Criptovalute: attenti alla sicurezza mobile!

L’anno appena trascorso è stato uno tra i più colpiti da azioni di pirateria mobile, soprattutto per quanto concerne il settore finanziario e quello delle criptovalute. D’altronde non c’è da stupirsene, visto che contestualmente alla creazione di nuovi prodotti finanziari la voglia di frodare il prossimo è forte. Studi recenti …

Droni per la videosorveglianza: a che punto siamo?

Recenti ricerche di mercato mostrano dati molto incoraggianti riguardo alla commercializzazione futura di droni. Si stima, infatti, che già dal prossimo anno la vendita di veicoli aerei senza pilota (UAV) potrebbe passare dai 755milioni ai circa 2miliardi di dollari previsti per il 2022. In cima alla classifica dei Paesi che saranno presumibilmente interessati dall’immissione …

Come sorvegliare un ambiente con una mini telecamera compatta over IP WiFi

Le microtelecamere IP vengono largamente impiegate in ambito di sorveglianza audio/video per monitorare ambienti, veicoli, persone ecc. da qualunque distanza. Inoltre offrono notevoli vantaggi sia in termini di praticità d’uso sia di convenienza di prezzo, basti pensare per esempio ai costi proibitivi di alcuni impianti cablati di tipo analogico. La peculiarità principale …

Come proteggere la vostra carta di credito contactless (e non solo) dal furto wireless dei dati

Se per caso siete abituati a pagare i vostri acquisti con una carta di pagamento contactless, fate molto attenzione: i vostri soldi potrebbero essere in serio pericolo! Tutta colpa dei neo-borseggiatori di carte di pagamento wireless, che agiscono indisturbati derubando la gente senza nemmeno sfiorarla. Vi sembra una bufala? Leggete quanto segue e …

Articoli Recenti:

Sfuggite all’autovelox grazie al vostro cellulare

dicembre 3, 2009 Tecnologia Nessun Commento

RoadPilot

Se il vostro comportamento al volante tende ad essere il più possibile rispettoso dei regolamenti, molto probabilmente non avrete bisogno di leggere oltre. Ma se al contrario, vi piace premere sull’acceleratore ogni tanto (senza eccedere, mi raccomando!), potreste trovare utile una nuova applicazione per cellulari Nokia appena rilasciata da Road Pilot.

Si tratta di un software per la localizzazione di autovelox, da scaricare presso il Nokia Ovi Store, ed il cui utilizzo è gratuito fino a fine
febbraio del prossimo anno. Alla scadenza di tale termine, sarà possibile sottoscrivere un abbonamento annuale ad un prezzo non ancora specificato.

Il servizio, attivo sui cellulari Nokia dotati di navigatore GPS, consente di essere avvisati in tempo reale della presenza di rilevatori di velocità fissi nelle vicinanze, nonché di avvisare altri utenti dello stesso servizio che dovessero trovarsi a passare in zona, se per caso dovesse esserci una pattuglia della polizia stradale con un autovelox portatile.

In pratica, una versione evoluta del vecchio sistema di lampeggiare a chi proviene nella direzione opposta per segnalargli di rallentare perché la polizia stradale è in agguato.
Allo stato attuale, il sistema è compatibile soltanto con una dozzina di modelli Nokia, ma la casa produttrice prevede di creare versioni compatibili con altri cellulari, dall’iPhone al BlackBerry, passando per i modelli GPS prodotti da Sony Ericsson e Samsung.

Personalmente preferisco cercare di rispettare i limiti di velocità nella maggior parte dei casi, ma per quelli tra voi che preferiscono spingere un po’ di più sul pedale dell’acceleratore, questo sistema potrebbe essere un modo per farlo senza rischiare di essere fermati. Sicuramente, secondo il mio modesto punto di vista, non è un contributo per la sicurezza sulle strade…

Difesa anti intercettazioni, una esigenza dei nostri tempi

dicembre 3, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Secrets

Sui giornali italiani di questa mattina, è stato dato ampio risalto alla notizia che Carlo De Benedetti, editore della testata La Repubblica, da tempo schierata su posizioni diametralmente opposte rispetto a quelle del presidente del Consiglio Berlusconi, ha scoperto che nella sua auto erano state installate delle microspie nascoste, col chiaro scopo di intercettarne le conversazioni durante i suoi spostamenti.

