima e, secondo i progettisti, bastano 30 minuti per imparare a padroneggiarla.

Non è dotato di pedali ma di poggiapiedi, che vengono utilizzati anche per imprimere la direzione: basta premere sul pedale destro per girare a destra, e sul sinistro per girare a sinistra. Per accelerare, basterà invece piegarsi in avanti, ed ugualmente basterà piegarsi all’indietro per rallentare.

Il cuore del sistema EniCycle è costituito da un sistema di giroscopi ed accelerometri di tipo microelettromeccanico, che consentono di fornire un perfetto bilanciamento e di interpretare i movimenti del corpo del pilota e di conseguenza accelerare, rallentare o svoltare. Questi componenti sono simili a quelli usati per i joystick o controlli per videogiochi.

Candid camera (e non solo) per tutti, con un videoregistratore tascabile

settembre 9, 2009 Tecnologia Nessun Commento

mini-dvr

Quando si passa un fine settimana all’aperto con gli amici, quando si va ad un concerto, o magari quando si partecipa ad una riunione di lavoro o ad una conferenza, si potrebbe aver bisogno (o semplicemente voglia) di registrare un video per conservare dei ricordi piacevoli o semplicemente delle informazioni utili.
In situazioni come queste, ed in molte altre, è utile munirsi di una telecamera nascosta.

Con le sue dimensioni ridotte ed un peso di soli 50 grammi, la sua memoria fino a 8 Gb con scheda micro SD intercambiabile, su cui è possibile registrare un massimo di 320 minuti (o 40 minuti per ogni Gb di memoria) di traccia video con risoluzione 640×480 in formato AVI ed audio, il video registratore in miniatura Mini-DVR è il perfetto compagno di avventure, di svago o di lavoro.

Con un ingombro di soltanto 58x22x20 mm, può essere comodamente portato con sé, e nascosto, ad esempio, all’interno di un taschino per effettuare registrazioni nascoste, ad esempio per riprese di tipo candid camera, o come supporto per la raccolta di prove durante un’indagine, da parte di investigatori privati o agenti delle forze dell’ordine.

Inoltre, la scheda di memoria Micro SD può essere facilmente rimossa e sostituita, ed il suo contenuto comodamente scaricato sul vostro computer. L’alimentazione avviene mediante batteria interna ricaricabile al litio, che consente una durata massima di registrazione in modalità continua di circa 100 minuti, pertanto il video registratore tascabile risulta molto utile anche per operazioni di sorveglianza prolungata.

Endoacustica Europe blog

Il blog che ti aggiorna sulle nuove tecnologie applicate alla sorveglianza audio video, difesa personale e controsorveglianza!

CALCOLATRICE SPIA GSM


Calendario

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

CONTATTACI:


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

ARTICOLI IN RILIEVO

Come registrare conversazioni di nascosto in ufficio, o dove vuoi tu, in tutta sicurezza

10 Lug 2017

rec-card-micro-registratore-carta-credito

Microregistratore vocale a forma di carta di credito REC-CARD. Un campione di discrezione e di efficacia sul campo! Noi lo sappiamo bene: sul mercato esitono diversi micro registratori professionali validi, e soprattutto, “invisibili”. Eppure ogni qualvolta ci troviamo al cospetto di questo sottilissimo micro registratore digitale a forma di carta di credito, ne restiamo puntualmente affascinati, tanto da consigliarlo alle migliori agenzie di sorveglianza e investigazioni italiane ed estere. Perché …

Microfoni, microspie e microregistratori low cost

28 Gen 2014

Microfoni direzionali grandi come uno spillo. Telecamere e microspie nascoste dentro occhiali da vista o da sole, comunissime penne, chiavi e portachiavi, bottoni, camicie, cuscini e peluche. Insomma ovunque. Batterie che durano ore e si attivano a distanza o si spengono e si accendono automaticamente quando avvertono un rumore. Il mercato delle cimici e dei loro derivati è in continua evoluzione e l’offerta è davvero vastissima. Prezzi stracciati e soluzioni …

