Come non farsi intercettare il cellulare? Scopriamolo assieme.

Come non farsi intercettare il cellulare? Scopriamolo assieme.

Come non farsi intercettare il cellulare? E’ una domanda abbastanza frequente.  Molto spesso ci capita di leggere sui giornali del funzionario pubblico di turno o del sospettato di bancarotta arrestato grazie al supporto tecnico di un’intercettazione telefonica. Tuttavia in pochi sono a conoscenza del fatto che a spiare le conversazioni telefoniche non sono esclusivamente enti governativi.

Prendete il caso di un titolare d’azienda intento a rivelare al cellulare informazioni importanti, ignaro che un terzo lo sta intercettando. Potrebbe anche trattarsi di un politico che si lascia andare a commenti diffamatori nei confronti di un esponente di un partito avverso, oppure di una moglie che si lamenta con l’amante di quanto sia vessata da quell’imbecille di suo marito. In ogni caso lo scopo è sempre quello: chi si appresta a intercettare una conversazione userà quest’ultima a proprio vantaggio. Gli esempi sono tanti… Se poi la cosa vi riguarda da vicino, tranne nel caso di intercettazioni autorizzate, vi conviene prendere in considerazione una o entrambe le soluzioni che stiamo per suggerirvi.

Cellulari criptati

Per chi intende tutelare dati e conversazioni da possibili intercettazioni telefoniche lo può fare facendo ricorso a un telefono criptato Android, che utilizza specifici algoritmi di codifica. Uno degli ultimi dispositivi  lanciati sul mercato è il Crypto CP-500i operante su Samsung Galaxy s5, che garantisce livelli di sicurezza impareggiabili. La validità di un cellulare criptato si evidenzia soprattutto nell’uso sistematico degli algoritmi criptografici AES256 e Twofish. Tali algoritmi  proteggono efficacemente una chiamata a due (una coppia di crypto) da intrusioni esterne. Ma non solo. Messaggi di testo, note, contatti in rubrica, e ogni altro di tipo di file possono essere salvati in maniera sicura. Il Crypto CP-500i funziona con ogni tipo di rete (2G GSM, 3G UMTS/W-CDMA, WLAN) e assicura a tutti gli effetti una protezione completa del telefono senza aver bisogno di altre operazioni o installazioni.

Cellulari non rintracciabili

In questo caso ci troviamo di fronte a un dispositivo funzionante come un vero e proprio sistema anti-intercettazione. Tale sistema è  in grado di riconoscere e bloccare un’apparecchiatura di ascolto illegale. Infatti, a differenza di un cellulare criptato che codifica la comunicazione tra due utenti, lo Stealth Phone protegge il telefono stesso da possibili attacchi, allertando con avvisi acustici e a display, eventuali tentativi di aggancio da parte di malintenzionati.  Permette il cambio automatico, ma anche manuale, del codice IMEI (codice identificativo del dispositivo), permettendo di rendere inefficace il tentativo di intercettazione. In più possiede la funzione di criptaggio degli SMS inviati e ricevuti. Anche in questo caso, è necessario che ciascuno degli interlocutori possegga uno Stealth Phone per scambiare messaggi con l’altra parte in maniera protetta.

Conclusioni

Bene. Ora che sapete come non farsi intercettare il cellulare, potete finalmente dormire sonni tranquilli. Ma attenzione! Il buon senso suggerisce in ogni caso di pesare bene le proprie parole prima di intraprendere qualsiasi conversazione telefonica. Che avvenga via cellulare, telefono fisso, email od ogni altro mezzo di comunicazione poco importa. Se volete sapere come non farsi intercettare il cellulare, non esitate a contattarci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.