Questo dimostra che il confronto politico in Italia ormai si fa sempre più sporco, e soprattutto serve da monito a chi voglia mantenere private le proprie conversazioni. Al giorno d’oggi, infatti, la privacy e’ diventata un valore da difendere a qualsiasi costo, specialmente per i potenti o per chi, come De Benedetti, si trova su posizioni opposte rispetto all’attuale potere.

Pertanto, per mantenere la propria privacy sia nel proprio ufficio che durante i propri spostamenti, è sicuramente utile che, tra le precauzioni da prendere, ci sia anche un adeguato sistema di rilevazione microspie, che compie un’accurata bonifica ambientale, semplicemente inviando onde radio nell’ambiente da controllare.

Grazie a tali sistemi di rilevazione, è possibile scoprire microspie nascoste che operino su una vasta gamma di frequenze radio (ad esempio tra 1 MHz e 6 GHz), sia nascoste in una autovettura che in un ufficio, o addirittura affogate nel cemento di un muro.

Inoltre, esistono rilevatori capaci di scoprire la presenza di una microspia GSM che trasmette sulla rete telefonica invece che via radio.

Sicuramente, vista la sua posizione e la sua recente visibilità, De Benedetti sarà dotato di sistemi del genere, ed è forse grazie ad essi che ha scoperto questo tentativo di intercettazione nei suoi confronti, probabilmente ordito da nemici politici. Ma anche chi tra noi deve difendere i propri interessi personali ed economici da pericolose intrusioni esterne, può sicuramente trovare utile munirsi di un adeguato sistema di bonifica ambientale, per dormire sonni tranquilli!

Antenne flessibili, la soluzione del futuro per le telecomunicazioni?

dicembre 2, 2009 Tecnologia Nessun Commento

FlexAntenna

Da anni ormai, sui nostri telefoni cellulari non vediamo più quelle antiestetiche antenne estensibili, che bisognava allungare ogni volta che si rispondeva al telefono, e che avevano vita molto difficile e spesso breve. Ormai le antenne sono nascoste all’interno dei telefoni, e presto potremmo vedere, in questo come in altri campi, delle antenne flessibili in metallo liquido.

Tali antenne flessibili, costruite in una lega di indio e gallio che rimane ad uno stato liquido, sono oggetto di una ricerca da parte della North Carolina State University.
La lega metallica prodotta viene iniettata in sottilissimi canali dello spessore di un capello. Una volta iniettata, si forma una sorta di patina che consente alla lega di rimanere in forma liquida, mantenendola in posizione.

Grazie a questo, le antenne sono estremamente flessibili, e poiché la frequenza di un’antenna e’ determinata dalla sua forma, allungarle od accorciarle equivale a modificarne le proprietà di ricezione secondo le proprie esigenze.
Oltre a questa caratteristica, che la rende utile per una serie di apparecchiature già presenti sul mercato, la sua estrema resistenza ne fa una soluzione ideale per applicazioni nelle quali la robustezza è un fattore essenziale, ad esempio nel campo militare o per monitorare la solidità di installazioni civili quali ponti o grattacieli.

Ad esempio, come sappiamo, i ponti si espandono o si contraggono con il vento, il passaggio delle automobili od il cambio di temperatura. Inserendo un’antenna di questo genere nella giusta posizione, l’antenna stessa modificherebbe la propria forma, e trasmetterebbe su diverse frequenze, fornendo pertanto informazioni utili sullo stato di salute del ponte stesso.

