In aumento i sistemi di sicurezza alla guida

Abbiamo parlato diverse volte di quanto sia importante la sicurezza alla guida. I dispositivi anti sonno proposti da Endoacustica Europe propongono la più valida soluzione sul mercato al pericolo dato dall’eccessiva stanchezza e ora arriva dagli Stati Uniti, il sistema di sicurezza MyKey, ovvero una chiave di sicurezza che limita …

Australia: il faccia a faccia con uno squalo gigante ripreso da una videocamera waterproof

E’ estate, tempo di avventure fuori porta. Il desiderio più grande di chi si appresta a grandi imprese sportive o alla scoperta di nuovi posti è sicuramente immortalare quei momenti in modo da poterli rivivere e perché no, mostrarli ad amici e parenti. E’ sicuramente questo il caso di un …

Come ti spio in ufficio o in qualsiasi altro ambiente con una semplice calcolatrice

In tempi in cui la maldicenza sembra essere diventata di moda, difendersi da chi può minare la nostra reputazione può rivelarsi una strategia vincente. Pensate, per esempio, all’ambiente di lavoro, dove invidia e scalata al successo spingono sovente alcuni individui a screditarne altri. Che dire poi di quelle persone che …

Boom di software per proteggere i propri familiari

Nei prossimi anni assisteremo sia in Europa che negli Stati Uniti ad un boom di family locator devices. Si tratta di strumenti che consentono ad un genitore ad esempio di monitorare e localizzare figli e familiari visualizzando su una qualsiasi mappa online, posizione geografica e spostamenti. Per tenerli d’occhio basterà …

Articoli Recenti:

Come ti spio in ufficio o in qualsiasi altro ambiente con una semplice calcolatrice

febbraio 22, 2017 Sorveglianza Nessun Commento
calcolatrice-spia-gsm-calc

In tempi in cui la maldicenza sembra essere diventata di moda, difendersi da chi può minare la nostra reputazione può rivelarsi una strategia vincente. Pensate, per esempio, all’ambiente di lavoro, dove invidia e scalata al successo spingono sovente alcuni individui a screditarne altri. Che dire poi di quelle persone che ogni giorno vengono interessate da azioni di mobbing e che si sono viste crollare il mondo addosso per colpa di un capo dispotico e senza scrupoli? Insomma, la lista può allungarsi a piacimento fino ad abbracciare ambiti e situazioni diversi come quello familiare o sociale. E allora, come porvi rimedio?

Be’ una soluzione ci sarebbe, anche se andrebbe presa con una certa discrezione e per situazioni limite, ben consapevoli che ledere la privacy altrui è da considerarsi reato. Parliamo dell’utilizzo di dispositivi di ascolto ambientale che permettono di monitorare luoghi o persone in maniera nascosta, così da anticipare le mosse del proprio “avversario”. In commercio ne esistono veramente una miriade: dalle cimici audio funzionanti su radio frequenza a quelle operanti a distanza illimitata grazie al modulo GSM integrato, fino a giungere alle microspie UMTS che permettono addirittura la visione di specifici ambienti da tenere sotto controllo.

In questo articolo ci occuperemo in particolare di una microspia audio che, in quanto a discrezione, le batte tutte: la GSM-CALC. Si tratta di una normale calcolatrice digitale, con display a cristalli liquidi, che alloggia al suo interno una microspia GSM audio. Ciò significa che, ovunque la collochiate, vi darà la possibilità di ascoltare da qualsiasi distanza quello che sta succedendo in una determinata situazione.

Immaginate la scena: siete comodamente sdraiati sul divano di casa oppure al volante della vostra auto quando all’improvviso vi arriva una chiamata dalla vostra calcolatrice. Proprio così, una normale chiamata da parte del dispositivo che vi permette di entrare in ascolto di quello che accade nel vostro ufficio semplicemente rispondendo al cellulare. Chissà, magari riuscirete finalmente a capacitarvi che stanno proprio parlando, o meglio, sparlando di voi!  Già perché una delle funzioni più interessanti di questo dispositivo è quella di farvi entrare direttamente in ascolto ambientale attraverso la funzionalità di “call back”, ovvero di richiamata vocale ad attivazione sonora. Ma non finisce di certo qui. Per esempio è possibile anche settare l’autorizzazione per l’accesso all’ascolto audio di specifici numeri di telefono piuttosto che di altri.