La risposta alle intercettazioni: lo Stealth Phone

4 Apr 2013

Sempre più spesso sulle prime pagine dei giornali si leggono notizie di intercettazioni telefoniche di conversazioni riguardanti politici, grandi imprenditori, funzionari pubblici e persone “importanti” in generale. In realtà oggi chiunque conosca anche solo di sfuggita una persona che occupa posizioni di rilievo o che abbia avuto dei guai con la legge rischia che le sue conversazioni vengano intercettate. L’unica soluzione è l’utilizzo di un cellulare criptato. Attraverso i diversi …

Grande tecnologia in piccole dimensioni

25 Gen 2013

Un piccolo cubo di 5cm per lato potrà presto rubare la scena ai tablet e agli occhiali smart. CuBox Pro, il nome del cubetto sfornato qualche settimana fa dalla Solid Run in versione aggiornata rispetto al primo modello del 2011. Al suo interno tutte le caratteristiche di un pc di ben altre dimensioni: un chip Arm dual core da 800 Mhz, due giga di Ram e memoria espandibile fino a …

Parola d’ordine: gadget

22 Gen 2013

L’hi-tech ha una nuova parola d’ordine: gadget. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti, più o meno utili e sempre più personalizzabili. Alcuni gadget hanno fatto capolino sul mercato nelle ultime settimane. Vediamo i più graditi. Ci aiuterà a non restare più senza batteria, il Nectar Mobile Power System, strumento di alimentazione portatile che assicura energia elettrica extra per oltre due settimane, per singolo dispositivo. …

Internet delle cose stravolgerà il nostro quotidiano

10 Dic 2012

Il Web 3.0 non è ancora molto lontano. Tutti i grandi laboratori stanno lavorando duramente per mettere a punto nuove applicazioni che riguardano l’Internet delle Cose. Con questo neologismo è stata battezzata l’ultima frontiera della tecnologia online. Il punto di forza risiede nella possibilità attribuita agli oggetti di interagire tra di loro acquisendo e scambiandosi informazioni. La sveglia ad esempio potrebbe suonare in anticipo una volta constatato, tramite internet, condizioni …

La tecnologia a servizio della sorveglianza

26 Nov 2012

Mini dirigibili wireless, missili ultraveloci che attraversano il pianeta in pochi minuti, piccoli elicotteri di video sorveglianza aerea, sistemi audio-video supersofisticati. Sono queste le più moderne tecnologie a servizio dei servizi segreti. Per spiare si usano particolari telefoni cellulari, computer sorvegliati a distanza e oggetti di uso quotidiano sapientemente modificati. Fonte senza limiti per i servizi segreti è senza dubbio internet ed in particolare i social network. Una sorta di …

Febbre da brevetti: ecco i più bizzarri

6 Nov 2012

Impazza la febbre da brevetti che vede protagoniste tutte le maggiori case produttrici di strumenti tecnologici esistenti al mondo. Queste idee sono custodite nella banca dati dell’Autorità americana “Uspto” e probabilmente un giorno troveranno reale applicazione.Vediamo alcuni tra i brevetti più bizzarri. Per evitare la tragica caduta al suolo dello smartphone, Amazon nel 2011 ha registrato un brevetto simpatico che vedrebbe l’apertura di alcuni airbag prima che il cellulare tocchi …

Gli scanner biometrici arrivano a scuola

12 Ott 2012

I sistemi di controllo degli accessi che utilizzano la biometria si stanno facendo sempre più largo nell’ambito di istituzioni ed aziende dato che permettono un elevato grado di sicurezza e lo snellimento delle procedure di controllo fisico. Da qualche giorno niente badge o cartellino anche per i docenti ed il personale Ata del liceo scientifico “Plinio Seniore” di Roma che ha imposto ai dipendenti l’utilizzo di scanner biometrici per segnalare …