Allo stato attuale, l’alto costo della lega di gallio e indio rende tali antenne più adatte per installazioni di questo genere, ma in un futuro prossimo, con l’aumento della diffusione di questa tecnologia, potremmo vederle all’interno dei nostri telefoni cellulari o navigatori GPS.

Auricolari invisibili, per l’agente segreto che è in tutti noi

dicembre 2, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Ear

I micro auricolari Bluetooth sono talmente piccoli da poter essere tranquillamente posizionati all’interno dell’orecchio di chi li usa, in modo da garantire una comunicazione invisibile tramite un qualsiasi cellulare con Bluetooth o una radio.

L’auricolare spia, in effetti, è un magnete di tipo passivo, che riceve il segnale audio tramite un trasmettitore posizionato su un braccialetto o una collana, o inserito nel taschino della giacca.

La maggior parte di questi auricolari sono equipaggiati anche con un microfono altrettanto piccolo, che può essere nascosto sempre all’interno degli abiti indossati, in modo da raccogliere i suoni intorno a sé e trasmetterli via radio ad un ascoltatore a distanza.

L’ascoltatore, poi, può trovarsi persino a distanze illimitate, se oltre ad un auricolare ed un microfono si dispone di un orologio GSM, ossia di un apparecchio che esteriormente somiglia ad un normalissimo orologio (e come tale funziona), ma che al suo interno contiene una scheda SIM, proprio come quella del nostro comune telefono cellulare.

Grazie al collegamento Bluetooth tra le varie componenti del sistema, i suoni captati dal microfono nascosto possono infatti essere trasmessi via telefono, e allo stesso modo si possono ricevere istruzioni ed informazioni in maniera discreta e del tutto invisibile, direttamente verso l’auricolare.

In questo modo, agenti impegnati in una missione, forze di polizia in un’operazione anticrimine, ma anche studenti universitari alle prese con un esame, possono restare in contatto con un ascoltatore esterno, che oltre ad essere in grado di ascoltare in presa diretta cosa avviene nel luogo dell’operazione, potrà fornire utili direttive, notizie ed informazioni per la riuscita dell’operazione stessa, sia essa la caccia ad un pericoloso criminale o un difficile esame.

Un robot per ispezionare tubi e condutture

dicembre 1, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Pipe Robot

Troppo spesso, incidenti domestici o sul lavoro possono trasformarsi in vere e proprie stragi, con esiti catastrofici, a causa di tubazioni idrauliche o del gas vecchie, consumate o danneggiate, che possono recare delle perdite invisibili anche alla più accurata delle ispezioni. Tali perdite, in caso di incidente, possono pertanto rivelarsi letali.

Allo scopo di ispezionare le tubature metalliche, la University of Electro Communications di Tokyo ha creato un robot per ispezioni tubature, che si può muovere tranquillamente all’interno di tubi metallici con un diametro di almeno 10 centimetri, semplicemente usando un magnete per rimanere attaccato alle pareti del tubo stesso.

Oltre che di un magnete, è dotato di una fotocamera digitale, una batteria ed una luce LED. Grazie a questa dotazione, il robot è in grado di muoversi su quattro piccole ruote all’interno del tubo, illuminandolo ed usando un cavo di collegamento per inviare le immagini raccolte direttamente verso il computer al quale è collegato e dal quale l’operazione di ispezione viene controllata.

Il prototipo creato dai ricercatori giapponesi può essere controllato a distanza. Le vibrazioni create dal magnete, che si muove quasi come un pendolo, mantengono il robot attaccato al tubo metallico, permettendogli di muoversi liberamente attraverso il tubo, anche in verticale.

Le sue dimensioni ridotte (una lunghezza di 11 cm, per un’altezza e larghezza di circa 8 cm) ne consentono l’utilizzo all’interno della maggior parte delle tubazioni idrauliche e del gas, eliminando la necessità di dover scavare o aprire un muro, in quanto basta semplicemente inserire il robot da un tombino o da uno snodo, collegarlo al computer ed il gioco è fatto, potrete ispezionare le vostre tubazioni rapidamente, con estrema precisione, e senza costi e scomodità.