A questo punto qualcuno si starà certamente chiedendo: ma come faccio, io che non so nemmeno utilizzare bene un cellulare, a districarmi tra tutte queste funzioni? Niente paura. L’attivazione e la disattivazione della microspia GSM integrata nella calcolatrice spia avviene mediante un semplice SMS inviato alla SIM allocata all’interno del dispositivo. Perciò, nessun artificio o nozionismo tecnico. La SPY-CALC funzionerà in ogni caso quando e proprio come desiderate voi.

È possibile acquisire maggiori dettagli tecnici o comprare direttamente la SPY-CALC visitando il nostro sito.

Come spiare un cellulare a distanza: funzionalità e ambiti di utilizzo dei cellulari spia

gennaio 18, 2017 Sorveglianza Nessun Commento
come-spiare-cellulare-distanza

Prima di illustrarvi in dettaglio come lavora un software spia, ovvero come spiare un cellulare a distanza, forse sarebbe opportuno spendere qualche parola sui diversi ambiti di applicazione nonché sui benefici derivanti dal suo utilizzo. Non tutti sanno, infatti, che un cellulare spia o spyphone può adattarsi anche a scopi diversi dal monitoraggio di un partner sospettato di tradimento. Parliamo di protezione dei minori, controllo degli anziani in pericolo, ma anche della salvaguardia di immobili o beni privati in genere. A maggior ragione perché è solo in queste particolari circostanze che l’uso di un cellulare spia può prefigurarsi come un’operazione legale.

Ad ogni modo, monitorare i movimenti del proprio coniuge continua a essere la ragione principale dell’acquisto di un software spia. Dal canto nostro cerchiamo in questi casi di mettere sempre in guardia i clienti dai possibili rischi per la privacy a cui possono andare incontro, anche se la maggior parte di loro si dice convinta che utilizzerà lo spyphone giusto per raccogliere le prime prove del tradimento, in attesa di ingaggiare un investigatore privato. Ma vediamo ora che cos’è e come funziona un cellulare spia.

Uno spyphone è un normale cellulare su cui è stato installato un software capace di registrare le chiamate in entrata e in uscita dall’apparecchio, intercettare e registrare i suoni ambientali, leggere i messaggi SMS e quelli di instant messaging (leggi WhatsApp), localizzare il cellulare e molto altro ancora. Il software si installa in meno di un minuto e utilizza la connessione internet, da SIM o da rete Wi-Fi, per inviare a un server i dati riguardanti il cellulare in questione. A questo punto basta loggarsi via browser a una piattaforma on line per ricevere e leggere in chiaro le informazioni volute. Oltre alle funzioni di ascolto, di registrazione audio e di lettura messaggi, il software spia può inoltrare le foto presenti in galleria e persino scattarne di nuove in modalità nascosta, lasciando la possibilità di scelta tra l’utilizzo della fotocamera anteriore o posteriore dello smartphone. In più è capace di intercettare e inviare l’elenco dei siti web visitati nonché i contatti presenti in rubrica.

Date le peculiari caratteristiche di funzionamento del software è consigliabile affidarsi a uno smartphone di ultima generazione con sistema operativo Android, iOS, Blackberry. La scelta del telefono è di per se relativa, l’importante è che si tratti di un dispositivo capace di collegarsi a internet, al fine di ottenere un monitoraggio completo ed efficiente. Endoacustica Europe assicura la consulenza gratuita e continua sia per la scelta del telefono sia per l’installazione e il funzionamento ottimale del prodotto.

Escape & Evasion Gun Belt: molto più di un semplice cinturone per pistola

cinturone-escape-and-evasion-gun-belt

Alcuni gadget utilizzati in ambito di spionaggio possono rivelarsi altrettanto utili in caso di salvaguardia personale o in situazioni particolari di emergenza. Prendete per esempio il cinturone Escape & Evasion Gun Belt, ideato dall’ex agente della CIA e specialista di intelligence, Jason Hanson. Parliamo di un robusto cinturone in pelle, cucito con lo stesso filo ultra-resistente delle vele da barca, con fibbia in ottone massiccio e ben tre scomparti interni in cui è possibile nascondere praticamente di tutto: da banconote a coltellini svizzeri, da accendini a piccoli cacciavite o fermagli da scasso per sottrarsi a situazioni di cattività forzata. Insomma, tutti quegli oggetti indispensabili che ci si aspetta di trovare nei kit di sopravvivenza, e che in alcuni casi possono effettivamente fare la differenza tra la vita e la morte.

