Sorveglianza dal cielo: il boom dei droni

2s-featherliteSorveglianza dal cielo: il boom dei droni. I droni (o UAV, Unmanned Aerial Vehicles) sono dei piccoli aerei senza pilota, controllati elettronicamente a distanza, utilizzati per la ricognizione di obiettivi sensibili quali installazioni militari o campi di addestramento per terroristi.

Il settore degli aerei senza pilota è dominato da industrie americane quali la Northrop Grumman ed israeliane (ad esempio Israel Aerospace Industries), provenienti da due paesi storicamente attenti alla supremazia dei propri servizi di intelligence militare. Ad esempio, soltanto in Iraq attualmente sono impiegati oltre 1000 droni, ed il loro numero è costantemente in crescita.

Anche in altri paesi però, l’industria dei droni non sta certo con le mani in mano. La francese Aeroart ha recentemente lanciato il modello Featherlite, con un peso di soltanto 1.5 kg ed un costo, comprensivo di stazione di controllo a terra e di videocamera digitale, di soli 7900€.

Questo genere di drone può essere impiegato anche per applicazioni civili, quali l’agricoltura, il monitoraggio di mandrie e la ricerca scientifica. Grazie alle sue dimensioni e peso ridotto, si tratta di un veicolo altamente sicuro, che anche in caso di schianto a terra, non può certo produrre grossi danni.

Inoltre, i droni di questo tipo stanno aprendo la strada all’utilizzo degli UAV anche al di fuori del campo militare e spionistico, contribuendo altresì a ridurne i costi e a rendere una tale tecnologia accessibile a quasi tutte le tasche, espandendone nel contempo le possibilità di utilizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.