Un UAV alimentato ad idrogeno batte il record di volo

dicembre 1, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Ion Tiger

Il Naval Research Laboratory della Marina USA ha appena messo alla prova un nuovo modello di UAV (Unmanned Aerial Vehicle, ossia veicolo aereo senza pilota), che grazie ad una batteria alimentata ad idrogeno è stato capace di volare per 26 ore ininterrotte, trasportando un piccolo carico di circa 2 chili di peso.

Il veicolo Ion Tiger, oltre ad usare l’idrogeno come propellente ad alta energia, sfrutta un sistema di propulsione elettrico che garantisce silenziosità massima durante le operazioni. Il sistema ha un peso totale di circa 17 chilogrammi, e può trasportare fino a 2.5 chilogrammi di carico. Il suo sistema di propulsione ad idrogeno eroga 550 Watt di potenza, circa 7 volte l’energia fornita da una batteria dello stesso peso.

Oltre al basso consumo, la possibilità di operare in maniera silenziosa lo rende perfetto per applicazioni che richiedono flessibilità e rapidità di operazione, e soprattutto la massima riservatezza. Grazie a queste caratteristiche, l’aereo senza pilota Ion Tiger è perfetto per operazioni di videosorveglianza aerea, anche ad ampio raggio.

Il risultato ottenuto dallo Ion Tiger, con un volo senza interruzioni per 26 ore ed 1 minuto, supera il precedente record, ottenuto dallo stesso veicolo durante un volo non ufficiale, nel quale è rimasto in aria per 23 ore e 17 minuti.
Inoltre, tale record è quasi il triplo di quello ottenuto dal SUAV (Small Unmanned Aerial vehicle) ad alimentazione ibrida Puma, che un anno e mezzo fa aveva volato per circa 9 ore, un risultato che viene surclassato da quello dello Ion Tiger, il quale indica le enormi potenzialità dell’alimentazione ad idrogeno per questo tipo di veicoli, da utilizzare nel campo della sicurezza, della ricognizione aerea o anche per fotografie aeree ad uso scientifico.

Microspie GSM

novembre 30, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Triband

Le apparecchiature di ascolto a distanza hanno raggiunto un livello di miniaturizzazione, versatilità e di affidabilità tali da consentire a chi le utilizza di trovare il modello adatto alle proprie esigenze, siano forze dell’ordine alla ricerca di pericolosi criminali, mariti preoccupati della fedeltà delle proprie mogli o dirigenti d’azienda che intendano vigilare sui propri dipendenti.

Per essere sempre in grado di tenere sotto controllo il soggetto da sorvegliare, qualsiasi sia la distanza tra lui e il suo controllore, il mezzo migliore è sicuramente una microspia GSM, ossia un microfono nascosto, alimentato a batteria o a corrente elettrica (sia continua che alternata), collegato ad una scheda SIM come quella del nostro comune telefono cellulare.

Grazie a questo ingegnoso sistema, è possibile seguire il proprio soggetto ovunque egli vada, senza rischiare di compromettere l’operazione di sorveglianza dando troppo nell’occhio, in quanto sarà possibile restare in contatto attraverso una semplice telefonata verso il numero collegato alla microspia stessa.

Inoltre, per essere sicuri dell’efficienza dell’operazione, la maggior parte delle microspie GSM sono dotate di un sensore automatico di attivazione, che consente di rilevare un movimento, una voce o, se installate all’interno di un’autoveicolo, l’accensione dell’auto. Una volta rilevato un evento, sarà la microspia stessa a chiamare automaticamente verso un numero predefinito per avvertirvi che la persona controllata si sta muovendo o altro.

Le microspie GSM sono controllabili e configurabili a distanza; infatti, tramite l’invio di un semplice SMS, potrete impostare il numero che controlla la microspia, nonché i parametri di sensibilità del sensore di attivazione vocale, o anche resettare l’apparecchiatura, allo scopo di ottimizzare al massimo la vostra operazione di sorveglianza e dormire sonni tranquilli!