Stando a quanto afferma lo stesso Hanson, l’idea della cintura, più propriamente un cinturone per pistola, gli venne in mente quando, all’età di 21 anni, gli fu permesso di girare armato con l’arma debitamente nascosta sotto gli abiti. Dopo alcuni vani tentativi di arrivare alla creazione di un cinturone oltremodo resistente, Hanson giunse a ideare una cintura eccezionalmente adatta allo scopo, con l’aggiunta delle caratteristiche di utilizzo viste poc’anzi. Su questa pagina è possibile visionare i video di alcune delle sue “imprese” e, ovviamente, acquistare la sua cintura.

Come non farsi intercettare il cellulare

cellulare-criptato-crypto-samsung-galaxy-s5_

Come non farsi intercettare il cellulare? Scopriamolo assieme.

Oggi intercettare un cellulare è diventato semplice ed è anche un’operazione abbastanza frequente. Più di quanto pensiate. Molto spesso ci capita di leggere sui giornali del funzionario pubblico di turno o del sospettato di bancarotta arrestato grazie al supporto tecnico di un’intercettazione telefonica. Tuttavia in pochi sono a conoscenza del fatto che a spiare le conversazioni telefoniche non sono esclusivamente enti governativi.

Prendete il caso di un titolare d’azienda intento a rivelare al cellulare il prossimo piano di intervento per scavalcare un concorrente, ignaro che un terzo si è appena intromesso di nascosto nella comunicazione per origliare ogni cosa. Ma potrebbe anche trattarsi di un politico che si lascia andare a commenti diffamatori nei confronti di un esponente di un partito avverso, oppure di una moglie che si lamenta con l’amante di quanto sia vessata da quell’imbecille di suo marito. In ogni caso lo scopo è sempre quello: chi si appresta a intercettare una conversazione userà quest’ultima a proprio vantaggio. Insomma, di esempi del genere se ne possono fare tanti. Se poi la cosa vi riguarda da vicino, tranne nel caso di intercettazioni autorizzate, vi conviene prendere in considerazione una o entrambe le soluzioni che stiamo per suggerirvi.

Cellulari criptati

Per chi intende tutelare dati e conversazioni da possibili intercettazioni telefoniche lo può fare facendo ricorso a un telefono criptato, ovvero a uno smartphone di ultima generazione, basato su sistema operativo Android, che utilizza specifici algoritmi di codifica e di protezione. Uno degli ultimi dispositivi del genere lanciati sul mercato è il Crypto CP-500i operante su Samsung Galaxy s5, che garantisce livelli di sicurezza impareggiabili per quanto concerne la codifica dei dati e il controllo vocale. La validità di un cellulare criptato si evidenzia soprattutto nell’uso sistematico degli algoritmi criptografici AES256 e Twofish, che proteggono efficacemente una chiamata a due (una coppia di crypto) da intrusioni esterne. Non solo. Messaggi di testo, note, contatti in rubrica, e ogni altro di tipo di file possono essere salvati in maniera sicura, con tanto di autorizzazione di accesso. Il Crypto CP-500i funziona con ogni tipo di rete (2G GSM, 3G UMTS/W-CDMA, WLAN) e assicura a tutti gli effetti una protezione completa del telefono senza aver bisogno di altre operazioni o installazioni.

Cellulare non rintracciabile

In questo caso ci troviamo di fronte a un dispositivo funzionante come un vero e proprio sistema anti-intercettazione, in grado di riconoscere e bloccare un’apparecchiatura di ascolto illegale. Infatti, a differenza di un cellulare criptato che codifica la comunicazione tra due utenti, lo Stealth Phone protegge il telefono stesso da possibili attacchi, allertando con avvisi acustici e a display di eventuali tentativi di aggancio da parte di malintenzionati. Inoltre permette il cambio automatico, ma anche manuale, del codice IMEI (codice identificativo del dispositivo), permettendo di rendere inefficace il tentativo di intercettazione. In più possiede la funzione di criptaggio degli SMS inviati e ricevuti. Anche in questo caso, è necessario che ciascuno degli interlecutori possegga uno Stealth Phone per scambiare messaggi con l’altra parte in maniera protetta.

