Robo-Bat: Il mini aereo spia del futuro

RoboBat

Gli aerei spia in miniatura o MAV (Micro Air Vehicles) possono cambiare radicalmente il concetto di sorveglianza video, sia militare che civile. Nella costante ricerca di miglioramento in questo campo, vengono progettati prototipi dalle forme più estreme, spesso ispirate alla natura. Ovviamente le forme a cui ci si ispira di più sono quelle di uccelli o animali alati (esiste persino un MAV dalla forma simile a uno pterodattilo!).

In questa direzione, ispirandosi alla forma di un pipistrello, la University of Michigan sta lavorando al progetto di un mini aereo spia, lungo soltanto 15 cm e dal peso di circa 100 grammi, che può assumere energia solare ed eolica.

Il progetto COM-BAT ha ricevuto finanziamenti governativi per circa 10 milioni di dollari, con un’opzione per un ulteriore finanziamento da 12.5 milioni per altri 5 anni, per sviluppare un mini aereo utilizzabile in situazioni urbane, capace di captare immagini e suoni, e trasmetterli via radio in tempo reale ad una base operativa, che userà questi dati per dirigere le operazioni.

Questo è possibile grazie ad una tecnologia miniaturizzata che comprende videocamere stereo, microfoni miniaturizzati ed anche sensori capaci di rilevare radiazioni nucleari, gas velenosi o sorgenti radar, il tutto autoalimentato ad energia naturale, con una batteria al litio di supporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.