Per maggiori informazioni su microspie ambientali e GSM, e per una serie di apparecchiature per la sorveglianza e per la vostra sicurezza, potete visitare il sito di Endoacustica.

Una semplice cura può fermare la sclerosi multipla

novembre 27, 2009 Biotecnologia 1 Commento

Sclerosis

Un chirurgo dell’Università di Ferrara, il Dottor Paolo Zamboni, potrebbe aver trovato una cura sorprendentemente semplice per la sclerosi multipla, grazie ad una semplice operazione che sblocca il flusso sanguigno in uscita dal cervello.

Grazie a questa operazione, il 73% dei 65 pazienti operati dal Dr. Zamboni non presenta più sintomi di sclerosi multipla a due anni dall’operazione. Questi risultati poterbbero cambiare radicalmente le attuali conoscenze della sclerosi multipla, una malattia che affligge circa due milioni e mezzo di persone nel mondo, prevalentemente donne, e che fino ad ora si riteneva non avesse una cura ma soltanto dei trattamenti che potessero in qualche modo limitare la sofferenza dei pazienti.

L’idea del Dr. Zamboni è che molti tipi di sclerosi fossero causati da un blocco nel percorso di uscita del ferro in eccesso dal cervello. Ripulendo due vene principali in uscita dal cervello stesso, è stato possibile riaprire tale flusso sanguigno, ed eliminare la causa principale della malattia.

La ricerca del Dr. Zamboni è iniziata per un motivo personale: la scoperta che sua moglie era affetta dalla malattia. Nella sua frenetica ricerca di documentazione, ha trovato alcune vecchie fonti che ritenevano che l’eccesso di ferro nel cervello fosse una possibile causa di sclerosi.

Recuperando alcune sue ricerche in cui dimostrava come l’eccesso di ferro potesse danneggiare i circuiti venosi nelle gambe, ha pensato di applicare questo stesso principio al cervello, scoprendo che il 90% delle persone affette da sclerosi multipla ha una piccola malformazione nelle vene che scaricano il sangue dal cervello, da lui ribattezzata Insufficienza Cronica Venosa Cerebro-Spinale.

In breve, sbloccando le vene, i sintomi sono lentamente regrediti fino a sparire del tutto in molti casi. Ovviamente il tutto necessita di ulteriori verifiche e ricerche, ma chissà, potremmo avere finalmente trovato una cura per una malattia finora ritenuta letale?

Fallisce il volo intercontinentale dell’uomo jet

novembre 27, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Jetman

Un paio di giorni fa, l’avventuriero svizzero Yves Rossy ha tentato la prima traversata intercontinentale a bordo di un Jetpack, altrimenti detto zaino jet, ossia un sistema di propulsione a getto che permette il volo umano.

Il tentativo consisteva nel saltare da un aereo in volo sopra Tangeri, in Marocco, e puntare verso nord verso la località di Tarifa sulle coste spagnole, dove Rossy prevedeva di arrivare dopo 23 chilometri di traversata, un viaggio apparentemente breve, ma che ne avrebbe fatto il primo uomo a compiere una traversata intercontinentale tramite un mezzo di trasporto di questo genere.

Nello specifico, il mezzo usato da Rossy, ed ideato da lui stesso, si chiama Wingpack, e consiste di un’ala rigida in fibra di carbonio, dall’apertura alare di circa 2.40 metri, collegata ad uno zaino. Il pilota-passeggero indossa una tuta simile a quella dei pompieri per proteggersi dal calore dello scarico.

Sfortunatamente però, il tentativo non è andato a buon fine a causa della intensa nuvolosità presente nella zona al momento del volo. Rossy ha incontrato una forte turbolenza, e poiché per rimanere leggero volava senza strumentazione, ha tentato di salire oltre le nuvole, senza successo a causa della velocità troppo bassa (circa 300 chilometri orari ad un’altitudine di soli 850 metri).
A questo punto ha dovuto abbandonare il tentativo (ed anche il suo mezzo di trasporto) paracadutandosi in mare dove è stato prontamente recuperato senza danni.