Bene. Ora che avete gli strumenti adatti per non farvi più intercettare il cellulare da persone non autorizzate, potete finalmente dormire sonni tranquilli. Ma attenzione! Il buon senso suggerisce in ogni caso di pesare bene le proprie parole prima di intrapendere qualsiasi conversazione ad alto livello di segretezza. Che avvenga via cellulare, telefono fisso, email od ogni altro mezzo di comunicazione poco importa.

I tabulati telefonici, l’oro delle informazioni

novembre 22, 2014 Sorveglianza Nessun Commento

Quando chiamate una persona da un cellulare all’altro, i server della rete registrano le seguenti informazioni: in quale cella vi trovate , quando inizia e quando finisce la chiamata, il vostro numero telefonico e quello del vostro interlocutore, il numero IMEI del vostro telefono e quello del vostro interlocutore.

In altri termini, quando chiamate qualcuno e quando ricevete una telefonata, si sa per certo dove eravate (con una precisione di qualche centinaio di metri) in quale momento e con chi stavate parlando. Insomma meglio di un testimone oculare. Queste informazioni vengono raccolte dallo switch e sono sempre disponibili. In Italia, per legge, devono essere registrate e conservate per cinque anni.

Analizzando i tabulati telefonici su un periodo di tempo di giorni, settimane o mesi è facile ricostruire la rete di relazioni di una persona. Esistono persino appositi programmi che analizzano il database della compagnia telefonica e costruiscono un grafico delle relazioni di una persona. Grazie ad analisi come queste, è facile identificare tradimenti quotidiani come anche vere e proprie organizzazioni criminali.

Nei registri del gestore telefonico verrà registrato se i loro telefoni si trovavano nello stesso posto nello stesso momento. A quel punto diventa difficile sostenere che non si conoscessero. Per legge, in Italia le registrazioni degli eventi di chiamata sono conservate per anni. Basta dare in pasto le informazioni relative ad una certa utenza ad un apposito programma per scoprire con quali persone questo utente ha avuto contatti, in quali momenti storici, dove questo utente si è spostato durante quel periodo di tempo, da cui si può dedurre chi ha incontrato e numerose altre informazioni.

Ovviamente, le tecniche qui descritte sono applicabili anche ai telefoni fissi. Come è facile capire, non esiste praticamente nessun modo di non lasciare tracce sui preziosi tabulati telefonici.

In generale tutti gli operatori telefonici consentono ai propri clienti di registrarsi on-line, ad un’area riservata.  A volte però non è possibile ottenere con certezza i movimenti perché per motivi di privacy, degli asterischi sostituiscono le ultime tre cifre dei numeri telefonici. È possibile rimuovere tale restrizione facendo richiesta scritta all’operatore. I tabulati verranno quindi spediti tramite posta al cliente. Ci sono, inoltre, delle limitazioni anche per quel che riguarda l’arco di tempo che è possibile considerare. A seconda dell’operatore, si possono ottenere informazioni relative a telefonate o messaggi inviati da un minimo di 30 giorni fino ad un massimo di un anno.

In aumento i sistemi di sicurezza alla guida

Abbiamo parlato diverse volte di quanto sia importante la sicurezza alla guida. I dispositivi anti sonno proposti da Endoacustica Europe propongono la più valida soluzione sul mercato al pericolo dato dall’eccessiva stanchezza e ora arriva dagli Stati Uniti, il sistema di sicurezza MyKey, ovvero una chiave di sicurezza che limita la velocità dell’automobile e la potenza dello stereo dell’auto. Attualmente la prima casa costruttrice che ha annunciato il lancio della chiave MyKey per i propri modelli è la Ford.
Il dispositivo offre la possibilità di programmare una serie di impostazioni sulle vetture in cui è implementato: innanzitutto, permette di limitare la velocità massima a 140 chilometri orari; sempre in tema di velocità, è possibile impostare un segnale sonoro di allerta quando il conducente supera i 70 chilometri orari. Il sistema permette ai guidatori meno esperti di essere più sicuri al volante e ai genitori di stare più tranquilli dopo aver configurato l’auto.
MyKey blocca il funzionamento dello stereo se non vengono allacciate le cinture di sicurezza, e comunque mantiene il livello audio dello stereo entro i limiti impostati. Un’altra importante funzione del sistema di sicurezza è quello di rendere impossibile la disattivazione del segnalatore di ostacoli durante la guida o durante il parcheggio.
L’importanza di questi dispositivi risiede nelle continue richieste da parte delle famiglie per tenere a freno i possibili comportamenti eccessivi al volante da parte dei giovani. Il superamento dei limiti di velocità è infatti un costante pericolo per i più giovani, coinvolti ogni giorno, specialmente il fine settimana, in incidenti spesso anche mortali. Ecco perché sono i benvenuti, in quanto garantiscono alle famiglie di gestire e impostare limiti ai comportamenti spregiudicati dei giovani al volante.