ADS


 RILEVATORE MICROSPIE
bonifiche ambientali
Rilevatore di giunzioni non lineari capace di scoprire dispositivi elettronici nascosti, anche se il dispositivo emette irradiazioni, abbia fili o sia acceso.
 MICROREGISTRATORI
Nuovissimi microregistratori digitali con durata di registrazione fino a 1200 ore. Utilissimi per raccogliere prove o scoprire tradimenti di ogni tipo. I modelli ad attivazione vocale VAS permettono inoltre una maggiore autonomia di consumi. Affidabilità, efficacia e prezzo conveniente.
 JAMMER
jammerPer proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.
 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spy phone, o cellulare spia, è un normale cellulare su cui viene installato un software spia capace di intercettare qualsiasi azione intrapresa sul cellulare stesso (chiamate, SMS, foto ecc.). Il software spia per spyphone è funzionante sulla maggior parte degli smartphone con sistema operativo Android, iOS e Blackberry.
 MICROAURICOLARI
microauricolareI micro auricolari permettono di comunicare con un telefono GSM discretamente, senza cioè alcun filo esterno. Adattabile a qualsiasi modello di cellulare in commercio. La piastrina induttiva, collegata al cellulare tramite un cavetto, trasmette quanto ricevuto all'auricolare celato nell'orecchio.
 MICROFONI DIREZIONALI
Microfoni direzionali completi di amplificatore, per ascoltare a debita distanza conversazioni in modo assolutamente discreto. Fornito di protezione anti-vento e un dispositivo che minimizza gli effetti negativi dovuti ad eventuali vibrazioni meccaniche.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta ed il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 MICRO TELECAMERE
Le Micro telecamere rappresentano un decisivo passo in avanti nella miniaturizzazione di elementi ottici, premiando un prodotto di rara fattezza e funzionalità. La microtelecamera, infatti, oltre ad avere ridottissime dimensioni (il suo diametro può raggiungere i 3.5mm x 8.6mm), possiede caratteristiche tecnico-funzionali ineguagliabili.
 VIDEOREGISTRATORI MINI
I Videoregistratori mini sono indicati per chi vorrebbe videoregistrare quello che vede, sia per svago che per i più svariati motivi professionali, ma non è in grado di usare una normale videocamera. Le possibilità di utilizzo di un sistema di registrazione così piccolo sono innumerevoli.
 CELLULARI CRIPTATI SAFE&TALK
cellulari criptatiI cellulari criptati Safe&Talk sono la soluzione software per una comunicazione mobile sicura. Se avete timore che qualcuno possa ascoltare le vostre conversazioni o leggere i vostri SMS sul vostro cellulare, Safe & Talk è la soluzione software efficace per effettuare chiamate criptate su rete GSM, con grado di affidabilità estremo offrendo la possibilità di criptare i vostri sms.
 KEYLOGGER
keyloggerKeylogger, è un dispositivo grande quanto il tappo di una penna, capace di registrare ogni carattere digitato sulla tastiera del PC su cui viene installato. Questo dispositivo registra tutto ciò che viene digitato sulla vostra tastiera.
 LOCALIZZATORI GPS
localizzatore satellitareLocalizzatori satellitari, è un sistema di gestione e localizzazione professionale che, grazie alle sue dimensioni ridotte e alle antenne GPS e GSM incorporate, può essere reso operativo in brevissimo tempo e può essere posizionato praticamente ovunque.
 VALIGIE DI SICUREZZA
valigie di sicurezzaLe valigie di sicurezza, sono preferiti dagli ufficiali più anziani e da uomini d'affari per il suo rivestimento in cuoio di alto valore, per lo stile alla moda, per l’ampia gamma di scopi. Ha le funzioni di impulso ad alto voltaggio, di controllo radio remoto, anti-perdita, antifurto ed altro.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.