Nonostante il fallimento di questo tentativo, Rossy ha immediatamente dichiarato che ci riproverà ad inizio anno, non prima di avere collaudato un sistema con un’ala più grande, con il quale volerà sopra il Grand Canyon. Un uomo sicuramente ostinato e determinato, non per niente il suo soprannome è Jetman…

Un Jammer GPS, per essere liberi dal satellite!

novembre 25, 2009 Tecnologia Nessun Commento

Jammer

Le automobili di ultima generazione sono ormai quasi tutte munite di sistema di navigazione satellitare GPS, al punto che spesso e volentieri gli automobilisti, una volta scesi dall’auto, non sanno neppure più il nome della strada (se non addirittura della città!) dove si trovano.

Questo vuol dire che non siamo soltanto noi a sapere in ogni momento dove ci troviamo e in quale direzione dobbiamo muoverci per raggiungere la nostra destinazione, ma anche che il sistema satellitare, in ogni momento, conosce la nostra posizione, e la stessa può essere resa nota ad osservatori indiscreti, che potrebbero usare tale informazione contro di noi.

Pertanto, può essere utile rendersi irreperibili, ad esempio per chi vuole sbrigare degli affari privati (ah, l’infedeltà coniugale…), o per chi lavora come rappresentante di commercio per più aziende e non vuole far sapere ad una delle due l’indirizzo dei clienti dell’altra, oppure più semplicemente per camionisti che vogliono schiacciare un pisolino fuori orario dopo lunghe ore di guida.

Per tutti questi motivi, può essere utile dotarsi di un jammer GPS, ossia di un piccolo dispositivo che, semplicemente collegandolo all’accendino della vostra automobile, emette dei segnali codificati che interferiscono con il sistema di ricezione GPS, rendendolo temporaneamente non in grado di comunicare la sua posizione al satelite.

Tali onde di interferenza, oltre naturalmente a non essere dannose per la salute umana, non danneggiano il sistema di navigazione in alcun modo, ma semplicemente ne bloccano il dialogo col satellite.

Grazie a questo sistema, sarà possibile fare in modo di non essere reperibili in ogni momento, e si potrà gustare un po’ di pace, lontani dalla moderna esigenza di dover essere sempre collegati, sempre visibili e mai veramente liberi!

Endoacustica Europe blog

Il blog che ti aggiorna sulle nuove tecnologie applicate alla sorveglianza audio video, difesa personale e controsorveglianza!

CALCOLATRICE SPIA GSM


Calendario

febbraio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728  

CONTATTACI:


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

ARTICOLI IN RILIEVO

Come sorvegliare un ambiente con una mini telecamera compatta over IP WiFi

8 Nov 2017

micro-telecamera-ip-web

Le microtelecamere IP vengono largamente impiegate in ambito di sorveglianza audio/video per monitorare ambienti, veicoli, persone ecc. da qualunque distanza. Inoltre offrono notevoli vantaggi sia in termini di praticità d’uso sia di convenienza di prezzo, basti pensare per esempio ai costi proibitivi di alcuni impianti cablati di tipo analogico. La peculiarità principale di una micro telecamera over IP è comunque quella di essere ‘raggiungibile’, a mo’ di periferica di rete (postazione desktop, …

Come registrare conversazioni di nascosto in ufficio, o dove vuoi tu, in tutta sicurezza

10 Lug 2017

rec-card-micro-registratore-carta-credito

Microregistratore vocale a forma di carta di credito REC-CARD. Un campione di discrezione e di efficacia sul campo! Noi lo sappiamo bene: sul mercato esitono diversi micro registratori professionali validi, e soprattutto, “invisibili”. Eppure ogni qualvolta ci troviamo al cospetto di questo sottilissimo micro registratore digitale a forma di carta di credito, ne restiamo puntualmente affascinati, tanto da consigliarlo alle migliori agenzie di sorveglianza e investigazioni italiane ed estere. Perché …