Attenzione: il gatto ci spia

settembre 10, 2014 Sorveglianza Nessun Commento

Dopo gli scandali Anonymous e Nsa, la nuova minaccia alla nostra privacy digitale potrebbe arrivare da un tenero gattino. Nella specie, la spia si chiama WarKitteh ed è un collare per gatti che, mentre l’animale va in giro per la città, segnala al suo padrone quali sono le reti wireless più deboli e facili da violare. L’idea, tanto assurda da poter sembrare uno scherzo, è di un esperto di sicurezza americano ed è nata per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della protezione della propria rete domestica. A pochi verrebbe in mente che un innocente animale possa essere una spietata spia.

Il collare per gatti è dotato di sensore GPS e di un sistema in grado di analizzare la sicurezza e livello di protezione delle reti wi-fi. I risultati vengono inviati a un computer o uno smartphone. Per quanto l’idea possa sembrare ridicola, i risultati fanno riflettere: delle 23 connessioni wireless scovate dal gatto nella prima sessione, quattro non erano protette da alcuna password, e altrettante utilizzavano lo standard di sicurezza WEP, molto più facile da decifrare rispetto al più diffuso standard WPA-2.

Lo scopo è far aprire gli occhi su gli alti rischi a cui si va incontro nell’utilizzo di reti wireless scarsamente protette.  Si parla tanto di privacy, di proteggere le nostre vite sul web, si inorridisce dinanzi agli hackeraggi big e poi, però, non si ha l’accortezza di usare le protezioni minime per le nostre reti domestiche. Il tecnico americano che ha messo a punto il gatto-spia è al lavoro su un sistema ancora più piccolo e leggero, pensato per essere montato sul dorso di un uccello.

In commercio ci sono numerosi i sistemi per crakkare, potenti e di facile utilizzo. Questi sono utilizzati perlopiù dalle forze dell’ordine, ma non è escluso che possano cadere nelle mani sbagliate. Tanto vale assicurarsi di essere al sicuro nelle reti wifi così come nelle conversazioni telefoniche. Le informazioni sono, ad oggi, il più grande potere nel mondo.

Il nuovo gadget contro le aggressioni

Arriva dalla Francia, è piccolo e discreto. Si tratta di un gadget tecnologico, che si connette a internet, pensato contro le aggressioni.

Difronte a un pericolo di violenze e aggressioni sempre crescente, soprattutto a danno delle donne, questa novità tecnologica si presenta come particolarmente importante.

Un oggetto che si può attaccare ai vestiti, ai gioielli o dove si vuole, senza dare fastidio o farsi notare troppo. Il gadget è dotato di un pulsante, che funziona un po’ come quello di un allarme: premendo il pulsante in situazioni di pericolo si indica online la propria posizione geografica, grazie al sistema GPS collegato al gadget, che geolocalizza chiunque lanci l’allarme. Per utilizzare il dispositivo è necessario scaricare una app apposita, compatibile con i sistemi iPhone e Android.

In realtà la trovata francese emula i migliori sistemi GPS già impiegati dalle forze dell’ordine, che possono ricevere in tempo reale eventuali richieste di aiuto attraverso questa tecnologia avanzata. Per di più ci sono aziende specializzate che distribuiscono questi sistemi anti aggressione in varie forme: orologi, micro gadget ed oggetti personalizzati per una sicurezza garantita. Inoltre questi dispositivi, essendo inseriti in oggetti di uso comune non destano sospetti e quindi permettono di operare in maniera efficiente. La sicurezza non è una scelta, ma un imperativo. Meglio affidarsi ad aziende di qualità.

La polizia implementa le telecamere sulla divisa: così registrerà gli scontri

luglio 3, 2014 Sorveglianza Nessun Commento

Telecamere piccole come un bottone incastonate sulla divisa dei poliziotti che svolgono servizio di ordine pubblico. Dispositivi appuntati sul petto per filmare quanto accade durante le manifestazioni, ma anche fuori e dentro gli stadi. Dopo le polemiche per gli scontri e le violenze sempre più di frequenti nel corso dei cortei e soprattutto in occasione di partite di calcio, il Viminale ha deciso di accelerare la procedura che consente l’utilizzo dei dispositivi per la registrazione in grado di immortalare colpevoli e responsabilità.

