John McAfee punta sulla lotta allo spionaggio

John McAfee punta sulla lotta allo spionaggio

Con il suo nuovo dispositivo promette di bloccare l’accesso ai dati personali degli utenti da parte della NSA. Questo il proposito di John McAfee, informatico ed imprenditore statunitense, diventato famoso per l’omonimo antivirus. Per ora “D-Central”, il nome dell’apparecchio, è solamente un progetto, ma presto potrebbe entrare nel mercato. Il dispositivo dovrebbe essere in grado di creare reti di protezione intorno a piccoli network privati in modo da renderli inespugnabili ai controlli della National Security Agency; sarà integrabile a smartphone, tablet e notebook per permettere agli utenti di comunicare fra loro tramite diversi i supporti. E soprattutto, sarà lowcost: il prezzo si aggirerà intorno ai 100 dollari. Grazie a “D-central” gli internauti potranno comunicare tra loro tramite reti private in movimento e inviarsi file restando invisibili ai controlli della NSA.

McAfee sta cercando dei partner per lo sviluppo del “D-central”, ma spera di riuscire a produrlo entro i prossimi sei mesi. Apparecchi e sistemi anti-spionaggio sono diventati una nuova nicchia del settore tech, visto che dal “Datagate” in poi la questione della privacy è sempre più dibattuta. Il “D-Central” firmato McAfee non è né il primo né l’unico dispositivo che si ripromette di creare sistemi di protezione a prova di intelligence. Basti pensare allo Stealth Phone per le conversazioni telefoniche, strumento collaudato e utilizzato già da diversi anni. Con questo telefono infatti è possibile comunicare in tutta sicurezza, dato che lo Stealth Phone consente di aggiungere un elevato livello di protezione, salvaguardandosi dai rischi di intercettazione ormai sempre più comuni. A differenza di un cellulare criptato che interviene sui dati voce, codificandoli e rendendoli incomprensibili ad un eventuale ascoltatore esterno, questo strumento protegge invece la telefonata stessa, rendendo non rintracciabile il telefono, e la vita impossibile a chi volesse intromettersi.  Lo Stealth Phone si trasforma di fatto in un nuovo apparecchio ogni volta, rendendo pertanto l’intercettazione e la localizzazione impossibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.