Microfoni, microspie e microregistratori low cost

28 Gen 2014

Microfoni direzionali grandi come uno spillo. Telecamere e microspie nascoste dentro occhiali da vista o da sole, comunissime penne, chiavi e portachiavi, bottoni, camicie, cuscini e peluche. Insomma ovunque. Batterie che durano ore e si attivano a distanza o si spengono e si accendono automaticamente quando avvertono un rumore. Il mercato delle cimici e dei loro derivati è in continua evoluzione e l’offerta è davvero vastissima. Prezzi stracciati e soluzioni …

La risposta alle intercettazioni: lo Stealth Phone

4 Apr 2013

Sempre più spesso sulle prime pagine dei giornali si leggono notizie di intercettazioni telefoniche di conversazioni riguardanti politici, grandi imprenditori, funzionari pubblici e persone “importanti” in generale. In realtà oggi chiunque conosca anche solo di sfuggita una persona che occupa posizioni di rilievo o che abbia avuto dei guai con la legge rischia che le sue conversazioni vengano intercettate. L’unica soluzione è l’utilizzo di un cellulare criptato. Attraverso i diversi …

Grande tecnologia in piccole dimensioni

25 Gen 2013

Un piccolo cubo di 5cm per lato potrà presto rubare la scena ai tablet e agli occhiali smart. CuBox Pro, il nome del cubetto sfornato qualche settimana fa dalla Solid Run in versione aggiornata rispetto al primo modello del 2011. Al suo interno tutte le caratteristiche di un pc di ben altre dimensioni: un chip Arm dual core da 800 Mhz, due giga di Ram e memoria espandibile fino a …

Parola d’ordine: gadget

22 Gen 2013

L’hi-tech ha una nuova parola d’ordine: gadget. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti, più o meno utili e sempre più personalizzabili. Alcuni gadget hanno fatto capolino sul mercato nelle ultime settimane. Vediamo i più graditi. Ci aiuterà a non restare più senza batteria, il Nectar Mobile Power System, strumento di alimentazione portatile che assicura energia elettrica extra per oltre due settimane, per singolo dispositivo. …

Internet delle cose stravolgerà il nostro quotidiano

10 Dic 2012

Il Web 3.0 non è ancora molto lontano. Tutti i grandi laboratori stanno lavorando duramente per mettere a punto nuove applicazioni che riguardano l’Internet delle Cose. Con questo neologismo è stata battezzata l’ultima frontiera della tecnologia online. Il punto di forza risiede nella possibilità attribuita agli oggetti di interagire tra di loro acquisendo e scambiandosi informazioni. La sveglia ad esempio potrebbe suonare in anticipo una volta constatato, tramite internet, condizioni …

La tecnologia a servizio della sorveglianza

26 Nov 2012

Mini dirigibili wireless, missili ultraveloci che attraversano il pianeta in pochi minuti, piccoli elicotteri di video sorveglianza aerea, sistemi audio-video supersofisticati. Sono queste le più moderne tecnologie a servizio dei servizi segreti. Per spiare si usano particolari telefoni cellulari, computer sorvegliati a distanza e oggetti di uso quotidiano sapientemente modificati. Fonte senza limiti per i servizi segreti è senza dubbio internet ed in particolare i social network. Una sorta di …

Febbre da brevetti: ecco i più bizzarri

6 Nov 2012

Impazza la febbre da brevetti che vede protagoniste tutte le maggiori case produttrici di strumenti tecnologici esistenti al mondo. Queste idee sono custodite nella banca dati dell’Autorità americana “Uspto” e probabilmente un giorno troveranno reale applicazione.Vediamo alcuni tra i brevetti più bizzarri. Per evitare la tragica caduta al suolo dello smartphone, Amazon nel 2011 ha registrato un brevetto simpatico che vedrebbe l’apertura di alcuni airbag prima che il cellulare tocchi …