La scelta prevede l’uso di 150 apparecchiature ad alta definizione. Saranno i capisquadra dei reparti mobili ad indossare la telecamera a bottone. Ognuno di loro sorveglierà su un gruppo di dieci agenti e questo vuol dire che le riprese riguarderanno almeno 1.500 uomini. Naturalmente il raggio d’azione sarà molto più ampio e in caso di situazioni critiche è previsto che il funzionario più vicino si posizioni in modo da documentare quanto sta accadendo con l’obbligo di riprendere che cosa fanno tutte le parti coinvolte e quindi anche con la possibilità che siano più telecamere a filmare la scena.

L’idea è quella di partire con l’attività di ordine pubblico, per poi coinvolgere altri reparti, come ad esempio quello delle volanti in modo che gli agenti coinvolti possano filmare gli interventi effettuati. Gli apparecchi hanno una tecnologia digitale e inviano il materiale in un server protetto che dovrà essere messo a disposizione della magistratura in caso di incidenti o per l’accertamento di altri possibili reati sia da parte dei manifestanti sia dei poliziotti.

E’ stato uno dei maggiori sindacati di polizia, il primo a chiedere l’utilizzo delle telecamere. E per rafforzare la propria campagna ha distribuito ai poliziotti iscritti in Emilia Romagna circa ottocento spy pen, dispositivi che consentono di avere immagini e voci di quanto succede durante il servizio. Un’iniziativa inizialmente guardata con diffidenza dai vertici del Dipartimento e adesso fatta propria con strumentazioni più sofisticate e con una pianificazione mirata.

«Sbaglia chi pensa che la telecamera sia utilizzata soltanto a garanzia dei poliziotti. Poter documentare ciò che succede in strada è una forma di trasparenza soprattutto per i cittadini».  Ha sentenziato il segretario sindacale. «Noi siamo convinti che le telecamere saranno un deterrente forte per ogni forma di violenza, siamo certi che questa iniziativa consentirà a tutti di tornare a vedere le partite e partecipare alle manifestazioni nella massima tranquillità».

Endoacustica Europe blog

Il blog che ti aggiorna sulle nuove tecnologie applicate alla sorveglianza audio video, difesa personale e controsorveglianza!

CALCOLATRICE SPIA GSM


Calendario

febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

CONTATTACI:


Endoacustica Europe srl

Via Umberto Terracini, 47
70029 Santeramo in Colle (BA)
P.IVA IT06836020724
ITALY
tel. 0039 080 30 26 530
tel. 0039 080 43 73 08 93
fax 0039 080 40 73 11 87
e-mail: info@endoacustica.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

ARTICOLI IN RILIEVO

Microfoni, microspie e microregistratori low cost

28 Gen 2014

Microfoni direzionali grandi come uno spillo. Telecamere e microspie nascoste dentro occhiali da vista o da sole, comunissime penne, chiavi e portachiavi, bottoni, camicie, cuscini e peluche. Insomma ovunque. Batterie che durano ore e si attivano a distanza o si spengono e si accendono automaticamente quando avvertono un rumore. Il mercato delle cimici e dei loro derivati è in continua evoluzione e l’offerta è davvero vastissima. Prezzi stracciati e soluzioni …

La risposta alle intercettazioni: lo Stealth Phone

4 Apr 2013

Sempre più spesso sulle prime pagine dei giornali si leggono notizie di intercettazioni telefoniche di conversazioni riguardanti politici, grandi imprenditori, funzionari pubblici e persone “importanti” in generale. In realtà oggi chiunque conosca anche solo di sfuggita una persona che occupa posizioni di rilievo o che abbia avuto dei guai con la legge rischia che le sue conversazioni vengano intercettate. L’unica soluzione è l’utilizzo di un cellulare criptato. Attraverso i diversi …

Grande tecnologia in piccole dimensioni

25 Gen 2013

Un piccolo cubo di 5cm per lato potrà presto rubare la scena ai tablet e agli occhiali smart. CuBox Pro, il nome del cubetto sfornato qualche settimana fa dalla Solid Run in versione aggiornata rispetto al primo modello del 2011. Al suo interno tutte le caratteristiche di un pc di ben altre dimensioni: un chip Arm dual core da 800 Mhz, due giga di Ram e memoria espandibile fino a …

Parola d’ordine: gadget

22 Gen 2013

L’hi-tech ha una nuova parola d’ordine: gadget. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti, più o meno utili e sempre più personalizzabili. Alcuni gadget hanno fatto capolino sul mercato nelle ultime settimane. Vediamo i più graditi. Ci aiuterà a non restare più senza batteria, il Nectar Mobile Power System, strumento di alimentazione portatile che assicura energia elettrica extra per oltre due settimane, per singolo dispositivo. …

Internet delle cose stravolgerà il nostro quotidiano

10 Dic 2012

Il Web 3.0 non è ancora molto lontano. Tutti i grandi laboratori stanno lavorando duramente per mettere a punto nuove applicazioni che riguardano l’Internet delle Cose. Con questo neologismo è stata battezzata l’ultima frontiera della tecnologia online. Il punto di forza risiede nella possibilità attribuita agli oggetti di interagire tra di loro acquisendo e scambiandosi informazioni. La sveglia ad esempio potrebbe suonare in anticipo una volta constatato, tramite internet, condizioni …

La tecnologia a servizio della sorveglianza

26 Nov 2012

Mini dirigibili wireless, missili ultraveloci che attraversano il pianeta in pochi minuti, piccoli elicotteri di video sorveglianza aerea, sistemi audio-video supersofisticati. Sono queste le più moderne tecnologie a servizio dei servizi segreti. Per spiare si usano particolari telefoni cellulari, computer sorvegliati a distanza e oggetti di uso quotidiano sapientemente modificati. Fonte senza limiti per i servizi segreti è senza dubbio internet ed in particolare i social network. Una sorta di …

Febbre da brevetti: ecco i più bizzarri

6 Nov 2012

Impazza la febbre da brevetti che vede protagoniste tutte le maggiori case produttrici di strumenti tecnologici esistenti al mondo. Queste idee sono custodite nella banca dati dell’Autorità americana “Uspto” e probabilmente un giorno troveranno reale applicazione.Vediamo alcuni tra i brevetti più bizzarri. Per evitare la tragica caduta al suolo dello smartphone, Amazon nel 2011 ha registrato un brevetto simpatico che vedrebbe l’apertura di alcuni airbag prima che il cellulare tocchi …

Gli scanner biometrici arrivano a scuola

12 Ott 2012

I sistemi di controllo degli accessi che utilizzano la biometria si stanno facendo sempre più largo nell’ambito di istituzioni ed aziende dato che permettono un elevato grado di sicurezza e lo snellimento delle procedure di controllo fisico. Da qualche giorno niente badge o cartellino anche per i docenti ed il personale Ata del liceo scientifico “Plinio Seniore” di Roma che ha imposto ai dipendenti l’utilizzo di scanner biometrici per segnalare …

Una pistola che lancia anelli di fumo per allontanare gli aggressori… e non solo!

23 Lug 2012

pistola vortex

Prendendo spunto dalle pistole giocattolo per bambini in grado di lanciare anelli di fumo, Battelle, azienda statunitense di Columbus, Ohio, per realizzare una vera e propria arma in grado di lanciare anelli di diverse sostanze gassose o di cariche elettriche. Secondo i ricercatori, questa pistola sarebbe in grado di lanciare questi anelli ad una distanza di quasi 46 metri e ad una velocità di circa 145 chilometri orari. Gli anelli …