ADS


 RILEVATORE MICROSPIE
bonifiche ambientali
Rilevatore di giunzioni non lineari capace di scoprire dispositivi elettronici nascosti, anche se il dispositivo emette irradiazioni, abbia fili o sia acceso.
 MICROREGISTRATORI
Nuovissimi microregistratori digitali con durata di registrazione fino a 1200 ore. Utilissimi per raccogliere prove o scoprire tradimenti di ogni tipo. I modelli ad attivazione vocale VAS permettono inoltre una maggiore autonomia di consumi. Affidabilità, efficacia e prezzo conveniente.
 JAMMER
jammerPer proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.
 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spy phone, o cellulare spia, è un normale cellulare su cui viene installato un software spia capace di intercettare qualsiasi azione intrapresa sul cellulare stesso (chiamate, SMS, foto ecc.). Il software spia per spyphone è funzionante sulla maggior parte degli smartphone con sistema operativo Android, iOS e Blackberry.
 MICROAURICOLARI
microauricolareI micro auricolari permettono di comunicare con un telefono GSM discretamente, senza cioè alcun filo esterno. Adattabile a qualsiasi modello di cellulare in commercio. La piastrina induttiva, collegata al cellulare tramite un cavetto, trasmette quanto ricevuto all'auricolare celato nell'orecchio.
 MICROFONI DIREZIONALI
Microfoni direzionali completi di amplificatore, per ascoltare a debita distanza conversazioni in modo assolutamente discreto. Fornito di protezione anti-vento e un dispositivo che minimizza gli effetti negativi dovuti ad eventuali vibrazioni meccaniche.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta ed il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 MICRO TELECAMERE
Le Micro telecamere rappresentano un decisivo passo in avanti nella miniaturizzazione di elementi ottici, premiando un prodotto di rara fattezza e funzionalità. La microtelecamera, infatti, oltre ad avere ridottissime dimensioni (il suo diametro può raggiungere i 3.5mm x 8.6mm), possiede caratteristiche tecnico-funzionali ineguagliabili.
 VIDEOREGISTRATORI MINI
I Videoregistratori mini sono indicati per chi vorrebbe videoregistrare quello che vede, sia per svago che per i più svariati motivi professionali, ma non è in grado di usare una normale videocamera. Le possibilità di utilizzo di un sistema di registrazione così piccolo sono innumerevoli.
 CELLULARI CRIPTATI SAFE&TALK
cellulari criptatiI cellulari criptati Safe&Talk sono la soluzione software per una comunicazione mobile sicura. Se avete timore che qualcuno possa ascoltare le vostre conversazioni o leggere i vostri SMS sul vostro cellulare, Safe & Talk è la soluzione software efficace per effettuare chiamate criptate su rete GSM, con grado di affidabilità estremo offrendo la possibilità di criptare i vostri sms.
 KEYLOGGER
keyloggerKeylogger, è un dispositivo grande quanto il tappo di una penna, capace di registrare ogni carattere digitato sulla tastiera del PC su cui viene installato. Questo dispositivo registra tutto ciò che viene digitato sulla vostra tastiera.
 LOCALIZZATORI GPS
localizzatore satellitareLocalizzatori satellitari, è un sistema di gestione e localizzazione professionale che, grazie alle sue dimensioni ridotte e alle antenne GPS e GSM incorporate, può essere reso operativo in brevissimo tempo e può essere posizionato praticamente ovunque.
 VALIGIE DI SICUREZZA
valigie di sicurezzaLe valigie di sicurezza, sono preferiti dagli ufficiali più anziani e da uomini d'affari per il suo rivestimento in cuoio di alto valore, per lo stile alla moda, per l’ampia gamma di scopi. Ha le funzioni di impulso ad alto voltaggio, di controllo radio remoto, anti-perdita, antifurto ed altro.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.