ADS


 RILEVATORE MICROSPIE
bonifiche ambientali
Utilissimo rilevatore di segnale RF per la localizzazione di microspie e trasmettitori audio-video occultati in ambienti o automobili. Adatto per un utilizzo sia privato che professionale.
 MICROREGISTRATORI
microregistratori digitali Microregistratori digitali ad attivazione vocale, con durata di registrazione fino a 1200 ore. Sono usciti ormai da tempo dal grande schermo, per entrare di prepotenza nella vita di tutti i giorni, nelle situazioni più disparate che fino a pochi anni fa nemmeno la fervida fantasia di uno scrittore di spionaggio avrebbe potuto immaginare.
 CELLULARI SPIA O SPYPHONE
spyphone Uno spyphone o cellulare spia gsm, è un normale telefonino su cui è stato installato preventivamente un software spia, che permette di monitorare la persona in possesso del telefono stesso. Lo Spyphone deve essere regalato (in ambito familiare), o concesso in dotazione (in ambito lavorativo).
 JAMMER
jammerPer proteggere la privacy, il silenzio o la riservatezza delle proprie informazioni, è pertanto consigliabile munirsi di un dispositivo di protezione quale un jammer per cellulari, ossia un dispositivo che, in mancanza della possibilità di intervenire sugli apparecchi stessi per spegnerli, interviene sulle onde radio presenti nella stanza o nella sala da isolare.
 MICROAURICOLARI
spyphoneI micro auricolari permettono di comunicare con un telefono GSM discretamente, senza cioè alcun filo esterno. Adattabile a qualsiasi modello di cellulare in commercio. La piastrina induttiva, collegata al cellulare tramite un cavetto, trasmette quanto ricevuto all'auricolare celato nell'orecchio.
 MICROFONI DIREZIONALI
Microfoni direzionali completi di amplificatore, per ascoltare a debita distanza conversazioni in modo assolutamente discreto. Fornito di protezione anti-vento e un dispositivo che minimizza gli effetti negativi dovuti ad eventuali vibrazioni meccaniche.
 MICROFONI DA MURO
Microfoni da muro per ascoltare attraverso pareti fino a 70 cm. Microfono ultrasensibile professionale, ad elevatissima sensibilità, dotato di microfono ceramico ad alta sensibilità, per rivelare anche i più piccoli rumori. Suono limpido e stabile. Prese per registratore, ed auricolare.
 CAMUFFATORI DI VOCE
Cambiavoce telefonico se interposto fra la cornetta ed il telefono, cambierà letteralmente la vostra voce in un’altra. Trasforma qualsiasi voce in maschile o femminile, adulto o bambino. Il camuffatore di voce può essere adattato a telefoni cellulari, cordless, altoparlanti e microfoni, sistemi di registrazione, o collegato a centraline telefoniche. La voce riprodotta non è robotizzata ma umana.
 MICRO TELECAMERE
Le Micro telecamere rappresentano un decisivo passo in avanti nella miniaturizzazione di elementi ottici, premiando un prodotto di rara fattezza e funzionalità. La microtelecamera, infatti, oltre ad avere ridottissime dimensioni (il suo diametro può raggiungere i 3.5mm x 8.6mm), possiede caratteristiche tecnico-funzionali ineguagliabili.
 VIDEOREGISTRATORI MINI
I Videoregistratori mini sono indicati per chi vorrebbe videoregistrare quello che vede, sia per svago che per i più svariati motivi professionali, ma non è in grado di usare una normale videocamera. Le possibilità di utilizzo di un sistema di registrazione così piccolo sono innumerevoli.
 CELLULARI CRIPTATI SAFE&TALK
cellulari criptatiI cellulari criptati Safe&Talk sono la soluzione software per una comunicazione mobile sicura. Se avete timore che qualcuno possa ascoltare le vostre conversazioni o leggere i vostri SMS sul vostro cellulare, Safe & Talk è la soluzione software efficace per effettuare chiamate criptate su rete GSM, con grado di affidabilità estremo offrendo la possibilità di criptare i vostri sms.
 KEYLOGGER
keyloggerKeylogger, è un dispositivo grande quanto il tappo di una penna, capace di registrare ogni carattere digitato sulla tastiera del PC su cui viene installato. Questo dispositivo registra tutto ciò che viene digitato sulla vostra tastiera.
 LOCALIZZATORI GPS
localizzatore satellitareLocalizzatori satellitari, è un sistema di gestione e localizzazione professionale che, grazie alle sue dimensioni ridotte e alle antenne GPS e GSM incorporate, può essere reso operativo in brevissimo tempo e può essere posizionato praticamente ovunque.
 VALIGIE DI SICUREZZA
valigie di sicurezzaLe valigie di sicurezza, sono preferiti dagli ufficiali più anziani e da uomini d'affari per il suo rivestimento in cuoio di alto valore, per lo stile alla moda, per l’ampia gamma di scopi. Ha le funzioni di impulso ad alto voltaggio, di controllo radio remoto, anti-perdita, antifurto ed altro.
 LOCALIZZATORE RF
localizzatore rf

Localizzatore di oggetti, studiato appositamente per coloro che hanno l’esigenza di tenere sotto controllo i loro animali domestici, ad un costo assai limitato, ma non solo puo' anche essere utilizzato per ritrovare oggetti preziosi, localizzare bici da corsa rubate e automobili parcheggiate.